Insight From the Creative Conference in New York City

Spesso descriviamo i bambini come creativi. Ammiriamo come creano arte con meno di un pastello e un pezzo di carta bianca. Tuttavia, molti adulti ignorano la scintilla artistica che hanno avuto in gioventù e si descrivono come “non creativi”. La Conferenza sulla creatività, un evento gratuito di un’intera giornata tenutosi a New York City il 10 giugno, ha visto la partecipazione di relatori che hanno incoraggiato gli adulti presenti a credere di essere persone veramente creative che dovrebbero essere orgogliose di seguire e condividere le loro creazioni artistiche.

The Creativity Conference nasce da un’idea del regista Maxim Jago, che ha riunito più di 10 relatori al raduno tenutosi al Microsoft Garage di New York City. I partecipanti hanno avuto ampie opportunità di porre domande ai relatori e di comunicare tra loro. Maxim ha iniziato l’evento spiegando i suoi obiettivi per la giornata. “Per la Conferenza sulla creatività, ho chiesto espressamente ai relatori di non parlare di cose che potrebbero essere semplicemente messe in un elenco numerato. Ho detto ai relatori: non parlare del come. Parla del perché. Invitali a parlare della loro gioia “Qualunque cosa ti ispiri così profondamente che non hai scelta. Oltre a creare qualcosa che prima non esisteva, è di questo che voglio che tu parli. “

Maxim ha parlato di come si vede come un “creatore” quando il bambino cresce, la parola “perché” è stata bandita in casa mia per un mese perché gliel’ho chiesto così spesso. Ma la risposta al “perché” è alla radice della nostra identità. Tutti i nostri sentimenti possono essere ridotti a due componenti: amore e paura. Chiediti: “Cosa mi motiva? È amore o paura? Stabilisco dei limiti e mi proteggo?” Bene, questo è radicato nella paura. “Sono vivo e accetto cose nuove e accetto il cambiamento? Permetto agli altri di essere il meglio di sé?” Tutto questo è amore”.

Maxim crede che non dovremmo aver paura di condividere i nostri sforzi artistici: “Chiunque sia noto per essere creativo o che scelga la vita creativa ha scelto di partecipare e condividere. Indipendentemente dall’area in cui scegli di essere creativo, che si tratti di coreografie , scrivere poesie o scattare fotografie, tutto ciò che fai è fatto in modo che gli altri possano sperimentarlo. Anche se stai scrivendo un diario per te stesso, qualcun altro lo leggerà: il tuo io futuro.

“Vogliamo entrare in contatto con gli altri. Vogliamo che le persone guardino alle nostre vite e siano felici che fossimo qui. Vogliamo sapere che il nostro tempo qui sulla Terra non è stato egoistico. Speriamo tutti che il mondo non sia peggiore perché siamo qui. Un modo per raggiungere questo obiettivo è lasciare il mondo migliore. “Quello che abbiamo scoperto è che sei d’aiuto. Scopri cosa porta gioia nella tua vita e sii bravo in questo. Prendi ispirazione e trova il modo di essere al servizio ad altri. Disse Maxim. (Nota: tutte le citazioni sono state parafrasate da Maxim con il permesso.)

Mara McCann, imprenditrice e fondatrice di EveryGirl World, ha parlato del valore del silenzio. Letteralmente, possiamo abbracciare il silenzio per liberare le nostre menti per entrare in uno spazio creativo. Possiamo anche vedere il silenzio in relazione anche al campo visivo. Immagina un cielo azzurro con una nuvola. Il cielo rappresenta il silenzio mentre la nuvola rappresenta il rumore visivo. Puoi permetterti di vedere il cielo invece di concentrarti esclusivamente sulla nuvola?

Siamo abituati ai rumori visivi e uditivi del nostro mondo moderno. Nelle grandi città, siamo costretti a concentrarci sui voti solo per la nostra sicurezza. Stare in silenzio può essere fastidioso e questo lo rende uno spazio prezioso per la creatività. Pensa a questo spazio come al silenzio attivo. Chiediti, ti importa del silenzio dentro di te?

Mara ha anche abbracciato il concetto di condividere le nostre creazioni. “Quando condividiamo esperienze, ci nutrono. Iniziamo a capirle. Come creazioni, abbiamo bisogno di opportunità per parlare del processo, di cosa facciamo e di cosa produciamo”, ha detto.

