Nikon Z 24-70mm f/2.8 S Lens Review: A New Benchmark

Quando il sistema mirrorless Z è stato annunciato per la prima volta, Nikon ha giurato di offrire un obiettivo con qualità dell’immagine e proprietà ottiche superiori rispetto ai suoi fratelli DSLR con innesto F, e tutto è iniziato con l’obiettivo Nikon Z 24-70mm f/2.8 S. Nonostante quanto bene si comporta la versione “kit” f/4 rispetto alla versione con innesto F, l’obiettivo da $ 2295 f/2.8 S 24-70 mm potrebbe essere uno dei migliori obiettivi da 24-70 mm in circolazione.

La maggior parte delle persone sarà d’accordo sul fatto che un obiettivo da 24-70 mm (36-105 mm su ritaglio/formato DX) è uno dei migliori strumenti di lavoro per qualsiasi fotografo perché offre un grandangolo adatto per una gamma di zoom ravvicinata adatta a un’ampia varietà di stili ed esigenze fotografiche. Ciò include tutto, dal paesaggio al prodotto al ritratto, tutto in un unico obiettivo. Con un’apertura costante di f/2.8, l’obiettivo è il fulcro degli obiettivi “Holy Trinity” spesso descritti come il perfetto obiettivo “isola del deserto”.

Con l’obiettivo iniziale di Nikon di far passare i professionisti al sistema mirrorless, l’obiettivo S ha dovuto superare le prestazioni dei suoi attuali concorrenti. Sebbene possa essere uno degli obiettivi più costosi in termini di lunghezze focali sul mercato, viene fornito con alcune delle specifiche più performanti per rendere il prezzo più che valido.

Qualità costruttiva e design

L’obiettivo Z 24-70mm f/2.8 S è più grande, più veloce e più pesante della versione f/4 del sistema mirrorless, ma è comunque più piccolo (un pollice) di lunghezza rispetto al fratello con innesto F, rendendolo più portatile e più facile da usare imballare quando si viaggia. È dotato di 17 elementi in 15 gruppi tra cui due Ultra Low Dispersion (ED) e quattro elementi asferici, oltre a nove lame rotonde e una gamma focale da f/2,8 a f/22.L’obiettivo ha un pulsante di controllo e un anello aggiuntivi personalizzabili per consentire per modifiche rapide alle impostazioni e modalità multiple senza dover distogliere la fotocamera dagli occhi. Inoltre, l’obiettivo include anche un piccolo display informativo OLED sul barilotto dell’obiettivo che può essere ruotato attraverso diversi display informativi tra cui lunghezza focale, distanza di messa a fuoco e apertura.

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S - 2

L’obiettivo 24-70 mm f/2.8 S è lungo circa cinque pollici e il barilotto ha un diametro di circa 3,5 pollici e pesa circa 805 grammi. Sebbene non sia così piccolo, è uno degli obiettivi 24-70 mm f/2.8 più leggeri e piccoli per le fotocamere mirrorless nel loro insieme. L’anello di messa a fuoco si trova nella parte anteriore del barilotto con l’anello dello zoom posizionato direttamente dietro di esso (appena sopra lo schermo OLED). Tutti e tre gli anelli si regolano in modo fluido con una deriva minima o nulla grazie alla “durezza” complessiva degli anelli che rende incredibilmente facili le regolazioni precise di zoom avanti e indietro.

Nikon Z 24-70mm f-2.8 S-11. Recensione

Vale la pena notare che l’anello di messa a fuoco ha un sistema sensibile alla velocità, il che significa che muoverlo lentamente consentirà regolazioni incredibilmente precise mentre ruotando rapidamente l’anello catturerà la messa a fuoco da un’estremità all’altra con il minor movimento possibile. Questo è ottimo quando si scattano foto, ma può essere un po’ doloroso mettere a fuoco quando si lavora in video con questo particolare obiettivo.

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S -6

Il pulsante L-Fn programmabile accanto al pulsante Modalità di visualizzazione può essere impostato tramite il sistema di menu della fotocamera per includere il blocco della messa a fuoco automatica, l’inseguimento del soggetto, la riproduzione dell’immagine e molte altre opzioni che semplificano la messa a fuoco attraverso l’obiettivo piuttosto che combattere il menu touch screen durante il lavoro. Personalmente, tendo a impostare il pulsante L-fn per le modalità di tracciamento e la ghiera di controllo per le regolazioni ISO. Infine, alla base dell’obiettivo c’è un interruttore per il cambio rapido tra le modalità di messa a fuoco automatica e manuale.

