Is Technology in Photography Lowering the Bar or Increasing Freedom?

Si può dire che il mestiere della fotografia è cambiato di più negli ultimi vent’anni che nel secolo precedente. Con ogni miglioramento dell’attrezzatura arrivano gli inevitabili gemiti di molti fotografi che credono che la tecnologia stia togliendo l’artigianato. Questo è giustificato o sbagliato?

Possiedo una Fujifilm GFX 50R, un corpo digitale di medio formato. Su questo corpo è presente un obiettivo con messa a fuoco manuale molto veloce che fornisce una sottile profondità di campo eterea sulle immagini catturate con esso, se è possibile bloccare la messa a fuoco. Da quando ho ricevuto questo set, sono diventato un po’ ossessionato dall’idea di scattare foto di medio formato a tutta apertura. Questo non è un divertimento unico, e sono sicuro che molti criticheranno quanto io scelga di girare in largo, anche se è quasi sempre solo per divertimento, non per i clienti. Ci sono diversi motivi per cui amo la fotografia in questo modo. La prima è chiara: mi piace l’estetica creata dal sensore di medio formato e dall’f/1.4 su detto sensore. Successivamente, mi piace anche l’elemento di messa a fuoco manuale se abbinato alla ridotta profondità di campo. Per ottenere lo stile dell’immagine che voglio, devo lavorare abbastanza sodo; È molto facile perdere completamente la messa a fuoco.

Un mio amico, fotografo appassionato ma amatoriale, ha commentato quanto amo questi scatti in diverse occasioni. Abbiamo discusso di come creo il look e cosa c’è nello scatto. Poi è successo qualcosa che mi ha gettato in un loop. Ho scattato una rapida foto sul mio iPhone della mia ragazza e di mio figlio e, quando il mio amico l’ha visto, hanno commentato quanto sia fantastico l’aspetto di medio formato per uno scatto. Ora, questo è un dilettante (autodescritto), quindi non ha senso mettere troppo peso nell’errore, ma ho modificato lo scatto per assomigliare un po’ a una foto di medio formato e sembrava lo stesso.

Creare lo stesso scatto sul mio corpo macchina di medio formato e sull’obiettivo con messa a fuoco manuale sarebbe stato più difficile e, con ogni probabilità, non sarebbe sembrato molto diverso. Non è una novità che le fotocamere dei telefoni ora siano molto potenti e invadano permanentemente l’area dedicata alla fotocamera. Con una combinazione di intelligenza artificiale e design intelligente, possono ricreare molti effetti che un tempo erano una grande abilità nella fotografia. L’ultimo esempio che ha ormai raggiunto un livello quasi indistinguibile è l’esposizione lunga.

Sì, ci sono ancora differenze nel risultato finale, soprattutto per l’occhio allenato. Inoltre, la dimensione del file e la sua malleabilità in post-elaborazione sono generalmente lontane dalle fotocamere dedicate. Ma, su tutti questi aspetti, non ha mai importanza. La maggior parte delle persone non può dire la differenza e la maggior parte delle app fotografiche non visualizzerà l’immagine vicino alle sue dimensioni reali. La domanda più eccitante qui è come tutta questa tecnologia influenza il fotografo.

C’è un estenuante dibattito tra la fotocamera dedicata e il telefono. Ciò che è ancora più interessante, almeno per me, è come tutta questa tecnologia abbia cambiato il mestiere. Dopotutto, mentre le fotocamere dei telefoni sono migliorate a un ritmo vertiginoso, anche le fotocamere dedicate sono migliorate. Gli oggetti moderni ora hanno alcune fantastiche funzioni che migliorano la qualità della vita, dall’AF degli occhi alla creazione di lunghe esposizioni e al compositing in tempo reale. Tutto ciò rende più facile scattare la foto desiderata in un modo che non era possibile fino a pochi anni fa e di solito sostituisce un’abilità nella fotografia.

Quando la fotografia digitale ha più o meno soppiantato la fotografia su pellicola, c’è stato un inevitabile contraccolpo da parte dei fotografi che si sentivano come se le capacità necessarie per essere un buon fotografo fossero state erose. Avevano senza dubbio ragione sul fatto che non c’era più bisogno di appendere una pellicola nel tuo bagno, ma avevano ragione anche sull’uso della fotocamera? Se puoi controllare le tue foto in movimento, puoi regolare l’esposizione e la composizione fino a quando non sono perfette, cosa che non era possibile con conoscenza ed esperienza in anticipo.

