The Basics of Color Gels in Photography

L’uso di colori forti e complementari è una tendenza in crescita nella fotografia. Molte moderne campagne pubblicitarie presentano colori audaci e contrastanti per attirare l’attenzione sul prodotto o sul messaggio che stanno cercando di vendere. Un modo per creare colori così vivaci nelle tue foto è utilizzare gel colorati (noti anche come filtri colorati, gel filtranti, gel illuminanti o semplicemente gel).

Imparare a lavorare con i gel può aiutare a far risaltare il tuo lavoro dalla massa e produrre risultati accattivanti. In questo articolo, vedremo come utilizzare i gel colorati per aggiungere un tocco creativo alla tua illuminazione e aprire un mondo di possibilità per le tue sessioni fotografiche.

Cosa sono le gelatine colorate?

I gel colorati sono fondamentalmente pezzi di plastica sottile e semitrasparente (generalmente policarbonato, poliestere o qualche altro tipo resistente al calore) che cambiano il colore della tua luce.

Esistono due tipi di gel utilizzati in fotografia: gel con effetti cromatici creativi e gel per la correzione del colore. I primi elementi verranno utilizzati principalmente per creare diversi blocchi di colore che non hanno nulla a che fare con la temperatura della sorgente luminosa. Ad esempio, se un gel rosso viene posizionato davanti a una luce, lo rende rosso. Il gel giallo lo rende giallo e il blu lo rende blu. Questi differiscono dalla temperatura della luce e dai gel che modificano la tinta, che vengono utilizzati per bilanciare le fonti di luce con le luci ambientali intorno a te.

gel per la correzione della temperatura

I gel per la regolazione della temperatura rendono la sorgente luminosa “più fredda” o “più calda” a seconda di ciò che viene utilizzato. Ad esempio, CTO (temperatura colore arancione) renderà la luce più calda, mentre CTB (temperatura colore blu) la renderà più fredda. I gel CTO e CTB possono essere facilmente confusi con i gel arancioni e blu, quindi è importante capire che questi gel sono Non La stessa cosa, e non darà affatto un effetto simile. Ricordo che una volta ho provato a ricreare la luce solare usando un gel giallo, solo per scoprire che non funzionava affatto.

Il terzo gel è usato raramente, è più / meno verde. La fonte di luce lo renderà di tono verde o viola. In sostanza, c’è un gel su ciascuna estremità della scala di “regolazione della temperatura”: CTO, CTB, meno verde, più verde.

Una selezione di gel colorati.

parola di avvertimento: Prima di andare oltre, tieni presente che i gel possono sciogliersi se posti sopra una fonte di luce calda. È una buona idea acquistare gel di alta qualità e resistenti al calore realizzati per le luci dei film o evitare di utilizzare luci di modellazione a meno che non siano luci a LED con un raffreddamento adeguato.

La regola base per i gel colorati

Diamo un’occhiata a come lavorare con i gel. A partire dalla regola di base di ogni gel: riduce la resa luminosa complessiva. Pensa ai gel come ostacoli che interrompono parte del potere della luce. Alcuni gel come Profoto ed Expo Imaging possono specificare quanta luce è stata tagliata da ciascun gel. In quanto tale, il gel blu taglia quattro stop di luce, mentre il gel giallo taglia solo mezzi stop di luce. Potresti voler ordinare la potenza in modo intuitivo e usare i gel nella tua luce più forte.

Vediamo come appare la caduta della luce usando un gel:

Come puoi vedere, meno luce è, più saturo è il colore. Quindi, quando prepari un gel, la prima cosa che vuoi fare è abbassare la potenza e poi comporre per ottenere l’aspetto che stai cercando di ottenere.

Ci sarà un certo punto debole tra un pigmento di colore scuro saturo e un colpo di gelatina bruciata sovraesposto. Questo non significa che uno sia giusto e l’altro sbagliato: creo di proposito temi scuri e chiari a seconda di ciò che l’immagine impone. Mi piace usare una luce a bassissima potenza con i gel perché, come ora sai, un po’ di più è di più quando si tratta di lavorare con i gel colorati.