Il fotografo Mark Mann ha parlato di come ha scoperto il suo sé autentico e creativo: “Sebbene la creatività fosse naturale per me, è stata anche qualcosa con cui ho lottato dal giorno in cui ho scattato la fotocamera, fino ad ora”. Racconta che ha un gioco in cui puoi inserire pioli quadrati, triangolari e circolari nelle rispettive forme che vengono tagliate in una tavola di legno. “Il problema era che il pezzo del cerchio si adattava al quadrato”, ha detto. “La gente mi diceva che era sbagliato. Ma per me andava bene. Non avevo idea che questo mi rendesse diverso e che stavo pensando in modo creativo. Era solo il pensiero di Mark. Da bambino è stato un vero incubo”.

Mark ha parlato di vedere occasionalmente una pubblicità terribile in senso creativo e di chiedersi come il fotografo abbia prodotto qualcosa di così obsoleto. “Ma poi mi sono reso conto che il fotografo ha avuto un’idea creativa e l’ha mostrata ai clienti e loro hanno detto: ‘Ok, dobbiamo cambiare questo e quello. Poi l’hanno mostrato agli avvocati che hanno detto: “Beh, non possiamo dire quella parola”. E poi l’hanno mostrato ai redattori che l’hanno cambiato di nuovo. Quando è stato stampato su un cartellone pubblicitario, è stato sterilizzato”.

“In fin dei conti, non sono un fotografo high-tech. Conosco l’illuminazione e capisco anche il colore e altre preoccupazioni. Tuttavia, dove metto la mia energia creativa è creare un momento reale tra fotografo e soggetto. Molti alla gente manca questo quando scattano foto.” “Ho visto fotografi tecnicamente abili ma privi di umanità. Tecnicamente possiamo tutti imparare quali f-stop usare e cosa fa la luce. Ma la creatività gioca un ruolo nell’umanità di due persone “, ha detto Marco.

Segna le pratiche che stabiliscono contatti con le persone durante il giorno. “Quando compro la Pepsi, parlo con quella persona. Sei impegnato a vendere un sacco di patatine?” Nessuno parla più con le persone.

Joseph Clark, un ex artista hip-hop e attuale consulente nel settore dell’intrattenimento, ha parlato della necessità di tenere sotto controllo l’ego per creare uno spazio sicuro in cui la creatività possa fiorire. La chiave di Giuseppe è accettare e comprendere l’umiltà. “Mi chiedo: ‘Quanta umiltà posso applicare in ogni situazione? “Secondo la mia esperienza, le persone più forti sono persone umili e silenziose. Se sei presuntuoso, hai una visione a tunnel. Quando sei umile, hai un’ampia rivalità. Puoi accontentarli tutti,Egli ha detto.

Il direttore Ramvis Merthil ha parlato del valore delle partnership e delle relazioni. “Quando cooperi, c’è energia. Sii prezioso per i tuoi collaboratori. Chiediti, perché questa persona dovrebbe voler collaborare con me?”

Ramvis ha incoraggiato le persone creative a leggere. Uno dei suoi libri preferiti è “Come conquistare amici e influenzare le persone” di Dale Carnegie. “Questo libro è così semplice che dovrebbero insegnarlo in seconda elementare. Una delle idee nel libro è che il Creatore ti ha dato solo due orecchie e una bocca per un motivo. Dovremmo ascoltare il doppio di quanto parliamo. Usa il tuo capacità di ascolto e prestare attenzione. Sii consapevole “, ha detto.

Altri libri di valore per i creatori includono “Think Like a Monk” di Guy Shetty. Questo libro ti incoraggia a usare i tuoi cinque sensi. Un altro libro di cui Ramvis ha discusso è stato “Non dividere la differenza: negozia come se la tua vita dipendesse da esso” di Chris Voss. Chris è un ex negoziatore di ostaggi dell’FBI. “Parla di trovarsi in situazioni in cui la vita di qualcuno dipende dalle sue azioni, parla di situazioni in cui le cose vanno bene o male. Se puoi negoziare la vita di qualcuno, puoi negoziare qualsiasi cosa”, ha detto Ramvis.

Ramvill ha detto che “48 Laws of Power” di Robert Greene è un libro su “inganno e seduzione”. “Quando hai familiarità con le persone che usano queste regole, puoi essere consapevole quando le persone si stanno approfittando di te. Questo libro è stato utile nella mia vita perché è nel campo dell’intrattenimento. Puoi trovare persone non originali e stanno usando questi strumenti descritti in questo libro.

