The Secret of Finding Compositions in Photography

Alcuni giorni possiamo vedere una clip insieme a un’altra, ma in altri giorni è difficile trovare una sola combinazione. Qual è la differenza tra quei giorni e come possiamo aumentare le nostre possibilità di trovare sempre composizioni eccezionali?

Nel mio ultimo video su YouTube, parlo del perché a volte è difficile trovare composizioni nella fotografia di paesaggio, poiché condivido forse una delle lezioni più importanti che ho imparato nei miei oltre 30 anni di fotografia.

Ho sempre inteso la fotografia di paesaggio come un prodotto di escursioni nella natura, di visitare posti fantastici, di pensare a composizioni e di tornare a casa con foto che amo assolutamente. Saper camminare è sempre stato uno dei requisiti più importanti per me. Ma a causa dell’incidente dell’anno scorso, ho perso temporaneamente questo importante requisito. Non sono stato in grado di fare escursioni per mesi e oggi faccio ancora fatica a camminare su terreni più ripidi, anche se questo incidente è accaduto più di un anno fa. Non posso camminare dove voglio. Ma il fatto è che l’anno scorso è stato uno dei migliori anni di fotografia che abbia mai avuto nella mia vita. Come potrebbe essere?

Cambiare le abitudini in fotografia

Progettare, fare escursioni da qualche parte, pensare alle possibilità, fare qualche scatto di prova, tornare a casa, pianificare il tempo, tornare con la luce e le condizioni meteorologiche giuste per un capolavoro: è così che la fotografia di paesaggio ha funzionato per me per anni, e ho ottenuto Ottieni delle foto davvero fantastiche in questo modo. Ma a causa del mio incidente, che ha causato un complicato infortunio al ginocchio, non potevo più camminare per lunghe distanze. Pertanto, avevo due opzioni: rinunciare alla mia amata fotografia di paesaggio o cambiare il modo in cui scatto. Alla fine ho deciso quest’ultimo.
A causa dei cambiamenti nella fotografia nell’ultimo anno, sono diventato più sensibile a vedere le composizioni. Oggi vedo molte più potenziali composizioni intorno a me rispetto a prima dell’incidente.


Questa è una foto che ho scattato l’anno scorso e mi piace moltissimo. C’è molta narrazione, c’è uno stato d’animo trasmesso e ha un enorme impatto sullo spettatore. Ma ad essere sincero, non avrei mai pensato di fare questa foto senza farmi male, perché il fatto è: l’ho scattata direttamente da un parcheggio sciatto vicino a una strada rumorosa.

Non c’è nulla di sbagliato in ciò. Molti fotografi scattano foto direttamente dalla strada, ma come fotografo paesaggista e amante della natura, questa non era un’opzione per me. Questo era semplicemente lontano dal mio concetto personale di fotografia di paesaggio. Senza il mio infortunio, non mi sarei mai accorto di questa formazione. Possiamo dire che ho dovuto rompermi il ginocchio per ottenere questa foto. Allora, cosa c’è di diverso?

Guardando nel modo giusto

Hai mai guardato una tazza? Sono sicuro che hai. Ma l’hai davvero “guardata” o hai semplicemente deciso che era una tazza, poco prima di usarla per bere il caffè?

La creatività non è qualcosa che dobbiamo imparare. È un’abilità essenziale data a ogni essere umano alla nascita. Quando un bambino guarda un oggetto che non ha mai visto prima, se ne occupa. Se un bambino guarda una vecchia tazza, potrebbe vederne tutti i danni, forse trovare una crepa, forse essere interessato al colore o al motivo su di essa. Lo facevamo anche da bambini. Ma più invecchiamo, più impariamo che dobbiamo etichettare una vanga per essere più efficienti. L’efficienza è un requisito importante nel nostro mondo per la sopravvivenza.

Pertanto, quando gli adulti guardano la tazza, raramente se ne occupano; Hanno persino smesso di pensarci subito dopo aver deciso che era una tazza. La stessa cosa accade con tutte le cose nel nostro mondo, così come con gli elementi belli della natura: montagne, laghi, alberi, rocce o qualcos’altro. Smettiamo di pensarci dopo che li abbiamo identificati per nome e non interagiamo con loro in modo approfondito.

E io ti chiedo: cosa c’è di peggio se volessi trovare una composizione sul campo? Vuoi trovare qualcosa di speciale, ma non riesci a trovarlo perché smetti di pensare quando decidi che la cosa di fronte a te è un albero.

L’unico modo per liberarsene è prestare attenzione all’ambiente e impegnarsi con le cose in un modo in cui le guardiamo per la prima volta nella nostra vita. Per mia esperienza, i fotografi lo fanno automaticamente e senza pensarci, ma in quei giorni in cui tutto sembra così facile e troviamo una combinazione dopo l’altra. Anch’io lo faccio da anni, ma con il mio infortunio ho imparato a capire che non importa se lo faccio solo in luoghi dove mi sento pura natura o in un parcheggio sporco dove posso sentire le auto che guidano e clacson.


Pertanto, quando hai difficoltà a trovare composizioni, basta prestare attenzione all’ambiente e interagire con tutti i dettagli circostanti. Spesso aiuta anche a dimenticare gli argomenti ovvi.

Ma non pensare in questo modo solo quando sei alla ricerca di composizioni. È un enorme vantaggio quando puoi pensare in questo modo ed essere coinvolto nelle cose in modo completamente automatico e senza pensarci consapevolmente. Puoi provare a svolgere alcune delle tue attività quotidiane in modo coinvolgente. Questo potrebbe significare che quando lucidi le scarpe, non lo fai solo per pulirle. Affronta quello che stai facendo: guarda come si comprime il panno durante lo sfregamento. Guarda come lo smalto si diffonde sulla scarpa e come cambia la superficie della scarpa a ogni passaggio. Affronta le cose che normalmente ignori e abituati a prestare attenzione. E la prossima volta che uscirai per scattare, saprai automaticamente cosa fare con la montagna, il lago e gli alberi; Saprai cosa devi fare per ottenere un’immagine potente.

Diversi suggerimenti su come diventare più creativi e su come allenare la tua capacità di pensare in modo creativo sono rivelati nel video collegato sopra.

Leave a Comment