Lens Hoods: Why, When, and How to Use One in Photography

Quando acquisti un nuovo obiettivo per fotocamera, riceverai spesso un copriobiettivo gratuito incluso con l’acquisto. E mentre molti fotografi lo lasciano senza pensarci due volte su cosa sta facendo, questo pratico strumento non è solo per lo spettacolo.

I paraluce possono aiutarti a ottenere i risultati desiderati nelle tue foto eliminando bagliori e bagliori indesiderati e sono uno strumento essenziale se vuoi evitare di causare danni significativi all’obiettivo. Ma quali sono le situazioni migliori in cui utilizzare un copriobiettivo e quando dovresti pensare di toglierlo? Scopriamolo.

sommario

Che cos’è una copertura per mirino?

Un copriobiettivo è un accessorio che si attacca alla parte anteriore dell’obiettivo della fotocamera. Sebbene sia tradizionalmente realizzato in plastica o metallo, puoi anche crearne uno tuo usando qualsiasi materiale che blocca la luce.

In genere troverai due tipi di copriobiettivo; I paraluce Petal non hanno angoli, mentre i paraluce tubolari sono completamente rotondi. Il tipo di copriobiettivo utilizzato dipende in gran parte dalla forma del sensore della fotocamera e dall’obiettivo collegato alla fotocamera.

Paraluce a petalo Nikon (a sinistra) e paraluce a tubo (a destra).

Perché dovresti usare un copriobiettivo?

Il primo motivo: luce indesiderata

Uno dei principali vantaggi previsti di un paraluce è quello di mantenere la luce indesiderata fuori dalle loro foto bloccando le fonti di luce che potrebbero causare abbagliamento o riflesso dell’obiettivo.

Il design di ciascun copriobiettivo consente la luce diretta in ingresso dall’angolo di visione dell’obiettivo, bloccando i raggi di luce parassita dall’esterno dell’angolo di visione.

Sia i paraluce a petalo che quelli a tubo svolgono un lavoro potente (gioco di parole) per impedire alla luce diffusa di entrare nell’obiettivo, rendendo facile catturare lo scatto desiderato in condizioni in cui devi affrontare una luce eccessiva.

Illustrazione di come un paraluce può bloccare i raggi di luce che potrebbero causare un riflesso dell’obiettivo. Illustrazione originale di Ggia e licenza CC BY-SA 3.0.

Il secondo motivo: protezione dai danni

Oltre ai vantaggi legati all’ottica, i paraluce sono anche comunemente usati come un modo per proteggere l’obiettivo, sia dai danni che dagli elementi. Le protezioni per obiettivi possono aiutare a proteggere l’obiettivo da danni che ne impediscono il corretto funzionamento, come il vetro rotto.

Il copriobiettivo sarà probabilmente la prima cosa a colpire il suolo se si lascia cadere la fotocamera; Anche se si rompe, sostituire il paraluce è molto meno costoso che riparare o sostituire l’obiettivo. Può anche, insieme a un filtro dell’obiettivo, proteggere l’elemento del parabrezza dell’obiettivo da graffi e crepe se l’obiettivo viene oscillato accidentalmente e colpisce qualcosa frontalmente.

Motivo 3: mantenere l’obiettivo pulito

Puoi anche utilizzare un copriobiettivo per scattare foto migliori in caso di maltempo. Tenere il cappuccio sulla fotocamera renderà più difficile l’ingresso della pioggia nell’obiettivo, consentendoti invece di concentrarti sull’acquisizione dello scatto che desideri.

Quando dovrebbe essere usato un copriobiettivo?

Finora, in questo articolo, hai imparato le basi di un copriobiettivo e perché dovresti considerare di usarlo. Per aiutarti a utilizzare i tuoi scenari in modo più efficiente, vale la pena pensare ai diversi scenari in cui averne uno ti gioverebbe.

Quando vuoi contrasto nelle tue foto

Se hai mai fotografato in una giornata di sole, saprai che creare immagini con contrasto a volte può essere difficile.

Tenere il paraluce acceso ti consentirà di evitare la perdita di contrasto, il che significa che devi solo effettuare regolazioni durante la post-produzione, piuttosto che apportare regolazioni più drastiche a causa della luce sfavorevole che colpisce l’obiettivo.

In condizioni con molte sorgenti luminose

La fotografia riguarda principalmente l’illuminazione, ma avere molte fonti di luce può rendere difficile lo scatto senza che la luce indesiderata penetri nelle tue foto. Non importa quanto sia buona la tua composizione, la soluzione perfetta per un’immagine con problemi di luce in post-produzione può essere difficile, se non impossibile.

In luoghi accidentati e accidentati

I paesaggi mozzafiato di paesi come la Norvegia e l’Islanda sono ottime destinazioni per i fotografi. Tuttavia, a volte potresti trovarti in parti di quei (e simili) luoghi in cui far cadere la fotocamera o colpire oggetti come rocce è pericoloso.

Se sei preoccupato di far cadere la tua fotocamera, un paraluce può fornire almeno una piccola protezione. Esempi di scenari che potresti voler utilizzare a scopo di protezione includono l’escursionismo su terreni rocciosi, quando sei fuori e in città e quando scatti in interni su pavimenti duri (e potenzialmente scivolosi).

