My Go-to Gear for Nighttime Landscape Photography

La fotografia di paesaggi di notte spesso richiede attrezzature che non sono strettamente necessarie per la fotografia diurna. Ecco alcuni suggerimenti per scattare singole foto, oltre a percorsi stellari e fotografie time-lapse.

La fotografia di paesaggi e natura di notte presenta un mondo quasi completamente diverso da quello che vediamo durante il giorno. Ci occupiamo di condizioni meteorologiche diverse e affrontiamo sfide diverse quando si tratta di illuminazione. Scattare di giorno spesso significa dover fare i conti con squilibri di luminosità e poter utilizzare gli effetti dell’esposizione nonostante molta luce. Scattare di notte significa scattare foto nitide e colorate nonostante la scarsità di luce, oltre a aggirare le restrizioni dovute al movimento, alle intemperie e alla luce artificiale.

Mentre la fotografia di paesaggio notturno richiede un processo diverso, l’astrofotografia è un processo molto più preciso e specializzato. Questo articolo parla della fotografia di paesaggi con il cielo notturno con esposizione singola o immagini composite.

attrezzatura fotografica

Naturalmente, al giorno d’oggi quasi tutte le fotocamere, anche quella di uno smartphone, possono essere utilizzate per fotografare il cielo notturno. Tuttavia, ci saranno sempre fotocamere che presentano più vantaggi di altre in termini di precisione e prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre, un obiettivo buono e affidabile può essere ancora più importante se si desidera catturare il cielo notturno con grande brillantezza e ottenere immagini il più pulite possibile.

Ora utilizzo principalmente la Sony a7IV e la Sony a7R mark III per i miei lavori di fotografia di paesaggi, motivo per cui gli obiettivi che menzionerò sono quelli per i suddetti corpi macchina. Tuttavia, i fattori più importanti con questi obiettivi sono le lunghezze focali, l’apertura e la qualità complessiva dell’immagine che producono.

Quando si tratta di fotografia di paesaggio in generale, l’obiettivo ultragrandangolare più utilizzato dovrebbe essere il 16-35 mm. La variante con apertura f/4 sarà più che in grado di riprendere i paesaggi per la maggior parte del tempo, tranne che per le riprese notturne. Avere un’apertura di f/4 significa che è necessario utilizzare un ISO molto più alto che può comportare più rumore anche con una fotocamera con costanti ISO elevate. Ovviamente, un obiettivo 16-35mm f/2.8 andrà meglio seguendo questo ragionamento, e sarà quindi uno dei primi obiettivi zoom da considerare.

D’altra parte, gli obiettivi a focale fissa grandangolari forniranno più funzionalità aggiuntive in termini di prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione. Le scelte popolari per gli utenti Sony possono essere 24 mm f/1.4 G Master, 14 mm f/1.8 G Master e 20 mm f/1.8 G. Per le fotocamere full frame di altre marche, sono spesso disponibili opzioni di combinazione con lunghezza focale e apertura simili. La mia scelta personale è il 20mm f/1.8 G per una serie di motivi. Ad esempio, mi piace particolarmente l’angolo di campo dell’obiettivo da 20 mm non solo per la fotografia di paesaggi e cielo notturno, ma anche per i video all’aperto e la fotografia di strada. Quando si fotografa il cielo notturno da una posizione che non è completamente libera da ostacoli, si ottiene comunque un angolo di visione notevolmente ampio con la possibilità di evitare gli ostacoli in primo piano. Mentre il 24 mm f/1.4 è anche un’ottima scelta grazie alla sua apertura più ampia e all’angolo di campo relativamente simile, e il 14 mm f/1.8 è un’ottima scelta per scatti ultra grandangolari, l’obiettivo 20 mm f/1.8 G offre una messa a terra di fascia media per entrambi gli obiettivi ed è più conveniente di entrambi gli altri due.

