Searching for the Perfect Panoramic Camera

Alcuni anni fa, sono stato in grado di trovare una racchetta da Hasselblad XPan per una canzone. Ho cercato di trovare uno stile di ripresa che mi aiutasse a distinguermi dalla massa e mi è piaciuto il formato panoramico. All’epoca non me ne rendevo conto, ma questo acquisto mi ha spinto su un percorso un po’ ossessivo, cercando di trovare le migliori fotocamere panoramiche per notizie e lavori editoriali.

Onestamente, è stato un viaggio nella tana del coniglio. Sebbene l’XPan sia probabilmente il corpo macchina più noto (e giustamente), è tutt’altro che l’unica fotocamera panoramica utile in questo ruolo. In effetti, ci sono pochi casi in cui è tutt’altro che ideale.

Gli XPan hanno alcune cose che li rendono una scelta migliore nella maggior parte dei casi. In primo luogo, la qualità delle lenti è di prima classe. Le ottiche disponibili sono classificate con alcuni degli obiettivi di altissima qualità dell’epoca: sono nitidi, contrastati e praticamente privi di aberrazioni cromatiche o bagliori indesiderati, anche senza paraluce. In secondo luogo, a differenza di altre fotocamere panoramiche dedicate da 35 mm, l’XPan è un corpo a telemetro, che consente una messa a fuoco molto più precisa. In terzo luogo, la fotocamera consente di scattare con priorità di diaframma, consentendoti di concentrarti sulla composizione dell’immagine anziché sul calcolo dei valori di esposizione. In un ambiente di raccolta di notizie, queste sono tutte caratteristiche molto preziose. Dopotutto, vuoi essere in grado di lavorare velocemente.

Allora dove altro non funziona XPan? E a quali fotocamere mi sono rivolto in quei tempi?

Hasselblad e Fuji hanno rilasciato solo tre obiettivi per il corpo XPan: 30 mm, 45 mm e 90 mm. Possiedo gli ultimi due, ma il 30 mm è piuttosto costoso e fuori dal mio budget attuale. Per lavorare con un grandangolo, ho fatto ricorso a due corpi diversi: la Widelux FV e alcune fotocamere della serie Horizon. Il Widelux e l’Horizon sono entrambi dotati di lenti che ruotano su un asse centrale, con un risultato finale simile all’XPan, ma anche molto diverso in molti modi principali. Innanzitutto, XPan è esposto a una superficie piana, mentre Horizon e Widelux hanno un piano di pellicola curvo. Questo rende interessanti le foto grandangolari, ma può anche distorcere la tua immagine, soprattutto se non ti prendi il tempo per comporre correttamente lo scatto o se sei troppo vicino al soggetto. Manca inoltre qualsiasi tipo di automazione: niente esposimetri, niente visualizzazione automatica. Il Widelux ha un obiettivo molto migliore, sebbene l’FP sia un modello precedente e può essere difficile da mantenere. Horizon è molto più economico (e ancora disponibile come nuovo!) ma è un prodotto dell’ingegneria dell’era sovietica. Gli esempi più recenti vanno bene, ma il controllo di qualità dei modelli precedenti era onnipresente.

Con le fotocamere con obiettivi rotanti, corri il rischio di problemi con i telescopi. Il panning si verifica quando si hanno esposizioni irregolari durante la rotazione della fotocamera, con la conseguente formazione di strisce sulla foto che non possono essere facilmente riparate in seguito. Sono apparecchiature delicate e non c’è nemmeno la messa a fuoco manuale: per qualsiasi cosa più vicina di sei piedi, l’unica opzione è chiudere l’apertura, che potrebbe non essere l’ideale con alcune impostazioni. Ma i vantaggi sono ancora lì: per scatti grandangolari o creativi, un obiettivo rotante può fare cose che l’XPan non può fare. Consiglio vivamente di leggere alcuni dei libri di Jeff Bridges. Ha girato il suo Widelux per decenni e ha prodotto degli ottimi lavori nel corso degli anni. Suggerirei anche di dare un’occhiata al lavoro di Teru Kuwayama, che ha portato Widelux con sé mentre era in Afghanistan.

Tendo a portare il Widelux quando non c’è pericolo fisico per la fotocamera stessa e quando voglio concentrarmi sulla qualità dell’immagine. Come ho detto, la fotocamera ha 60 anni ed è difficile da mantenere. Bob Watkins di DAG Camera Repair mi ha assistito nel corso degli anni e ha svolto un lavoro straordinario, ma fa parte di un gruppo di tecnici in rapida diminuzione in grado di riparare o riparare questi oggetti. Se c’è la possibilità che si verifichino danni fisici (durante la copertura, ad esempio, di proteste o qualcos’altro in cui c’è la possibilità di impatti fisici o danni ambientali), porterò una delle mie telecamere Horizon. Sono relativamente durevoli ed è più conveniente sostituirli se le cose diventano a forma di pera.

Ci sono anche altre opzioni che ho esplorato. Noblex produce una serie di fotocamere con obiettivo rotante, sia in 35 mm che medio formato, che dovrebbero essere sorprendenti. Lomography ha pubblicato la foto panoramica di Holga alcuni anni fa, che è sorprendentemente impressionante e la porterò fuori con me ogni tanto quando l’umore colpisce. Se scatti in grande formato, ci sono un certo numero di convertitori dal 6×12 al 6×17, ma sono ingombranti e generalmente non adatti al tipo di lavoro che faccio. Puoi anche trovare un numero qualsiasi di adattatori panoramici da 35 mm per fotocamere di medio formato, ma hanno gli stessi problemi degli adattatori sfusi: sono difficili da cambiare sul campo o quando sei di fretta. Sono ottimi per i paesaggi o per certi lavori editoriali in cui hai tutto il tempo per giocherellare con loro, ma se sei nel mezzo di una conferenza stampa o di una grande protesta o sei in giro dietro un aereo in volo, sono sono solo troppo lavoro per me.

Infine, ci sono un certo numero di fotocamere inquadra e scatta e SLR che hanno funzioni panoramiche, ma è importante notare che queste non sono le stesse delle vere fotocamere panoramiche come quelle sopra elencate. Per la maggior parte, questi semplicemente tagliano uno pneumatico standard da 35 mm a proporzioni panoramiche: in altre parole, ti perdi molti dettagli. Tuttavia, ho ottenuto ottimi risultati con la Nikon N70QD. In combinazione con un obiettivo nitido come 105 mm f/1.4 o 18 mm f/2.8, puoi catturare scatti divertenti e unici. Per quanto ne so, non esiste un obiettivo SLR panoramico da 35 mm dedicato “reale”, anche se nel corso degli anni ho visto alcuni oggetti fatti in casa interessanti.

Dire che le notizie e il lavoro editoriale sono difficili sarebbe un eufemismo. È molto competitivo e ci sono molti tiratori disoccupati là fuori. Devi continuare a cercare modi per distinguerti dalla massa. Il mio lavoro panoramico non sostituirà mai le mie fotocamere digitali per la fotografia di tutti i giorni, ma ce ne sarà sempre almeno una nella mia borsa fotografica in ogni momento. Non sai mai quando tornerà utile.

Leave a Comment