Understanding the Value in Pursuing Personal Projects

I fotografi sono creativi. Come creatori, abbiamo qualcosa da dire. La fotografia, come mezzo, può catturare uno stato d’animo o un messaggio con il potere di parole, musica, dipinti e sculture. Intraprendere un progetto personale è un’opportunità ideale per un fotografo per trasmettere il suo messaggio senza intaccare le preoccupazioni del cliente.

Al suo livello più elementare, un progetto personale è auto-sviluppato e ha poco potenziale diretto per generare reddito o lavoro futuro per te. Questo è un insieme di immagini che vuoi creare. O meglio ancora, è un insieme di immagini che devi creare. Se spari regolarmente, potresti pensare di non dover assegnare tu stesso scatti aggiuntivi. Il problema è che se hai molti clienti, le tue immagini potrebbero riflettere più la loro visione che la tua. Potresti amare la fotografia in bianco e nero, ma i tuoi clienti no e, di conseguenza, il tuo portfolio è pieno di foto a colori. O forse stai cercando di trasformare il tuo amore per le foto in bianco e nero in lavori che sei stato assunto per fotografare. Al tuo cliente non interessano questi scatti perché queste immagini monocromatiche non rappresentano realmente ciò che puoi creare con quel mezzo. Il modo migliore per mostrare la tua passione è trattarti come il tuo cliente e prenderti il ​​tempo necessario per creare fotografie in bianco e nero nel modo esatto in cui ritieni debba essere creata. È qui che puoi realizzare la tua visione.

Quando lavori per altre persone, vendi un servizio o un prodotto che soddisfa le loro esigenze. Il tuo compito è creare un’immagine che sia una manifestazione tangibile della visione del tuo cliente. Sei limitato da ciò che vogliono queste persone. Potresti avere un grande senso dell’umorismo, ma se il tuo cliente possiede un’impresa di pompe funebri e non vede spazio per l’umorismo nelle sue foto, l’umorismo non verrà mostrato in quelle foto. Se vuoi che le tue foto rappresentino qualcosa di più di un semplice stipendio, potresti dover avere il controllo completo su alcune delle cose che scatti. È qui che entra in gioco un progetto personale.

Un progetto personale ti dà la libertà di scegliere. Puoi utilizzare la tua fotocamera preferita e sei libero di elaborare le immagini finali nel modo desiderato. Ma al di là di queste preoccupazioni tecniche, un progetto personale può essere un luogo in cui esprimere un messaggio che è importante per te. Quando trasmetti un messaggio autentico, ha un grande potenziale per entrare in risonanza con gli altri.

Per capire come un artista è stata in grado di esprimersi attraverso il lavoro personale, ho parlato con la fotografa britannica Rachel Foglesen che ha portato a termine diversi progetti auto-dedicati che riflettono i valori che contano per lei. Avendo lavorato in quelli che descrive come “lavori normali” per la maggior parte della sua vita, Rachel ha deciso di conseguire un Master in Belle Arti in fotografia. Ha iniziato a fotografare paesaggi, ma si è resa conto che i paesaggi non erano il soggetto da cui era veramente attratta. “Aveva sempre ammirato le donne che erano pioniere, le donne che hanno fatto il cambiamento. Ci si aspettava che le donne che trascendessero”. Il suo primo progetto si chiamava “Storie di donne che hanno servito”. Durante la seconda guerra mondiale” ha messo in mostra le donne che si sono offerte volontarie nel servizio aereo, nell’Associazione per il trasporto aereo, nella marina e nell’esercito. Stavano volando aerei. Non ne avevo mai sentito parlare prima”. La prima sfida è stata trovare queste donne. Non c’erano molte informazioni da trovare su Internet, quindi Rachel ha inserito annunci nelle riviste dei veterani. Ha anche contattato i gruppi di veterani per trovare i candidati giusti C’è voluto un processo Venti donne sono state trovate e fotografate in quattro anni.