Anche la meditazione fa parte del processo creativo di Ramvis. “Medito ogni giorno, anche se è solo per due minuti. Visualizzo un obiettivo che voglio raggiungere. L’amore e la luce sono le due cose più potenti dell’universo, e io le chiamo queste cose. Avremo tutti brutte giornate, ma programmandomi al mattino posso connettermi alla mia creatività per tutto il giorno”, ha detto.

L’artista e imprenditore Billy Karn voleva esplorare il processo creativo e iniziò a completare gli eccessi stimolanti di The Artist’s Way: A Spiritual Path to Higher Creativity di Julia Cameron. Ha preso una pausa dal concentrarsi sul lavoro e ha trascorso del tempo nei bar. Annotava i suoi pensieri ogni giorno, anche se ruotavano attorno a qualcosa di apparentemente insignificante come il processo di preparazione delle bustine di tè.

Billy si è chiesto: “Cosa mi rende felice? Cosa mi rende triste?” È rimasta affascinata dalle persone che pensano fuori dagli schemi. Le sue esplorazioni creative l’hanno portata a sognare di scrivere un libro. “Quello che ne è uscito è stato un libro intitolato Dissident Wisdom che è diverso da qualsiasi altro libro. È un libro che avrei potuto solo scrivere”. Per il libro, ha parlato con le persone che l’hanno ispirata a essere creativa e ha scritto una lettera a quella persona spiegando cosa significava per lei. Cominciarono ad emergere temi di spiritualità e di azione come forza del bene. Il suo libro è considerato un’ispirazione per altri creatori.

Jalen James Acosta è uno dei principali produttori discografici di musica latina e ha lavorato con Talia, Enrique Iglesias e altre star latine. Ha iniziato a martellare in un momento in cui non era in grado di acquistare l’attrezzatura giusta. “Ho usato una console di gioco Xbox per creare ritmi. Nel gioco, potevi emettere il suono e usciva dagli altoparlanti della TV, ma non potevo registrarlo attraverso la console. Quindi, stavo per usare il boom box e la registrazione su un nastro vuoto, e stavo acquistando quei nastri. Per i produttori. La persona giusta ha ascoltato la mia musica e mi ha portato in studio per registrare correttamente i brani. Ciò alla fine mi ha permesso di conoscere Shakira e altri artisti, ” Egli ha detto.

Per Galen, un anello mancante per molte persone è la mancanza di immaginazione su come utilizzare gli strumenti di tutti i giorni. “Stavo prendendo cucchiai, pentole e padelle ai miei ritmi quando ho iniziato”, ha detto. Galeno ha narrato un vecchio proverbio spagnolo della sua giovinezza che è stato liberamente tradotto come: “Non è la freccia che ti uccide. Sono i nativi americani”. “Questa è la mia convinzione. È la persona, non lo strumento. ” “Quello che è importante qui è il fatto che cambiare il modo in cui pensi può cambiare la tua vita.” I prossimi progetti di Jalen includono collaborazioni con JLO e Ben Stiller.

AJ Leon di Misfit, un gruppo di aziende con la missione di “Empower Rebels with Outrageous Creativity”, parla delle molte aziende che stanno trovando modi per aiutare le persone ad accedere alla propria creatività. Una di queste società è Unplugged, che offre una disintossicazione digitale. “A volte abbiamo bisogno di allontanarci dalla vita. Cabine costruite non conduttive per le persone che hanno bisogno di allontanarsi da tutto. Durante il tuo soggiorno il tuo telefono dovrebbe essere riposto in una scatola chiusa a chiave”. Dando alle persone la possibilità di sfuggire al rumore e al ritmo della città per un giorno o più, l’azienda fornisce uno spazio fisico per far fiorire la creatività.

AJ ha parlato anche di Pear Bio, un’altra azienda che sta pensando a nuovi modi per migliorare la vita degli altri. “Se una donna ha il cancro al seno, uno dei maggiori problemi è che la combinazione di farmaci che ti danno è solo un’ipotesi. Ci sono 30 o 40 farmaci diversi disponibili e te ne danno tre o quattro. Pear Bio aveva questo concetto di e se potessimo prendere le cellule tumorali e metterle su una diapositiva e utilizzare l’apprendimento automatico per vedere quali farmaci funzionano per te. Sono nel test. È fantastico e creativo. “

La prossima conferenza creativa si terrà online dal 3 al 5 agosto 2022 e vedrà la partecipazione di oltre 50 relatori, tra cui i fotografi Mark Aitken e Frederic Van Johnson. Ulteriori informazioni possono essere trovate qui.

Leave a Comment