The Forgotten Force Behind Your Photography

Il peso ottico è spesso trascurato, ma è una componente essenziale delle tue foto. Influisce sul modo in cui vengono visualizzate le tue immagini ed è ciò che guida le tue composizioni.

È la forza che cattura la tua attenzione all’interno di una foto ma è spesso trascurata dai fotografi. Ogni elemento nell’immagine ha un peso visivo diverso. Pertanto, le diverse componenti dell’immagine lavorano l’una contro l’altra. Tutti sono in lizza per l’attenzione. In altre parole, notiamo alcune cose prima di altre. Questo è il motivo per cui componiamo le inquadrature in determinati modi e decidiamo quali elementi includere all’interno dell’inquadratura per garantire equilibrio, flusso, ritmo e gerarchia. Se vogliamo immagini attraenti, possiamo usare la nostra conoscenza del peso visivo per dettare come vengono lette dallo spettatore.

Non si sa precisamente perché percepiamo che alcuni elementi hanno più peso visivo e attirano la nostra attenzione più facilmente di altri. Tuttavia, diversi fattori differiscono nella loro capacità di catturare l’attenzione.

I toni di colore hanno pesi visivi diversi. Il giallo è il più leggero, mentre il rosso è il più pesante. Arancione, verde, blu e viola sono tra quelli in questo ordine di aumento di peso.

C’è di più nella gamma di colori. L’aumento della saturazione dà anche più peso visivo. Pertanto, se mettiamo un oggetto dai colori audaci tra uno sfondo pallido, quell’oggetto scuro agirà più fortemente e i nostri occhi saranno attirati verso di esso. Allo stesso modo, la luminosità cambia anche il peso visivo. I toni scuri sono più pesanti e mostrano più potere di attirare la nostra attenzione.

Sebbene di solito pensiamo a cose di maggiore peso visivo che attirano i nostri occhi, non è necessariamente così. Il contrasto può avere un ruolo. Un tono luminoso può risaltare da uno sfondo scuro, e questo è ciò che notiamo per primo.

Il rapporto influisce anche sul peso visivo. La nostra mente pensa che un elemento grande abbia più peso di uno più piccolo. Tuttavia, dati i fattori di cui sopra, un oggetto più grande e di colore più chiaro può avere un peso visivo inferiore rispetto a un oggetto scuro più piccolo. Allo stesso modo, un gruppo di oggetti compressi ha un peso maggiore che se le parti componenti fossero distribuite più ampiamente, proprio come gli oggetti più densi sono più pesanti degli oggetti sciolti e ariosi.

Spesso consideriamo la semplicità essenziale in un’immagine. I nostri occhi gravitano dallo spazio negativo verso elementi più complessi. Pertanto, le aree più complesse dell’immagine hanno un peso visivo maggiore. Questo perché il cervello impiega più tempo per elaborare le sue informazioni.

C’è anche il peso visivo che applichiamo a causa della nostra psicologia. Siamo attratti, forse più fortemente di qualsiasi altro fattore, dalle persone all’interno del quadro. Nelle immagini, sono i loro occhi ad attirarci. Allo stesso modo, è più probabile che gli animali attirino la nostra attenzione rispetto agli oggetti inanimati.

Come accennato in precedenza, il peso visivo è ciò a cui pensiamo quando cerchiamo di bilanciare un’immagine. L’equilibrio si ottiene con lo stesso peso su entrambi i lati dell’asse. La simmetria raggiunge questo obiettivo nella sua forma più semplice, dove un lato dell’asse riflette l’altro. Se ricordi il set di bilance che usavi alle elementari, un peso pesante vicino al fulcro può essere bilanciato da un peso più leggero più lontano da esso sull’altro lato. Allo stesso modo, i diversi pesi visivi possono essere compensati dalla loro relativa vicinanza all’asse.

La cosa importante da ricordare è che non dobbiamo bilanciare l’immagine con elementi che hanno lo stesso peso. Ad esempio, un soggetto complesso potrebbe bilanciare un semplice rosso scuro, un essere umano potrebbe bilanciare molti uccelli o una gigantesca mongolfiera bianca potrebbe bilanciare un piccolo cestino scuro appeso sotto di esso.

Siamo abituati a vedere il mondo intorno a noi influenzato dalla gravità. Ci sono oggetti più pesanti a terra mentre il cielo è più luminoso in alto. Nella fotografia, c’è una preferenza abituale per se stessi. Ma un oggetto più pesante può anche correre sopra la transizione verso un’area più chiara al di sotto.

Il flusso è la facilità con cui i nostri occhi si muovono attorno a un’immagine. Usiamo il peso visivo degli elementi per dettare l’ordine in cui vediamo l’immagine e dove ci fermiamo.

Vediamo prima le informazioni di base nell’immagine e poi passiamo agli altri elementi che sono meno in ordine di importanza. Questo è noto come la gerarchia all’interno dell’immagine.

Le percussioni sono ampiamente utilizzate nella fotografia. Cerchiamo modelli ricorrenti di forme, colori, trame, toni, ecc. A volte ne siamo soddisfatti. Quindi il motivo ha lo stesso peso sull’immagine. Tuttavia, possiamo anche interromperlo. Pertanto, questa discontinuità ha un peso visivo maggiore.

Questa idea astratta di peso non riguarda solo il vedere. Pensiamo alla pelle come a un profumo profondo o intenso, mentre consideriamo il limone leggero. Si ritiene che le note musicali più alte siano più leggere delle note profonde. Sappiamo intuitivamente che il colore rosso, l’aroma della salsa di soia, il gusto del merlot e le note profonde della sinfonia di Beethoven condividono qualcosa di intangibile.

Inoltre, i sentimenti possono variare da leggeri, come gioia e sorpresa, a forti rabbia e depressione.

Il concetto di peso applicato alle diverse esperienze sensoriali non si limita alle culture anglofone. Ne ho parlato con amici in diverse lingue. Molti, ma non tutti, hanno concetti astratti simili. A volte usano una parola che può essere tradotta da vicino come profondità, forza o intensità, ma altri non riconoscono affatto il concetto di peso sensoriale. Il peso visivo fa parte della psiche umana? O è culturale e legato alla lingua? Alcuni degli altri aspetti estetici della fotografia e dell’arte sono culturali, quindi sarebbe interessante approfondire questo aspetto.


Naturalmente, questo breve articolo tocca solo la superficie di questo affascinante argomento. Inoltre, molto deve essere considerato quando si scatta una foto. Vale la pena studiare ulteriormente il peso visivo e analizzare come funzionano gli elementi nelle tue foto e in quelle degli altri. Questo allena il tuo occhio. L’applicazione di queste tecniche e l’utilizzo del peso visivo avverrà automaticamente al termine.

Sarebbe bello sentire i tuoi pensieri su questo argomento. Soprattutto se la tua lingua madre non è l’inglese e vieni da una cultura completamente diversa dalla mia. La ponderazione di diversi colori, odori, sapori e suoni corrisponde a quelle sopra descritte? Oppure non hai affatto quel concetto.

Grazie per la lettura e non vedo l’ora di unirmi alla discussione qui sotto.

Se ti è piaciuto questo, leggi i miei precedenti articoli correlati sulla passione per la fotografia ed esplora che tipo di fotografo sei.

Leave a Comment