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S -7

L’obiettivo 24-70 mm f/2.8 S è completamente ermetico per proteggere da polvere e umidità con guarnizioni sulla base, anelli di controllo, pulsanti e interruttori, oltre a ogni giunzione tra i componenti. L’unica cosa che probabilmente manca a questo particolare obiettivo è il sistema di riduzione delle vibrazioni (VR) integrato. Anche se non è affatto un problema perché tutti i corpi Z mirrorless professionali hanno tutti la stabilizzazione dell’immagine incorporata che funziona molto bene, sarebbe stato bello ottenere alcuni passaggi VR extra per funzionare nelle situazioni di scarsa illuminazione che spesso utilizzate dai fotografi di eventi. Ci si ritrovano dentro.

Nikon Z 24-70mm f-2.8 S-8.Recensione

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S -9

Un’altra caratteristica interessante dell’obiettivo 24-70 mm f/2.8 S sono gli elementi dell’obiettivo anteriore e posteriore rivestiti di fluoro per resistenza a polvere, umidità, sbavature e impronte digitali, nonché un paraluce con rivestimento in feltro per aiutare a proteggere l’obiettivo da perdite di luce e prevenire eventuali riacutizzazioni. Infine, per le persone che desiderano utilizzare i filtri con il sistema, l’obiettivo multiuso viene fornito con una filettatura di 82 mm per filtri a vite.

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S-19

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S - 23

La linea di fondo qui è che l’obiettivo è costruito più o meno come un carro armato e, sebbene sia più pesante del suo fratello f/4, ciò non influisce davvero su come ci si sente ad essere utilizzato. Negli ultimi mesi, ho usato questo obiettivo per qualsiasi cosa, dalle riprese di spettacoli automobilistici, storyboard, matrimoni, foto di moda, foto di prodotti per la pubblicità e astrofotografia, oltre a paesaggi, strade e partite.

Qualità e prestazioni dell’immagine

L’obiettivo 24-70 mm f/2.8 S è uno degli obiettivi più nitidi e puliti che l’azienda abbia mai realizzato, superando costantemente tutti i suoi fratelli e la maggior parte degli obiettivi concorrenti (secondo DXOMark). L’obiettivo stesso ha una distanza di messa a fuoco ravvicinata di 15 pollici (0,37 metri) e ha un ingrandimento 1:4,2 nella messa a fuoco manuale a 70 mm, il che significa che non solo può funzionare benissimo come obiettivo per uso quotidiano e generico, ma può anche esserlo. Usalo per scattare foto di prodotti/cibi/bevande eccezionali con una nitidezza sorprendente.

Recensione Nikon Z 24-70mm f-2.8 S - 20

L’autofocus con questo obiettivo è stato incredibilmente impressionante. Utilizza un nuovo sistema multifocale che funziona in modo simile agli obiettivi G Master di Sony, utilizzando motori e combinazioni di autofocus per migliorare le prestazioni del sistema. La differenza con Nikon è che utilizza due motori passo-passo per spostare i due gruppi di messa a fuoco contemporaneamente. Questo sembra rendere il sistema incredibilmente silenzioso e più preciso, tuttavia, spesso sembra che ci voglia un po’ più di tempo per passare dalla messa a fuoco alla messa a fuoco del soggetto rispetto alla versione f/4 o anche alle versioni DSLR con innesto F.

Nonostante la nitidezza dell’obiettivo in generale, la distorsione è ancora leggermente evidente se non si abilita la correzione della distorsione e la rimozione dell’immagine nella fotocamera (o tramite il profilo dell’obiettivo in Photoshop/Lightroom). Per impostazione predefinita, il sistema Nikon Z sembra applicare automaticamente le correzioni del profilo dell’obiettivo direttamente ai file RAW quando vengono importati da Adobe. Ma dopo aver disabilitato e riattivato manualmente queste impostazioni per alcune foto (vedi animazioni di seguito), puoi vedere le differenze tra i profili attivati ​​e disattivati.