Dovresti, ovviamente, prendere in considerazione anche l’acquisto di un cinturino robusto e sicuro per fissare meglio la tua fotocamera.

Quando non dovresti usare un copriobiettivo?

Nonostante i numerosi vantaggi dell’utilizzo dei copriobiettivo, ti consigliamo di pensarci due volte prima di utilizzarne uno in determinate situazioni.

clima tempestoso

Scattare con tempo inclemente è una sfida anche per i fotografi più esperti. I paraluce della fotocamera a volte possono fungere da vela durante i venti forti, provocando vibrazioni della fotocamera e foto sfocate. O peggio, possono far cadere la tua fotocamera montata su treppiede.

Togliere il tappo può essere una buona idea se stai usando un tempo di posa più lento e un obiettivo telescopico. Se le tue foto rimangono sfocate dopo aver eseguito questa operazione, puoi sempre montare la fotocamera utilizzando un treppiede robusto (possibilmente zavorrato) o un’altra superficie piana.

Tempo nuvoloso ma asciutto

Mentre l’uso di un copriobiettivo può aiutare a tenere l’acqua lontana dal vetro, dovresti anche ricordare che la loro funzione principale è ridurre la quantità di luce che raggiunge l’obiettivo. I livelli di luce sono normalmente bassi durante il tempo nuvoloso e il riflesso dell’obiettivo non è un grosso problema.

Se stai scattando con tempo nuvoloso e non piove, puoi considerare di lasciare il copriobiettivo chiuso. Puoi tenerlo nella tua borsa nel caso in cui le condizioni dovessero cambiare in seguito.

Quando vuoi che l’obiettivo splenda nelle tue foto

A volte, il riflesso dell’obiettivo può aiutare a migliorare l’aspetto grafico di un’immagine. Pensa all’ora d’oro, dove puoi vedere la luce solare intensa nella tua foto, ad esempio.

Se sei Tu vuoi Il riflesso dell’obiettivo nelle tue foto, l’uso di un paraluce può ostacolare la tua visione creativa; Scollegalo e inizia a sparare.

Il riflesso dell’obiettivo può essere un elemento creativo in una foto.

Come acquistare un copriobiettivo

Se non hai già un paraluce incluso con il tuo obiettivo e stai cercando di acquistarne uno, è importante trovare un paraluce corretto e compatibile per il tuo modello di obiettivo.

Digitando il nome del modello dell’obiettivo con le parole “coperchio dell’obiettivo” in un motore di ricerca o nel sito Web di un negozio di fotocamere, dovresti mostrarti i copriobiettivo esatti che ti stanno bene. Dovrai ricontrollare nella descrizione per assicurarti che il paraluce sia effettivamente progettato per il tuo obiettivo particolare: come accennato in precedenza, i paraluce sono progettati specificamente per l’angolo di campo dell’obiettivo, quindi l’uso del paraluce sbagliato può causare problemi con le tue foto finali.

Come si usa il copriobiettivo?

Usare un paraluce è semplice, non importa se hai una versione a petalo oa tubo. Tutto quello che devi fare è posizionarlo nella parte anteriore del mirino e ruotarlo finché non scatta o finché non si ferma e non può più essere ruotato.

Di solito ci sono segni di guida sia sul barilotto dell’obiettivo che sul paraluce per mostrare dove i due dovrebbero allinearsi prima di girare.

Gli obiettivi e i cappucci Canon hanno un punto rosso per indicare dove deve iniziare l’installazione. Foto da Canon.

Alcuni paraluce sono dotati di meccanismi di bloccaggio che utilizzano viti o altre caratteristiche per evitare che il copriobiettivo si stacchi accidentalmente dall’obiettivo, mentre altri sono tenuti in posizione utilizzando il buon vecchio attrito.

Prova a spostare il copriobiettivo per vederlo cadere facilmente, il che significa che non è stato installato correttamente; In caso contrario, sei pronto per uscire con la fotocamera.

Come si conserva il copriobiettivo?

Oltre a rimuovere il copriobiettivo e riporlo nella borsa della fotocamera, la maggior parte dei moderni copriobiettivo possono essere montati al contrario sull’obiettivo quando non sono necessari. Basta posizionare il paraluce sulla parte anteriore dell’obiettivo e ruotarlo, come al solito, per tenerlo in posizione con la parte del paraluce che copre il tubo dell’obiettivo invece di estendersi verso l’esterno.

Attacco per paraluce inverso su obiettivo Canon 24-70 mm. Foto di Jaron Schneider per betapixel.

I copriobiettivo sono più utili di quanto potresti pensare

Quindi eccolo qui: ora sai cos’è un paraluce e sei anche pronto per iniziare a usarlo nel modo giusto. Spesso, averne uno sulla tua fotocamera ti aiuterà a ottenere le foto che desideri e a ridurre il rischio di danni al tuo hardware.

Mentre i paraluce funzionano per la maggior parte dei fotografi, altri preferiscono lasciare i paraluce a casa. Prova entrambi per vedere quale è il migliore per te.


Crediti immagine: Foto d’archivio da Depositphotos

Leave a Comment