Photography Club Basics: Why You Should Join a Camera Club

Se vuoi diventare un fotografo migliore, saperne di più, trarre ispirazione e andare avanti, incontrare altri che condividono le tue passioni e fare nuove amicizie, beh, niente è meglio di The Camera Club (noto anche come Photography Club). Entrare a far parte di un club può aiutarti a intraprendere una nuova carriera. So che l’ha fatto a me e a molti altri fotografi.

L’idea di fotografi che si riuniscono per scambiarsi consigli, tecniche e cameratismo risale agli albori della fotografia. Negli Stati Uniti, il Boston Camera Club e il New York Camera Club hanno avuto inizio all’inizio degli anni ’80 dell’Ottocento. Nel Regno Unito, la Royal Photographic Society è stata fondata nel 1853. Oggi ci sono centinaia di club fotografici e società fotografiche in paesi di tutto il mondo.

Cosa fanno i club di telecamere

Allora cosa sta succedendo nel club di fotografia? Tutti i tipi di cose legate alla fotografia. La maggior parte dei club si riunisce da una a quattro volte al mese. Alcune riunioni possono avere un relatore ospite, quiz, condivisione di foto, workshop, servizio fotografico o qualche altra attività fotografica. Alcuni club partecipano a competizioni mentre altri sono interessati all’istruzione. Alcuni si concentrano sulla natura o sui paesaggi, mentre altri potrebbero essere più interessati ai ritratti, alla fotografia di strada o qualcos’altro. I membri decidono il tono e la direzione del club.

C’è anche una componente sociale nei club. È fantastico uscire con persone che condividono il tuo interesse per la fotografia. Ho fatto molti nuovi amici attraverso il club locale. Non sai mai dove porteranno le cose. Anni fa, un gruppo di noi del club ha allestito una grande tenda in una galleria d’arte locale e venduto stampe. Questo ha stuzzicato il mio appetito per la “recensione aziendale” e si è trasformato in un business per me. Ora passo circa metà dell’anno a vendere stampe nelle gallerie d’arte.

Gare di club di fotografia

Alcune persone adorano le competizioni dei club fotografici e altre le odiano. Li vedo come opportunità di apprendimento. Come insegnante, incoraggio i miei studenti a iscriversi a club fotografici e partecipare a concorsi.

Ci sono molti vantaggi. In primo luogo, otterrai una valutazione oggettiva (più o meno) del tuo lavoro. I tuoi amici e la tua famiglia potrebbero dirti che sei eccezionale, ma la concorrenza – o le critiche – metteranno in evidenza i punti di forza e di debolezza delle tue foto. È un contributo inestimabile. È inoltre possibile ottenere alcuni consigli tecnici durante la discussione. Soprattutto per i principianti, imparerai a valutare le immagini e a vederle come fotografie e non solo come immagini di cose.

I giudici di gara cercano una combinazione di competenza tecnica e impatto visivo complessivo. Tecnicamente, le cose sono molto soggettive. L’argomento è a fuoco, esposto correttamente, ecc. Tuttavia, c’è anche molta soggettività coinvolta. Sebbene sia facile individuare un’immagine mal eseguita, registrare molte immagini di alta qualità può essere una sfida. Un giudice può segnare un profilo ben eseguito superiore o inferiore a un altro giudice. È solo così che vanno le cose.

Durante la valutazione della tua immagine, un buon giudice fornirà un feedback costruttivo su cosa funziona e cosa no, e poi assegnerà un punteggio. Dopo che hai alcuni concorrenti alle spalle, inizierai ad anticipare i commenti del giudice mentre esamina le tue foto e quelle di altri concorrenti. A volte acconsentirai ai commenti ea volte no. Indipendentemente da ciò, svilupperai il tuo occhio e sarai in grado di applicare quell’esperienza e abilità durante la valutazione delle tue foto.

Non lasciare che la prospettiva della concorrenza ti intimidisca se sei un principiante. Tutti devono iniziare da qualche parte. Molti club cercano di livellare un po’ il campo di gioco classificando i membri in gruppi in base al livello di abilità come principiante, intermedio e avanzato. In questo modo, i nuovi fotografi non competono con i professionisti esperti.