Profili da 24 mm abilitati/disabilitati
Profili da 24 mm abilitati/disabilitati
Profili da 70 mm Abilitati/Disabilitati
Profili da 70 mm Abilitati/Disabilitati

In termini di nitidezza dell’immagine, i soggetti sono costantemente e straordinariamente nitidi nell’area centrale dell’obiettivo indipendentemente dalla lunghezza focale utilizzata, ma gli angoli diventano un po’ morbidi quando si scatta con un’apertura ampia. Una volta sceso a f/5.6, la nitidezza da bordo a bordo è quasi perfetta senza alcuna vignettatura o distorsione visibile.

Il bokeh quando si scatta in grandangolo è bello e fluido, il che è un enorme miglioramento rispetto alla versione f/4, ma possono esserci motivi bokeh “a occhio di gatto” che appaiono quando c’è uno sfondo affollato all’esterno: le aree di messa a fuoco vicino ai bordi dell’inquadratura. Questo stile potrebbe non essere un grosso problema o addirittura soddisfarne alcuni, ma per me preferisco che i miei motivi bokeh siano più coerenti. Anche con quella presa, l’obiettivo può creare dei bei lanci bokeh stellari.

Fortunatamente, grazie al design dell’obiettivo, non ci sono assolutamente problemi con il riflesso dell’obiettivo, l’aberrazione cromatica o l’effetto fantasma. Durante i mesi di utilizzo dell’obiettivo per più progetti, tutto è stato ben controllato e non ho avuto scatti “buttati via” da questo potenziale problema.

Di seguito una serie di foto in una gamma di discipline che ho scattato con il Nikon 24-70mm f/2.8 S, a dimostrazione della sua versatilità.

Un successore superiore del leggendario F-Mount

Con il rilascio dello Z 24-70mm f/2.8 S, Nikon ha offerto ai suoi utenti mirrorless una versione più grande, più nitida e meglio resistente alle intemperie del suo fratello f/4, che è ancora più piccola della maggior parte degli altri obiettivi mirrorless della sua categoria. Anche se il costo è molto più alto della versione f/4 e probabilmente si concentra un po’ più lentamente rispetto alla versione DSLR con innesto F, vale comunque quello che ottieni in cambio, soprattutto se hai già obiettivi 14-24 mm e 70 con innesto Z è 200 mm per completare la trinità.

Nikon Z 24-70mm f-2.8 S -21. Recensione

L’obiettivo 24-70 mm f/2.8 S è un obiettivo impressionante e davvero un successore del suo predecessore DSLR con prestazioni straordinarie in termini di nitidezza, nitidezza, bokeh e zoom. Sono tra gli obiettivi più piccoli e leggeri della loro categoria, hanno un’ottima tenuta agli agenti atmosferici e sono i migliori obiettivi 24-70 mm f/2.8 che Nikon abbia mai prodotto.

Ci sono alternative?

Kit Nikon Z 24-70mm f/2.8 S vs f/4

Come accennato in precedenza, ci sono diverse alternative all’interno della gamma Nikon, tra cui $ 2.096 per la DSLR 24-70 mm f/2.8 ED-IF VR da $ 2.096 (con adattatore FTZ) che è più grande e più pesante, l’obiettivo Z 24-70 mm f/4 S che costa $ 997. È più piccolo e leggero, ma perdi i controlli extra e la gamma di apertura aggiuntiva, nonché molte altre funzionalità. C’è anche l’obiettivo Z 28-75mm f/2.8 da $ 1.196 che è un’alternativa conveniente se stai bene con una qualità dell’immagine leggermente inferiore e una gamma focale diversa.

Al di fuori di Nikon, ci sono alcuni obiettivi DSLR esterni come il Tamron SP 24-70mm f/2.8 Di VC USD G2 da $ 1.199 e il Sigma 24-70mm f/2.8 DG OS HSM Art Lens da $ 1.299, entrambi richiederanno l’uso di un adattatore FTZ.

Dovresti comprarlo?

sì. Il Nikkor 24-70mm f/2.8 S vale più dell’investimento ed è il cavallo di battaglia assoluto dell’obiettivo.

Leave a Comment