Diamo un’occhiata ad alcuni esempi pratici in cui ho utilizzato i gel per effettuare l’effetto e ti dirò esattamente cosa ho fatto e perché.

Usa il gel colorato per riempire la luce

Dal momento che i gel sono sempre in ombra e hanno bisogno di pochissima forza per farlo, ho creato una stanza blu in studio semplicemente lucidando con la mia luce di riempimento. Come sai, le luci di riempimento sono progettate per aumentare le ombre ed essere “invisibili” da sole. Un ottimo modo per riempire un’immagine è far rimbalzare il flash sul soffitto e illuminare l’intera stanza.

Mentre potresti pensare che il blu sia una luce di riempimento tradizionale, in realtà non lo è. Come noteranno le persone più attente, c’è un’ombra proiettata sullo sfondo. Il trucco che ho usato è stato quello di mettere una piccola fonte di luce troppo lontana e lucidarla di blu. L’ombra ha contribuito ad aggiungere definizione all’immagine. Tuttavia, a causa dell’ovvia differenza di esposizione tra il gel e l’interruttore, sono stato in grado di ottenere una striscia di luce bianca pulita che sfuma lentamente verso il blu.

Usa gel colorati per i gradienti di sfondo

Chi non ama una bella sfumatura di colore commerciale? Per questa immagine, volevo creare una sfumatura il più uniforme possibile con una notevole differenza tra la parte superiore e quella inferiore.

Per ottenere questo, ho usato uno sfondo nero e ho posizionato un ombrello con del gel blu sul fondo. Il motivo per cui volevo una grande fonte di luce era perché lo sfondo non era del tutto liscio e tutte le rughe sarebbero apparse.

pannello di sfondo

È qui che mi sento come Jackson Pollock, quello che intendo con questo è che sto semplicemente giocando con luci diverse in posizioni diverse. Avere un set di Cinefoil, bandiere, griglie e altre cose mi aiuta a creare forme e motivi con la luce.

Non esiste un modo ovvio per dipingere i tuoi sfondi con il gel. Puoi creare transizioni morbide o definire linee chiare.

Per l’immagine qui sotto, ho usato tre luci per illuminare lo sfondo: una luce blu, rosa e gialla. Quello rosa aveva una maglia molto stretta in modo da ottenere solo un punto di luce, mentre il blu e il giallo avevano le porte della stalla, quindi c’è una sorta di linea orizzontale che divide i colori.

Sfondo e tema del disegno

Quante luci ci sono in questa immagine? Se hai risposto tre, hai ragione. C’è una luce blu, un CTO tiepido, una grande luce di riempimento ed è un CTO completo. I due punti che vedi sono stati creati utilizzando una griglia molto stretta di 5 gradi. Poiché la maglia non era perfetta, le macchie hanno una forma strana. In questo caso, rende l’immagine un po’ incompleta ma è anche più interessante.

Utilizzo di gel colorati come bloccanti per lenti

Infine, un ulteriore modo per utilizzare i gel senza applicarli effettivamente al riflettore è applicarli direttamente sopra o davanti all’obiettivo. Questo processo è destinato a far emergere alcune sfocature e distorsioni interessanti per contribuire a creare un’immagine finale unica. Con questo metodo, puoi catturare alcuni riflessi dalla superficie lucida del gel, un po’ di diffrazione e potresti finire per colorare alcune ombre.

Un modo interessante è quello di illuminare il gel che hai avvolto accanto all’obiettivo posizionando una luce appena sotto la fotocamera. Non esiste una scienza esatta in questo, quindi devi solo sperimentare e sperimentare ciò che devi per vedere cosa succede.

pensieri conclusivi

Lavorare con i gel colorati significa molto giocare e sentirsi sempre un principiante, o almeno sentirsi liberi. Quando lavoro con i gel, non penso mai alla teoria di cosa fa cosa, li metto semplicemente alla luce e vedo cosa creano e poi vado da lì. La cosa grandiosa di questo è che puoi essere creativo quanto vuoi quando aggiungi colore all’illuminazione con i gel.

Leave a Comment