E non prendertela troppo se ottieni un punteggio basso o il giudice dice qualcosa di negativo sulla tua foto. vivere e imparare. Vinci o perdi: gestisci la questione con grazia. Ricorda anche che i giudici sono esseri umani. A volte commettono errori. Prendi tutto ciò che ritieni utile dalla concorrenza e lascia il resto alle spalle.

Personalmente e Zoom

La pandemia ha cambiato il modo in cui funzionano i club fotografici. I club si incontravano di persona, ma il COVID-19 ha spostato le cose online da un po’ con le riunioni tenute tramite Zoom. I club stanno ora iniziando a tornare alle riunioni di persona o miste in cui alcune persone si riuniscono e altre partecipano tramite Zoom.

Ironia della sorte, uno dei vantaggi della pandemia è che ha aperto i club alla possibilità di invitare relatori da tutto il Paese, o anche dal mondo, a candidarsi tramite Zoom. La corsa degli oratori tramite Zoom ha aperto più opportunità per club e presentatori. Forse questo non cambierà.

Come trovare un club di fotografia

Trovare un cam club a cui aderire è molto semplice. Basta cercare su Google “camera club” nella tua zona. Oltre a cercare i tradizionali club fotografici, dai un’occhiata a Meetup.com per i gruppi di incontri fotografici.

Come avviare un club fotografico

Se non riesci a trovare un club locale, puoi sempre crearne uno tuo. Tutto ciò di cui hai veramente bisogno è un piccolo appassionato di foto e un posto dove incontrarsi.

Chiedi aiuto ad alcuni amici come gruppo di base per aiutare a sistemare e far funzionare le cose. Trova un posto. Biblioteche, chiese, centri d’arte locali e altri gruppi civici hanno spesso spazio a disposizione, a volte gratuitamente oa pagamento. Non deve essere elegante.

Fare un piano. Quante volte ti incontrerai? Cosa farai? Hai un oratore ospite? Concorsi? Condividere foto? Avrai bisogno di apparecchiature come un proiettore digitale? La tua biblioteca locale potrebbe averne una che puoi usare nella loro sala riunioni. Forse uno dei tuoi membri possiede un membro che puoi prendere in prestito.

Raccoglierete le quote per compensare le spese? In tal caso, crea un budget. La maggior parte dei club addebita commissioni che vanno da circa $ 20 a $ 100 circa all’anno. Inoltre, guarda altre attività di raccolta fondi. Ad esempio, potresti organizzare una vendita di stampe con il ricavato destinato al club o dividerlo tra il fotografo e il club. Alcuni club sponsorizzano una mostra fotografica e addebitano un biglietto d’ingresso. Dopo che i premi sono stati pagati, il ricavato va alle casse del club. Un altro modo per raccogliere fondi è ospitare un oratore popolare e addebitare una quota di ammissione.

Pubblicizza il tuo club in un negozio di webcam locale o ovunque le persone si incontrino. Crea una pagina Facebook e metti mi piace ai tuoi amici e condividi informazioni sul club. Pubblica un avviso su Craigslist e qualsiasi altro sito Web della comunità. Invia un annuncio al giornale locale. Fallo due settimane prima di ogni riunione.

Conclusione

La fotografia è una pratica. Un buon club di fotografia ti darà il supporto e le opportunità di cui hai bisogno per far avanzare la tua pratica. Imparerai, crescerai e farai nuove amicizie. Considerando il costo relativamente basso dell’iscrizione, Camera Club è il miglior rapporto qualità-prezzo nella fotografia.


Circa l’autore: John Tony è un fotografo e allenatore di alto profilo che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. Il suo lavoro è stato esposto in una mostra personale al Griffin Museum of Photography e in numerose mostre personali e collettive in gallerie e altri centri espositivi. Il suo libro, The Four Seasons of Cape Cod, è stato pubblicato nel 2016. È l’ex presidente del Cape Cod Camera Art Center e co-fondatore e presidente dell’annuale CLICK! Convegno di fotografia. Istruttore di fotografia, corsi di insegnamento a Cape Town, Maine e Islanda.


Crediti immagine: Immagine del titolo di Andreas Riemenschneider e licenza CC BY-ND 2.0. Foto d’archivio da Depositphotos

Leave a Comment