How We Track Down and Very Carefully Photograph Australia’s Elusive Snakes

Serpente di Malaga Christina N. Zdenek, CC BY-NC-ND

Mentre la maggior parte delle persone fa del proprio meglio per evitare i serpenti, noi siamo l’opposto. Siamo pazzi per i serpenti. Come fotografi naturalisti, abbiamo trascorso mesi nella boscaglia australiana e nella boscaglia esterna a seguire splendidi serpenti.

Fotografare i serpenti non è un compito facile. A parte il clima selvaggio, i lunghi orari di lavoro, le punture di insetti e la mancanza di sonno, c’è un ultimo ostacolo da superare: trovare effettivamente l’elusivo rettile. I serpenti australiani, ad esempio, di solito scappano quando sentono gli umani e sono molto bravi a nascondersi.

Ma ne vale la pena per quei momenti in cui giriamo un angolo e scopriamo il corpo squamoso di una specie che non abbiamo mai visto prima.

The King of Juvenile Cobra che abbiamo girato in Indonesia. Chris Hay

Perché passiamo così tanto tempo a cercare i serpenti?

Le anguille australiane sono notevolmente diverse e adattabili. Abbiamo più di 200 specie diverse tra terra e mare. Hanno scavato nicchie in ogni possibile habitat, dalle foreste pluviali costiere agli aridi deserti alle regioni alpine.

È difficile descrivere il motivo per cui amiamo così tanto i serpenti, ma siamo stati entrambi ossessionati dalla bellezza e dal mistero dei serpenti sin da quando eravamo bambini. Questa ossessione ossessiva si è trasformata in carriere meravigliose per entrambi, ed è anche il modo in cui ci siamo trovati l’un l’altro.

Sebbene si trovino in tutto il continente, i nostri serpenti sono difficili da trovare. Sono eccezionalmente bravi a nascondersi. Quando andiamo a caccia di serpenti, non ci limitiamo a vagare tra i cespugli sperando di incontrarne uno. C’è un processo che stiamo attraversando per aumentare le nostre possibilità.

I serpenti sono difficili da trovare. Ecco come miglioriamo le nostre possibilità.

Innanzitutto, decidiamo quali generi vogliamo ritrarre. Per rendere i nostri viaggi utili, cerchiamo spesso luoghi in cui gli areali di diverse specie bersaglio si sovrappongono. Dopo aver scelto un’area, ci addentriamo nei dettagli di ogni tipologia.

Insieme, abbiamo oltre 50 anni di conoscenza dei serpenti da cui attingere. Utilizziamo questo per esaminare gli habitat e i microhabitat preferiti per ciascuna specie e dove si verificano queste caratteristiche nella nostra zona.

Per ulteriori informazioni, ci concentriamo sul comportamento. È notturno? È attivo solo di giorno? O è crepuscolare che si muove solo al tramonto?

Vipera Russel indonesiana. Chris Hay

Una volta individuati i siti con maggiori probabilità di ricerca, dobbiamo scegliere il periodo migliore dell’anno in cui andare.

Potresti pensare che l’estate sia sempre la migliore, poiché i rettili sono più attivi al caldo. Per alcune specie, abbiamo avuto più fortuna nei mesi più freddi, quando non sono attive. Questo può renderlo più facile da trovare.

Una volta scelto l’orario in cui andare, esaminiamo il clima locale e le previsioni meteorologiche per aiutare a prevedere la posizione e la gravità delle tempeste.

I forti acquazzoni non sono generalmente buoni per l’allevamento di cavalli, a meno che tu non stia cercando una delle 46 specie australiane di serpenti ciechi, che provengono dal sottosuolo per sfuggire all’annegamento nel terreno allagato.

Ma per le specie fuori terra che stiamo esaminando, le condizioni migliori si verificano quando c’è stata una pioggia recente o una minaccia di pioggia. Questo perché la pioggia porta alla crescita della vegetazione, che a sua volta aumenta l’attività degli insetti e degli animali che se ne nutrono, e così via. Stimola l’attività lungo tutta la catena alimentare.

Il nostro semplice campo. Christina N. Zdenek

Dopo aver fatto tutto questo, pianifichiamo il nostro viaggio e speriamo di trovare alcune specie fantastiche da fotografare. Il successo, ovviamente, non è garantito. Una volta siamo andati alla ricerca di una specie di frusta e abbiamo trascorso un’intera settimana e $ 3.000 nel processo, e non abbiamo ancora trovato il serpente. Ma abbiamo trovato molte lucertole insolite.

Herping non è una vacanza rilassante. È un lavoro molto duro che richiede la mattina presto e la notte tarda. Per trovare serpenti notturni, ad esempio, dobbiamo stare svegli fino alle prime ore del mattino. (I serpenti notturni sono attivi solo nei mesi più caldi, assorbendo il calore radiante rimanente dopo il giorno.) Spesso iniziamo anche presto, perché la luce naturale migliore per la fotografia è al mattino presto o nel tardo pomeriggio, quando il sole è basso nel cielo.

Siamo entrambi cacciatori di serpenti registrati, quindi a volte veniamo chiamati a un lavoro e troviamo un serpente interessante che possiamo fotografare prima di rilasciarlo.

Abbiamo trovato un Python in rete e ci siamo trasferiti lontano da casa mentre eravamo in Indonesia. Chris Hay
Serpente della morte comune su Magnetic Island nel Queensland. Christina N. Zdenek

La sicurezza viene prima di tutto

Quando le stelle si allineano e troviamo uno dei serpenti che stavamo cercando, dobbiamo assicurarci di non eccitarci troppo. La nostra sicurezza è più importante di qualsiasi foto.

Siamo spesso in parti remote dell’Australia, a centinaia di chilometri di distanza da qualsiasi aiuto. Se uno di noi viene morso da un serpente, questo significa un vero problema.

Quando guardi attraverso l’occhio della telecamera, puoi avere l’impressione di essere più lontano dal serpente di quanto non lo sia in realtà. Abbiamo dovuto imparare a scegliere la lente giusta per ogni tipo, per assicurarci di poter mantenere una distanza di sicurezza senza rendere il serpente troppo piccolo nell’inquadratura.

Gli autori spiegano il livello di sicurezza richiesto durante le riprese del Javan Spitting Cobra in Indonesia. Dan Mandarino

Solo uno di noi fa foto alla volta. Questo perché hai bisogno di qualcuno che controlli la situazione e si assicuri di non correre rischi. Come marito e moglie, riponiamo piena fiducia l’uno nell’altro. Le distrazioni non sono un’opzione.

Taipan di fascia media sconosciuta. Chris Hay

Non intendiamo che questa sia una guida per le persone per trovare e fotografare rettili pericolosi. La fotografia del serpente non è un hobby in cui puoi immergerti senza una grande preparazione e conoscenza.

Detto questo, è una carriera gratificante, specialmente quando ottieni un’istantanea di un rettile raro e difficile da trovare. Ottenere uno scatto come questo e vederlo utilizzato in libri, guide sul campo e online rende tutta la preparazione utile.

Un serpente dal muso marrone fotografato a casa di Brigallo a St George, nel Queensland. Christina N. Zdenek

Circa l’autoreChris Hay è membro onorario dell’Università del Queensland. Kristina N. Zdenek è Direttore del Laboratorio/Post-dottorato presso il Venom Evolution Lab presso l’Università del Queensland. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Conversazione Viene ripubblicato con licenza Creative Commons.

Leave a Comment