Poco F4 GT Review: A Gaming Phone With a Capable Camera

Potresti conoscere Xiaomi, ma conosci Poco? Il sottomarchio Xiaomi non è un nome familiare in questa parte del mondo e l’F4 GT non è necessariamente un telefono con fotocamera.

No, perché il gioco mobile è al centro dell’attenzione, qualcosa che diventa più evidente una volta attivate alcune delle funzionalità del telefono. È un custode medio, almeno in teoria, a parte alcune viscere interiori che danno credito al suo essere qualcosa di più. La sfida è che non tutti gli ingredienti sono uguali, e anche in questo c’è del vero.

progettare e costruire

Quando ho estratto per la prima volta il dispositivo dalla scatola, ho guardato tutti i pulsanti lungo il bordo destro e ho scoperto che potevano funzionare con la fotocamera. Non è vero, sembra. Ci sono due pulsanti incassati che si sollevano quando i due slot vengono spostati accanto ad essi. Sono pulsanti a spalla per il gioco, sebbene Poco consenta una personalizzazione limitata, questi “trigger a comparsa” hanno due funzioni, sia che si tratti di un doppio tocco o di un tocco e tieni premuto, e ognuno può fare quello che vuole.

Poco F4 GT

Ho usato la pressione prolungata per accendere la fotocamera, mentre la registrazione del video è iniziata con un doppio tocco. Non c’è alcuna opzione per trasformare nessuno dei due in una versione fisica dell’otturatore: un vero peccato perché questi pulsanti sarebbero l’ideale per lo scatto continuo. Fondamentalmente, una volta che la fotocamera è accesa, i pulsanti non possono fare nient’altro all’interno dell’interfaccia della fotocamera, a meno che non li usi per iniziare a registrare video.

Mi sono reso conto che Poco non si stava concentrando sulla fotocamera quando sono stati attivati ​​questi pulsanti, ma non è che i suoi ingegneri non potessero. Puoi impostare questi stessi pulsanti per registrare l’audio, registrare lo schermo, accendere la torcia o passare alla modalità silenziosa o vibrazione. È difficile capire perché scattare una foto non è una delle opzioni in quell’elenco.

Poco F4 GT

Aggiungerà anche alla bellezza intrinseca del dispositivo. L’F4 GT è un telefono dall’aspetto gradevole, grazie alla lavorazione del vetro e al display AMOLED da 6,67 pollici. Il pannello è limitato a una risoluzione di 2400 x 1080, quindi non c’è compressione nei pixel extra densi, ma è nitido, supporta frequenze di aggiornamento di 120 Hz e ha una buona protezione Gorilla Glass Victus. Meno ovvio è il motivo per cui Poco usa le parole “faster” e “freeze” sul pannello posteriore. Dirò, però, che avere il flash LED in un foro per il fulmine sul retro accanto al gruppo fotocamera posteriore è un vantaggio estetico. Potrei non usare il flash, ma è comunque una buona mossa.

L’F4 GT è alimentato da un processore Snapdragon 8 Gen 1, quindi ha il miglior silicio Qualcomm attuale. La mia unità di prova ha 256 GB di spazio di archiviazione e 12 GB di RAM, sebbene ci sia anche una variante da 128 GB e 8 GB. Non c’è slot per schede di memoria in nessuno dei due tipi.

Sebbene il 5G sia abilitato, non estenderà la sua portata in Nord America, dove il supporto della banda limitato significa connessioni più accurate con artisti del calibro di Verizon, AT&T e T-Mobile. Tuttavia, la copertura sulle reti 4G LTE dovrebbe essere senza interruzioni.

Caratteristiche della fotocamera

Il Poco F4 GT è molto simile a un’iterazione ridotta di ciò che Xiaomi ha già fatto. A differenza dello Xiaomi 12 Pro, che utilizza un sensore di immagine più recente, la fotocamera principale da 64 MP (equivalente a 26 mm) dell’F4 GT è la più modesta Sony IMX686 da 1/1,73 pollici con un’apertura f/1,9. La fotocamera da 64 MP ti consentirà di scattare a piena risoluzione, altrimenti scatterà con una risoluzione in pixel fino a 16 MP.