filtri

A causa del fatto che i filtri di alta qualità per la fotografia di paesaggio dovrebbero fare solo una cosa e cioè limitare la luce, i filtri generalmente non vengono utilizzati quando si scattano fotografie notturne. Tuttavia, ci sono due eccezioni a questa regola. Un uso alternativo del filtro GND dai bordi morbidi consiste nell’utilizzarlo con la parte scura rivolta verso il basso quando si fotografa un primo piano relativamente luminoso. Questo può essere fatto per attenuare un paesaggio urbano luminoso con l’obiettivo di creare un cielo più luminoso. Questo effetto può essere utile quando sono presenti elementi visibili nel cielo come nuvole in rapido movimento, o anche quando sono visibili stelle o luna nonostante l’inquinamento luminoso.

Il secondo filtro è il filtro per l’inquinamento luminoso. Questo filtro speciale elimina in una certa misura l’inquinamento luminoso e consente una migliore nitidezza e lucentezza nel cielo notturno. Ciò offre anche maggiori possibilità di catturare meglio i colori delle stelle e di altre galassie quando gli effetti delle luci artificiali vengono annullati. In particolare sto usando il filtro notturno anti-inquinamento H&Y Starkeeper per uso generico, tuttavia ci sono anche filtri specifici multi-banda per l’astrofotografia dedicati a obiettivi specifici.

incinta

I requisiti per i treppiedi sono simili alla fotografia di paesaggio diurna. Per le configurazioni della fotocamera mirrorless che sono relativamente leggere, scattando in un ambiente abbastanza delicato, sarà sufficiente un treppiede. Tuttavia, quando si scatta da una posizione elevata, un luogo con vento forte o si scatta con un treppiede immerso nell’acqua, un treppiede più pesante è la scelta migliore. Quando si scatta con esposizioni singole per catturare il cielo notturno, la capacità del treppiede di resistere al vento o alle correnti d’acqua sarà fondamentale per evitare l’effetto mosso. Questo diventa ancora più importante quando si riprendono le scie stellari o un lasso di tempo perché un incidente può rovinare un’intera notte di riprese.

Semplici estensioni time-lapse

La ripresa di video time-lapse meticolosamente progettati richiede così tanta maestria e lavoro che farlo insieme all’acquisizione di immagini fisse e alla creazione di più composizioni in un unico scatto può essere travolgente. Tuttavia, poiché mi concentro specificamente su quest’ultimo, questi due componenti aggiuntivi consentono di rappresentare percorsi e stelle time-lapse in modo quasi automatizzato.

MIOPS Flex Camera Trigger è un misuratore di intervallo di steroidi. Si collega alla fotocamera come un telecomando per PC che può quindi controllare l’otturatore e gestire anche i file. Ha funzioni che vanno dalle semplici modalità di posa a lunga esposizione, allo scatto time-lapse e un sensore di luce allo scatto di fulmini, nonché un sensore del suono per effetti speciali. Tuttavia, per la fotografia di paesaggi e time-lapse, questo lanciatore di fotocamere può raccogliere automaticamente clip time-lapse utilizzando l’app e memorizzarle sulla sua scheda micro-SD. Può anche eseguire lo stesso processo per le esposizioni a forcella da HDR ed elaborarle in movimento.

Infine, se la tua fotocamera consente la ricarica USB-C, avere un power bank portatile può proteggerti dalla preoccupazione che le batterie si scarichino nel cuore della notte durante le riprese time-lapse. Nel video, ho mostrato un grande power bank da 26800 mAh che è ottimo per il campeggio all’aperto grazie alla possibilità di utilizzare una presa CA da 100 W per l’elettronica portatile. Tuttavia, se utilizzato interamente per l’intervallo, il powerbank più piccolo e portatile da 10.000-20.000 mAh è più che sufficiente per una notte.

La fotografia di paesaggi e cielo notturno mostra il mondo in un modo più calmo e meraviglioso. L’abbondanza di luce durante il giorno spesso nasconde le meraviglie dell’universo ai nostri occhi e la capacità di superare le sfide nella mancanza di luce ambientale produce alcune delle foto di paesaggi più gratificanti.

Leave a Comment