What Are the Worst Habits a New Photographer Can Have?

Se sei su questo sito, probabilmente sei un fotografo o sei interessato a diventare un fotografo. Ad ogni modo, se sei nuovo in questo meraviglioso mestiere, ci sono alcune cattive abitudini che possono davvero trattenerti e vale la pena notare. Ecco cinque di cui dovresti stare attento, ma assicurati di aggiungere il tuo nella sezione commenti.

Ci sono molte cattive abitudini in ogni mestiere e la fotografia non è diversa. Tuttavia, non tutte le cattive abitudini sono uguali e puoi ritrovarti con alcune trascurate, ma alcune di esse possono essere alquanto dannose e colpirti alla lunga. Prima ti rendi conto che ti stai accontentando di strade che non sono nei tuoi migliori interessi, prima sarai in grado di correggerle. Quindi, ecco cinque cattive abitudini comuni. Questo, ovviamente, non è un elenco esaustivo, quindi assicurati di lasciare alcuni commenti che hai trovato nel tuo lavoro o che hai visto in altri commenti.

Spara alle macchine

Non ho nulla contro lo scatto automatico di per sé, soprattutto considerando quanto sono intelligenti le fotocamere. Non è sempre una cattiva abitudine, e non è sempre cattiva, ma dipende dalle aspirazioni del loro fotografo e da ciò che stanno cercando di ottenere nella loro fotografia attuale.

Una delle più grandi aree della fotografia da padroneggiare è la trinità: apertura, velocità dell’otturatore e ISO. Ci sono ovviamente innumerevoli altri fattori che influenzano, ma comprendere e utilizzare queste tre impostazioni è fondamentale se vuoi migliorare come fotografo ed essere in grado di scattare in condizioni difficili. La modalità automatica è potente, molto potente, forse, ma non può fare tutto ciò che vuoi, quindi assicurati di usarla il meno possibile.

Nessun sistema di gestione dei file

Ovviamente non farò nomi, ma qualche anno fa ho avuto uno studente di fotografia che in qualche modo ha spinto questo dipartimento. Era particolarmente interessato a fotografare la fauna selvatica, amava fotografare gli uccelli e si dedicava a migliorare. Era esattamente la persona a cui volevi insegnare perché, sebbene avesse appena acquistato la sua prima fotocamera, aveva un disperato bisogno di conoscenza ed esperienza. In effetti, stava girando molto di più della maggior parte delle persone, trascorrendo molti giorni nelle riserve naturali locali.

C’è stato un punto in cui volevo discutere l’altro lato della fotografia: post-elaborazione, portfolio online, sistemi di gestione dei file, ecc. Bene, come sono sicuro che puoi dedurre dal titolo, quando ho guardato il suo computer, ho visto una storia dell’orrore dei giorni nostri. Tutte le sue foto erano in cartelle casuali con nomi scadenti, sedute sul suo desktop, masterizzate su dischi (sì, quei cerchi lucenti a cui eravamo abituati), senza un ordine minimo. Questo è insostenibile! Crea una libreria di foto e prenditene cura; Ne raccoglierai i frutti.

Nessun backup

Non sorprende che questa sezione segua la precedente. Sebbene questo fotografo avesse davvero bisogno di rompere entrambe le cattive abitudini, questo era più preventivo. Tuttavia, troppi fotografi non hanno backup delle loro foto sul cloud e sull’hard storage, il che è una catastrofe. Se questo sei tu e ti senti come se non potessi preoccuparti di fare ogni sforzo per supportare tutto costantemente, non proverei a spaventarti direttamente. Spiegherò solo un elemento.

Alcuni anni fa, mi sono iscritto a Backblaze e l’ho installato sul mio computer. Ho impostato tutte le unità di cui voglio eseguire il backup e ho lasciato che il programma funzionasse 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni su 7. Non penserei mai a nessuno dei miei file a meno che non avessi bisogno di recuperarne alcuni. So solo che posso. È un abbonamento mensile che è uno spreco di denaro per non essere così, sono i soldi migliori che abbia mai speso.

Installa in Posta

Non c’è niente di sbagliato nel sistemare parti di un’immagine in post-produzione, ma penso che arrivi un momento nella vita di ogni fotografo in cui è più facile installarle in un post che in un luogo. Questa è una terribile abitudine da praticare per molte ragioni. In primo luogo, è quasi sempre il caso se riesci a risolverlo nella fotocamera, è meglio che risolverlo nella posta in termini di qualità del risultato finale. In secondo luogo, non imparare a correggere ciò di cui hai bisogno durante le riprese significa che non imparerai e non crescerai come fotografo al ritmo che dovresti essere. Terzo, il tempo di budgeting diventa più difficile quando l’elenco delle cose da fare in post-produzione aumenta in modo esponenziale.

Ingrandisci invece di spostarti

Questo è un problema comune con i principianti e penso che sia particolarmente dannoso. Un obiettivo zoom è spesso nel menu per i nuovi fotografi, con obiettivi multipli o acquistandone uno necessario. Sebbene utile, può anche attirare i fotografi nell’abitudine di regolare l’inquadratura ingrandendo/riducendo lo zoom. Preferisco scattare con obiettivi a focale fissa in parte perché non posso farlo. Ottieni un numero primo a buon mercato (una cinquantina ordinata va sempre bene) e esercitati con il movimento per ottenere un angolo migliore (ove possibile) invece di limitarti a ingrandire. È difficile scaricare il valore di questo finché il fotografo non lo ha provato e vede i vantaggi, ma ne vale la pena.

Quali sono le peggiori cattive abitudini che hai visto nei principianti?

Non sono sicuro della peggiore delle cattive abitudini, e non sono sicuro che siano nella mia lista, ma le cinque abitudini di cui sopra sono decisamente comuni e possono essere molto dannose. Quali cattive abitudini avevi che dovevi correggere? Qual è una cattiva abitudine comune che vedi con i fotografi, specialmente quelli nuovi? Condividi i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto.

Leave a Comment