Rachel scatta principalmente nelle case delle donne con una Canon 5D Mark IV con un obiettivo da 50 mm o 85 mm. Per l’illuminazione, ho usato la lampada portatile Elychrome che da allora è stata sostituita dall’ELB 500, abbinata a un baldacchino da 49 pollici per creare un’illuminazione soffusa. La stessa Rachel ha pubblicato un libro di foto con storie di donne. È importante notare che il progetto non ha portato direttamente Rachel a ottenere un lavoro retribuito, ma ha comunque intrapreso un altro progetto personale quando il primo è stato completato. Il progetto personale deve essere motivato dalla passione e non dal desiderio di vedere un guadagno finanziario o professionale immediato. Questi progetti possono essere costosi e richiedere molto tempo.

Il prossimo progetto personale di Rachel ha richiesto due anni per essere completato e si è concentrato sulle donne over 50 che hanno deciso di reinventarsi. Questo argomento era molto personale per Rachel. “Avevo 50 anni e volevo dimostrare che questo non era il capolinea. Volevo ispirare altre donne mostrando donne che hanno cambiato la loro vita dopo i 50 anni”. Una delle donne aveva 75 anni e aveva avviato un’azienda di cosmetici specializzata in prodotti per donne anziane. Un’altra donna ha creato un’azienda che vende collagene che può essere prodotto cucinando ossa di pollo. C’era anche una donna che aveva una fabbrica dove vendeva patatine sane fatte con la frutta. Per queste foto, Rachel a volte fotografava donne nel loro ambiente di lavoro o accanto ad oggetti che suggerivano il loro lavoro. Per assicurarsi che il progetto apparisse al di fuori della sua cerchia di contatti, Rachel ha cercato una galleria per ospitare una mostra di foto stampate.

Il terzo progetto di Rachel si intitolava Quiet Rebellion, e potresti avere subito un’idea del genere degli argomenti e forse un vago senso del messaggio del progetto. I progetti di Rachel forniscono informazioni sul suo sistema di valori e sulla sua visione. I clienti che si riferiscono alla sua visione e ai suoi valori ne saranno attratti a livello personale. Queste persone sarebbero i suoi clienti ideali perché la vedono come qualcosa di più di una semplice persona che crea bellissime foto.

I vantaggi del completamento di un progetto personale includono lo sviluppo delle competenze necessarie per lavorare su un progetto esteso. Questo ti tornerà utile se sei mai stato assegnato a una campagna pubblicitaria che richiede di completare diversi scatti che verranno combinati per creare un messaggio coerente e allineato al marchio dell’azienda.

Lavorare su un progetto personale dovrebbe essere divertente, ma non lasciarti ingannare dal pensare che non implichi un lavoro vero e proprio. L’autoassegnazione richiede che tu sia un principiante e raggiunga un livello di eccellenza senza aspettarti ricompense o addirittura elogi. Hai l’etica del lavoro necessaria per completare un progetto che non ha scadenze, manager e aspettative?

Se non sai come iniziare il tuo primo progetto personale, puoi guardare al di fuori della fotografia ed esaminare i tuoi altri interessi. Forse ti piace cucinare, giocare a calcio o costruire modellini di aeroplani. Cosa vuoi che le persone sappiano di questo impegno e come puoi comunicarlo attraverso la fotografia? Se completi un secondo e un terzo progetto personale, inizierai a vedere temi comuni nel tuo lavoro. Nel caso di Rachel, ha rappresentato tre progetti con donne di età diverse con storie diverse da raccontare, ma il messaggio dell’importanza dell’uguaglianza di genere, dell’assunzione di rischi, del sacrificio e dell’accomodamento pervadeva tutte le immagini. Le immagini dei tuoi progetti riveleranno tanto su di te quanto sui tuoi soggetti. E questa fusione di sé e dell’arte è ciò per cui tutti noi artisti dovremmo lottare.

Immagini di Rachel Vogeleisen e utilizzate previa autorizzazione.

Leave a Comment