Judith Black, Vacation – Collector Daily

JTF (solo fatti): Pubblicato nel 2021 da Stanley/Parker (qui). Copertina rigida in tre quarti con foto di copertina diagonale (250 x 250 mm), 128 pagine, con 101 fotografie monocromatiche. Include un’introduzione dell’autore. Progettato dall’Intesa. (Copri e pubblica gli scatti qui sotto.)

Commenti/Contesto: Sono passati diversi mesi da Judith Black Vacanza È stato pubblicato lo scorso giugno. Se questa recensione ha impiegato del tempo per dare i suoi frutti, forse questo è appropriato. Tutte le foto di questo libro – scattate tra il 1981 e il 2004 – sono state disperse nell’ombra già da un po’. Quindi non farebbe male ancora per un po’. In effetti, può aiutare, perché le immagini spesso maturano nel tempo.

Questa linea di pensiero è centrale nel lavoro di Judith Black, che è radicata nella famiglia, nell’invecchiamento, nel cambiamento delle relazioni e nel pensiero a lungo termine, e quindi spesso prende di mira lo specchietto retrovisore. Ha fatto uno sguardo storico su album fotografici, fotografe e autoritratti di ogni tipo, comprese foto trovate e scatti gergali di altri. Ma il suo obiettivo principale – e il tema Vacanza– La sua famiglia ha vissuto, ha assistito e si è sparata nel corso dei decenni.

Anche il sito Web di Black include un pezzo di storia. Non sembra che sia stato aggiornato in un decennio. ma ciò Causa dell’esistenza Sembra ancora moderno. sotto un semplice titolo PerchéSpiega: “Dal 1979, fotografo la mia famiglia come pietra di paragone dei ricordi… Più coerentemente basato sul punto di vista del lettore.

Nel caso della tradizione Art in Life, anche la carriera di Black ha seguito il modello dell’archivio sepolto, anche se non interamente di design. Ha guadagnato tacche significative nella cintura dopo aver conseguito il suo MFA nel 1981. Black ha conseguito la laurea Guggenheim nel 1986, è stata pubblicata dalla rivista Aperture nel 1987 e poi formattata nel MoMA di successo. I piaceri e gli orrori del comfort domestico Scritta da Peter Galassi nel 1991. Questa galleria ha tirato fuori dall’ombra una varietà di fotografie di famiglia e domestiche, mettendo in mostra un genere precedentemente trascurato e legittimando il mainstream. Questo era proprio il vicolo di Judith Black, e il suo lavoro si adatta perfettamente a Sage Seher, Jo Ann Callis, Doug Dubois e altri contemporanei.

Con la piuma del MoMA nel cappello, ha continuato le riprese, ma la traccia del riconoscimento si è gradualmente raffreddata. Non è tornato sotto i riflettori fino al 2020 Piacevole strada Di Stanley/Parker – L’editore londinese che ha sviluppato un’industria artigianale per individuare le attività trascurate. Vacanza È il successore di quello studio ed è una sorta di compagno, con più o meno lo stesso approccio, pianificazione, design e specifiche fisiche. Ma c’è una grande differenza. Mentre Piacevole strada Ha mostrato le foto di Black dalla sua casa a Cambridge, Massachusetts, Vacanza Raccoglie le sue impressioni sul mondo esterno. Questa è la vita familiare che si incontra nella grande apertura, nell’espansione deliberata delle terre locali.

Vacanza Radicato in un viaggio su strada, un breve viaggio di 6 settimane attraverso il paese nel 1986. Con il finanziamento di Guggenheim, Black ha acquistato una station wagon, ha imballato i suoi bambini e l’attrezzatura fotografica e si è diretta a ovest. Trascorrere tutto quel tempo in macchina con quattro bambini potrebbe non essere l’idea di vacanza di tutti, ma per Black è stata una pausa dallo stress del lavoro e un buon momento per il divertimento estivo. Questa è stata la sua opportunità di fare il classico diario di viaggio che era un punto fermo della fotografia americana – Frank, Winogrand, Shore, Sternfield, et al. Ma a differenza dei suoi predecessori, Black ha preso di mira la ruota per la famiglia allargata. Non ci sono bar, distributori di benzina o strade cittadine che le siano misteriose. Invece, ha ascoltato amici e parenti che si godevano l’estate, a volte rimanendo per qualche giorno, filmando continuamente.

Il suo strumento principale era una telecamera di visualizzazione 4 × 5 caricata con Polaroid tipo 55 monocromatica, una pellicola pelabile che produceva positivi (presumibilmente regalati ai soggetti) e negativi (archiviati da Black). Gli elementi distintivi di elaborazione di questo formato definiscono i confini della maggior parte delle immagini in questo libro. È un look distinto che esalta la loro atmosfera vintage ed è anche piuttosto bello di per sé. L’ingombrante macchina fotografica di Black di solito significa foto in posa con un treppiede e molte delle sue foto catturano soggetti che guardano indietro con tutto il cuore, aspettando pazientemente il clic. Ma Vacanza Mostra anche un sorprendente grado di spontaneità. Lo scatto di Diana, Topolino e Angie sembra effimero. Un’altra foto della famiglia che ride mentre circonda la zia Kristen attorno al tavolo da pranzo accende la vitalità del momento. La natura temporanea di questi e molti altri è esaltata da un lampo audace. Molte delle scene risulteranno familiari a coloro che hanno intrapreso un viaggio in famiglia: bambini annoiati in un parco, spintoni per attirare l’attenzione o rapina in spiaggia. Oggi potrebbe essere scattato con un iPhone, ma senza gravità Vacanza.