Poco F4 GT

La fotocamera da 8 MP f/2.2 (equivalente a 16 mm) è meno impressionante grazie al sensore di immagine OmniVision OV08856. Invece di inserire il teleobiettivo, Poco ha optato per una macro da 2 megapixel che spera produca primi piani accettabili.

Funzionalità del software

C’è molta familiarità se conosci l’overlay MIUI di Xiaomi su Android e il layout della fotocamera è praticamente lo stesso. Poco offre molte modalità di scatto, che provengono tutte dai dispositivi di Xiaomi. Non vado matto per la MIUI nel suo insieme, ma almeno la fotocamera è abbastanza facile da capire.

Come è comune con i produttori cinesi, ottieni la modalità AI Camera, che migliora i colori e il contrasto ove possibile. Scatto spesso con queste funzioni disattivate perché c’è poco che può fare per controllarle una volta accese. Ad ogni modo, se lo vuoi in certi scatti, puoi sempre provarlo.

Tutto il resto dovrebbe ricevere più attenzione. Il menu in alto a destra ha una modalità macro e tilt-shift, oltre a un trattino temporizzato per catturare il movimento. È interessante per i suoi dettagli precisi: puoi scattare fino a 600 scatti in 60 secondi. Anche altri, come Clone, Documents e Long Exposure, provengono da telefoni Xiaomi.

qualità dell’immagine

fotocamera principale

La cosa migliore che otterrai con la F4 GT è la fotocamera principale. Nonostante il sensore di fascia media, può scattare abbastanza bene quando si utilizza ciò che è disponibile. Un tasto è il cursore dell’esposizione come un modo per compensare la luminosità eccessiva in ogni scatto. Qualsiasi scena con luci luminose o ombre più scure diventa più dura con la luce. Anche con l’HDR attivato, i risultati sono solo bilanciati finora. Riduci l’esposizione in uno scatto più luminoso o, in alcuni casi, anche con uno scatto più scuro e vedrai risultati davvero buoni.

Poco F4 GT

Sono rimasto sorpreso di quanto fosse buona la composizione, specialmente con scatti che richiedono riflessione. La luce disponibile crea un mondo diverso, e io improvviso dove posso, come una candela a tavola o l’illuminazione d’ambiente in piazza. Inoltre, non mi aspettavo di vedere lo stesso livello di dettaglio per una varietà di argomenti. All’inizio pensavo che potesse essere solo elaborato, ma gli scatti che ho ottenuto sono stati straordinariamente naturali, sia all’interno che all’esterno.

Poco F4 GT

Le foto notturne e le foto in condizioni di scarsa illuminazione sono risultate per lo più buone. A volte la modalità fa più male che bene elaborando le immagini al punto in cui lo zoom rivela pixel “appiccicosi”. Non sciocca un telefono di fascia media, ma è anche strano che la modalità foto normale a volte possa battere la modalità notturna in quelle condizioni.

Poco F4 GT
Modalità lunga esposizione.

Ho adorato la modalità a lunga esposizione per le possibilità creative. Per un capriccio, l’ho usato per una chiacchierata facile a New York, dove era molto buio, con l’idea di poter prendere la silhouette di un barista per creare un effetto elegante. Il mood non è proprio diverso da quello del dispositivo Xiaomi, con l’unica eccezione del sensore d’immagine al suo interno. Il chipset Snapdragon 8 è più che in grado di fornire in breve tempo e si apre indipendentemente dalla modalità che scegli di scattare.

ultra largo

È qui che iniziano a manifestarsi le debolezze e tutto ha a che fare con l’oceano. Ingrandisci i bordi e vedrai pixel più uniformi indicativi di un sensore che dà la priorità a qualsiasi cosa nel mezzo rispetto a qualsiasi altra cosa. Non è certo impossibile fare un buon super-angolo, ed è ancora più difficile farlo in condizioni diverse.

Poco F4 GT

Poco lo rende disponibile in molte modalità di scatto, quindi almeno ci sono. Non sarai in grado di usarlo in Pro o Esposizione lunga, ad esempio, ma le modalità Foto, Notte e Video possono funzionare con esso. Lo stesso vale per i colpi successivi di tilt timing e tilt shift.

ritratto e macro

Non mi aspettavo molto da nessuno dei due, anche se posso dire che offrono alcuni vantaggi in questo settore. Con i selfie, un telefono può sembrare spietato se non sei nel punto giusto in cui entra in gioco l’effetto bokeh. Proprio quando pensavo di bloccare correttamente l’argomento, l’immagine risultante non era chiara come avrei richiesto. È qualcosa da cercare quando si utilizza questa modalità.