Ora, la fotografia digitale non ha avuto un momento cruciale di cambiamento come il passaggio dall’analogico al digitale, ma ha avuto una miriade di piccoli eventi. Il più ovvio e di grande impatto per me è il già citato Eye AF. L’ho impostato sul pulsante Indietro sulla mia Sony e non ho mai perso di nuovo la messa a fuoco dell’immagine sull’occhio del soggetto. L’hanno persino aggiunto per lavorare sugli animali! Prima lavoravo sodo per mettere a fuoco, anche con la messa a fuoco automatica (dato che c’è un’altra discussione simile), ma ora è più o meno gratuito. Puoi anche diventare un po’ più ambiguo con questa serie di domande: mi esercitavo con la tecnica di respirazione del tiratore per scattare foto a mano libera in condizioni di scarsa illuminazione, ma ora, IBIS è così bravo che posso scattare mentre ballo, se riesco a immaginare.

Cosa significa questo per il fotografo? La fotografia è più facile? Ebbene sì, inequivocabilmente in alcune questioni. Come padre e zio di due bambini piccoli, posso confermare che Eye AF ha aumentato le protezioni di un discreto margine, anche se gli scatti, se realizzati senza Eye AF e in caso di successo, saranno identici. Gli esempi in tal senso sono tanti e, quindi, non si può negare che realizzare determinati scatti sia oggettivamente più facile e richieda meno abilità da parte del fotografo. L’argomento di questo è che le riprese sono più facili e il nastro è stato abbassato. Questo è il punto in cui sono diverso.

Con le basi della fotografia facili, l’asticella non è mai stata abbassata. La curva di apprendimento è semplificata e i principianti possono ottenere scatti correttamente esposti e a fuoco quasi istantaneamente, ma questo alza davvero l’asticella. La media è molto più alta rispetto a qualche decennio fa, perché ciò che era un’abilità e un segno distintivo di un buon fotografo ora è semplicemente il minimo indispensabile. Di conseguenza, ci aspettiamo di più, soprattutto quando non solo scattiamo più foto che mai a un fattore enorme, ma mostriamo anche più fotografie alla stessa velocità crescente. Avere le tue foto apprezzate da un gran numero di persone è sempre stato difficile, ma ora è difficile in un modo che può sembrare insormontabile; Sei un granello di sabbia nel deserto.

Tuttavia, ci sono molti miglioramenti nella qualità della vita per i fotografi. Sia che tu stia scattando in modalità automatica al massimo delle specifiche della tua fotocamera o manualmente su uno chassis di medie dimensioni, le stampelle (per mancanza di una parola migliore) ti consentono di concentrarti su ciò che conta davvero: scattare una foto memorabile. Per la maggior parte dei fotografi, l’amore per il mestiere non è la padronanza delle ambientazioni, ma i suoi risultati. C’è un senso di soddisfazione nel diventare abili in qualsiasi abilità, certo, ma sapere quali impostazioni usare è un modo per arrivare a destinazione. Disconnettendo la tua mente dal cercare disperatamente di mettere a fuoco un occhio in movimento, controllando la gamma dinamica goffamente ampia di una scena o mantenendo la fotocamera sufficiente per scattare in condizioni di scarsa ma bellissima luce ambientale, puoi concentrarti su tutto il resto che fa una foto eccezionale : composizione, luce e la sensazione dell’immagine finale.

Per me, la tecnologia – riconoscendo che il processo di creazione di immagini correttamente visualizzate e focalizzate è più facile – è liberatorio come creatività. Mi piace molto il processo di ripresa su pellicola e l’utilizzo della messa a fuoco manuale e delle impostazioni manuali sugli oggetti digitali, ma le moderne comodità della fotografia contemporanea consentono che questa sia un’opzione. Puoi concentrarti sullo scatto e sulla creatività ogni volta che vuoi, ed è difficile immaginare che possa essere un aspetto negativo per il veicolo.

cosa ne pensi? Abbassare la barriera all’ingresso eroderà la nostra abilità disciplinare o alzerà l’asticella? Fai entrambe le cose contemporaneamente? Condividi i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto.

Leave a Comment