Le fotografie di quel viaggio del 1986 costituiscono il nucleo del libro e ne costituiscono il terzo medio. Ma poiché questo è uno studio dell’albero genealogico, il suo ordine cronologico si estende da radici e rami ad altre date. Ci sono alcune foto prima del 1986 e dozzine di anni successivi, compresi i viaggi su strada successivi. Lungo la strada incontriamo i parenti di Black, che cambiano le iterazioni per se stessi. Ci sono i suoi figli che viaggiano per la strada Laura, Jonah, Eric e Dylan, suo marito Rob e la sua famiglia Lynn, Milt e Christopher. La zia di Black, Kristen, appare con suo padre, la matrigna e la famiglia allargata, inclusi Phil e il figlio Cody. I suoi fratelli John e Hank e il figlio di Hank, Christian, sono stati fotografati più volte. E non dimentichiamo sua sorella Maggie e suo figlio Matt. Lungo la strada compaiono molti altri, le cui relazioni sono indefinite: Jeff, Devon, Jim, Paige, Anna, Diana, Mickey, Angie, Tanner, Max, Aki, Elaine, Jake, Willie e Sophie. Judith Black è rimasta sullo sfondo di diverse foto, a volte anche in primo piano. Ai tempi dei suoi selfie, la parola selfie non esisteva ancora. Ma l’impulso primario ad affermare la propria presenza è eterno.

Hai raccolto tutti questi nomi? Non preoccuparti, non verrai testato. Ma c’è molto da ricordare. Entrare nel libro è un po’ come entrare nella riunione di famiglia di uno sconosciuto. All’inizio non conosci nessuno ed è normale sentirsi un po’ persi. Ma Vacanza Più confuso della realtà, perché cattura questi membri della famiglia nel corso di 23 anni. Volti e corpi cambiano nel tempo, soprattutto quelli dei bambini che attraversano l’adolescenza. Quando abbiamo incontrato Eric per la prima volta, per esempio, era il 1982. È un ragazzo con due capelli di circa 10 anni. Catturato verso la fine del libro nel 2004, è maturato fino all’età adulta. Ci vogliono alcune pagine avanti e indietro per confermare che sì, è davvero la stessa persona. Moltiplica questo esempio con dozzine di identità, luoghi e permutazioni genetiche e mettere insieme questo libro diventerà più lavoro che una vacanza.

per fortuna Vacanza Viene fornito con una pietra di Rosetta. Indice sul retro allegato alle foto con nome, luogo e data (in ordine cronologico). Questa lista è molto utile. Ci sarà più pagina voltando, risolvendo il lettore solo chi è, ma non toglie troppo. Un indice non è solo un valore per la decodifica del contenuto. È di per sé una caratteristica distintiva del design. come in Piacevole stradaI commenti sono dattiloscritti, con molte annotazioni e correzioni scritte a mano. Si filtra attraverso le foglie verdi finali e attraverso la maggior parte della quarta di copertina. Forse è una replica dell’originale Black Notes? Oppure potrebbe essere un adattamento intelligente. In ogni caso, prestano immagini di improvvisazione kuda. Dirette da scarabocchi analogici, le immagini precedenti assumono la qualità di un album da disegno, una certa brezza durante il viaggio e rimbalzano da un posto all’altro.

prima Vacanza (E Piacevole strada), gli archivi della famiglia Black non hanno ricevuto molta attenzione. Le foto sono sul suo sito web, ma sono organizzate lì in modo abbastanza diverso e senza aggiornamenti recenti. Quindi è bello vederli raggruppati in una forma prismatica, sotto la nozione di “vacanza” che allude al letargo e all’avventura. Arriva in un momento durante la pandemia globale, in cui le vacanze sono diventate in qualche modo preziose e la vita familiare è stata migliorata.

Ogni esposizione alla luce nera cattura un momento speciale, un punto fisso nel tempo. Nel frattempo, il mondo più ampio delle immagini si è trasformato radicalmente da quando le ho realizzate. I confini tra settore pubblico e privato sono sfumati. Le foto che in precedenza potevano essere limitate agli album di famiglia e alle scatole da scarpe vengono ora condivise pubblicamente online. Ciò include autoritratti, foto di cibo, bambini che giocano, scatti delle vacanze, scene in spiaggia, compleanni, riunioni e tutti gli altri argomenti di questo libro. Di solito potrebbero non essere scattate con la stessa cura e abilità delle foto di Black, ma i ritratti affollano il campo fianco a fianco Vacanza. Scene in interni e selfie ci bombardano ogni giorno. Cosa significa sparare alla sua famiglia? Perché prendersi le vacanze estive e percorrere lunghe distanze per fare un lavoro che si ripete miliardi di volte al giorno?

Quando supervisiono Peter Galassi I piaceri e gli orrori del comfort domesticoLe risposte a queste domande erano completamente diverse. Offriva una finestra su un mondo appartato, da allora spalancato. Vacanza Riporta il lettore al 1986 per un momento, un’era in cui ogni foto di famiglia era un piccolo tesoro e potresti dover guidare per mille miglia per vedere quanto sembra vicino. Le immagini della vita domestica sono cambiate da allora, ma il potere delle belle immagini rimane costante. Vacanza Sarà un libro prezioso indipendentemente dall’anno di pubblicazione. Tuttavia, la lunga attesa ha solo accresciuto il suo fascino.

Collezionista POV: Judith Black non sembra avere una rappresentazione espositiva coerente in questo momento. Di conseguenza, i collezionisti interessati probabilmente seguiranno direttamente l’artista tramite il suo sito Web (collegato nella barra laterale).

Leave a Comment