Poco F4 GT

Le riprese macro sono simili in questo modo, il che significa che devi tenere il telefono a una certa distanza e l’F4 GT non ti dice quando sei in campo. Senza alcun picco di concentrazione, che sarebbe bello avere in questa situazione, continui a presumere di esserti concentrato su tutto.

Poco F4 GT

Modalità Pro

C’è una certa profondità qui che qualsiasi tiratore può apprezzare. Come Xiaomi, Poco offre una serie di opzioni, dalla possibilità di passare dall’obiettivo principale a quello ultragrandangolare, fino alla misurazione, ai parametri di composizione, al picco di messa a fuoco, al controllo dell’esposizione e al filtraggio. Puoi scattare in formato RAW, se lo desideri, o utilizzare la modalità 64 MP, se preferisci questa opzione. Se non conosci la modalità Pro, c’è una solida spiegazione integrata nell’interfaccia che evidenzia cosa fanno ciascuna di queste funzionalità.

Poco F4 GT
Catturato in modalità professionale

I risultati sono buoni, tutto sommato. Non sono sicuro che ci sia molta differenza tra RAW e 64 MP nelle foto ben illuminate, ma avrei preferito RAW se avessi intenzione di scattare qualcosa di più difficile. Per un ranger medio con buone funzionalità di supporto, l’F4 GT ha una solida modalità Pro che vale la pena usare.

Poco F4 GT
Catturato in modalità 64 MP.

Funzionalità video

Non c’è niente di sorprendente qui, anche se è facile apprezzare le tue opzioni. La modalità video principale può girare in 4K fino a 60 fotogrammi al secondo e anche in modalità macro, se lo desideri. Brevi video e vlog riguardano tutti i contenuti di tipo social media. Movie Effects aggiunge trucchi in stile hollywoodiano come parallasse, slow shutter, time freeze e mondo parallelo al video, che puoi anche riprendere con un rapporto di aspetto di 2,35: 1. L’unica cosa che manca è l’opzione frame rate di 24 fps per un vero video cinematografico .

Il doppio video è una di quelle modalità accattivanti che utilizzano insieme la fotocamera anteriore e quella posteriore. Indipendentemente da ciò, puoi goderti alcuni filmati divertenti con l’F4 GT, tranne per il fatto che ciò che ti viene in mente potrebbe davvero differire a seconda di cosa e dove stai girando.

Un telefono da gioco con una fotocamera capace

Poco non fa mistero di chi, secondo lui, amerà di più questo telefono. Gran parte della sua build e set di funzionalità soddisfa le esigenze dei giocatori, quindi la fotocamera non ottiene la stessa lucentezza. I componenti interni sono abbastanza potenti per eseguire i giochi che desideri, quindi sono coperti, ma un buon hardware aiuta anche a rendere più veloci foto e video.

Poco F4 GT

Pensalo come un vantaggio secondario, o almeno una funzionalità che include utili avvertenze. Prendendo in prestito pesantemente da Xiaomi e avendo un sensore di immagine migliore per una visione ultra ampia, Poco sarebbe stato uno sparatutto mobile molto accurato in più di un modo.

Ci sono alternative?

Se stiamo guardando telefoni di fascia media che non riguardano tanto i giochi e altro la fotografia, allora dai un’occhiata al Google Pixel 6 e persino al Pixel 6a quando arriva sul mercato. Il Samsung Galaxy S22 ha un buon rapporto qualità-prezzo, considerando che gran parte dell’arsenale di fotocamere Samsung trova la sua strada anche in questo dispositivo. Lo stesso si può dire dell’iPhone 13 se tendi a seguire la rotta iOS su Android.

Dovresti comprarlo?

A meno che tu non sia un fotografo e un giocatore allo stesso modo, probabilmente non lo sei. L’elemento di gioco è davvero importante qui e dovrebbe essere uno dei motivi principali per scegliere il Poco F4 GT rispetto a tutti gli altri. Per meno di $ 700, ottieni un dispositivo solido con una fotocamera capace e uno che probabilmente nessun altro intorno a te utilizzerà.

Leave a Comment