How to Use Bulb Mode on a Camera for Long Exposure Photos

Quando senti “lunga esposizione”, probabilmente pensi a una velocità dell’otturatore troppo lenta per essere mantenuta manualmente e produce un’immagine nitida. Potrebbe essere qualcosa come ¼”, o forse fino a 30″, che è la velocità dell’otturatore più lenta comunemente vista nelle reflex digitali e nelle fotocamere mirrorless. Tuttavia, velocità dell’otturatore inferiori a 30 pollici possono essere utili in molti scenari di lunga esposizione.

La modalità torcia ti consente di tenere l’otturatore aperto finché tieni premuto il pulsante di scatto (con alcune limitazioni e accorgimenti). Questa guida ti aiuterà a capire la posizione della lampadina nella tua fotocamera e come usarla per la fotografia a lunga esposizione.

Le origini della parola “bulbo”

Oggi, la modalità torcia più comune si riferisce alla modalità fotocamera o all’impostazione della velocità dell’otturatore che consente di tenere l’otturatore aperto finché l’otturatore rimane pulsante Viene premuto, ma il termine “lampadina” deriva dal sistema di scatto utilizzato sulle prime fotocamere. Molto prima che le fotocamere digitali, i mirini e le fotocamere pieghevoli utilizzassero generalmente una lampadina di gomma come rilascio dell’otturatore rimovibile.

Quando il fotografo preme la lampadina di gomma nella posizione della lampadina, l’otturatore si apre e quando rilascia la torcia e la fa gonfiare di nuovo, l’otturatore si chiude. Pertanto, il fotografo può tenere l’otturatore aperto e ottenere esposizioni indefinitamente lunghe tenendo e tenendo la torcia.

Illustrazione di una fotocamera Conley Model C vintage con mirino bulb e otturatore impostato sull’impostazione di esposizione bulb “B”. Foto di Greg L e licenza CC BY-SA 4.0.

Nozioni di base sul posizionamento della lampadina e dove trovarlo

Su alcune fotocamere, è possibile accedere alla modalità torcia passando a una modalità separata sulla ghiera modalità. Se la tua fotocamera ha una modalità lampadina personalizzata, di solito verrà abbreviata in “B”.

Impostazione del timer della lampada su una reflex digitale Canon 80D. Foto da Canon.

Oltre a questo, le fotocamere di solito hanno una velocità dell’otturatore della posa B di un incremento inferiore alla velocità dell’otturatore più lenta per un determinato periodo di tempo. Vi si accede in modalità manuale (M). Basta impostare la fotocamera in modalità manuale e impostare la velocità dell’otturatore sul valore più lento possibile e dovrebbero apparire BULB e/o B.

Tieni presente che alcune fotocamere non dispongono di una modalità torcia, quindi se hai problemi a trovare una modalità torcia sulla tua fotocamera, prendi in considerazione la lettura del manuale operativo o la ricerca in Internet per ulteriori informazioni.

Oltre alla modalità stessa, l’unica altra cosa di cui avrai assolutamente bisogno per usare la modalità torcia è un robusto treppiede. Le lunghe esposizioni sono molto suscettibili alle vibrazioni della fotocamera e anche il minimo movimento della fotocamera produrrà un’immagine sfocata.

consiglio: In teoria, il tempo di esposizione è in realtà limitato solo dalla durata della batteria in modalità lampadina su una fotocamera digitale e può essere esteso utilizzando un’impugnatura verticale o altre soluzioni multi-batteria.

Come utilizzare la modalità torcia in fotografia

Hai trovato la modalità lampadina della fotocamera, quindi ora è il momento di capire come usarla. Sebbene ciò richieda una certa comprensione delle impostazioni della fotocamera, anche il posizionamento della lampadina è un ottimo modo per imparare.

Argomenti inaspettati di notte

La modalità torcia è particolarmente utile quando si scattano foto a lunga esposizione di soggetti di durata variabile o eventi imprevisti.

Ad esempio, i fuochi d’artificio sono difficili da prevedere, la loro durata varia e di solito non vuoi averne troppi in una sola immagine. Se i fuochi d’artificio durano in media 10 secondi (questo è solo un esempio: una buona linea di base dipende dalla situazione), regola l’apertura e l’ISO utilizzando un’esposizione di 10 secondi, quindi passa alla modalità torcia. Quando vuoi avviare lo spettacolo pirotecnico, tieni premuto il pulsante di scatto. Quando i fuochi d’artificio che stai catturando scompaiono, rilascia il pulsante di scatto. Ciò si tradurrà in una fotografia a lunga esposizione che contiene solo i fuochi d’artificio desiderati.

La cosa importante da ricordare è che una velocità dell’otturatore più breve consentirà a meno luce di entrare nel sensore, quindi se ti capita di imbatterti in una foto di fuochi d’artificio che dura solo cinque secondi e inizialmente hai impostato l’apertura e l’ISO per 10 secondi spettacolo di fuochi d’artificio, la tua foto sarà molto scura. Questo è (in qualche modo) correggibile con la post-elaborazione, ma dovresti anche essere consapevole del fatto che le foto sono sempre troppo scure o troppo luminose e correggilo modificando l’apertura e l’ISO.

Il posizionamento della torcia può anche essere utile per rilevare i fulmini, poiché è impossibile prevedere esattamente quando si verificherà un colpo durante un temporale. Il fotografo può utilizzare la modalità per esporre un’immagine fino a quando non si verifica un fulmine nell’inquadratura.

depositare

La versatilità della fotografia a lunga esposizione con la modalità torcia è utile anche quando si fotografano scie luminose. Ad esempio, se stai fotografando una strada di notte in cui non sempre ci sono auto, è difficile sapere per quanto tempo l’esposizione ti occorre per fotografare un’auto che percorre tutta la strada. Con solo una piccola apertura e test ISO con una velocità dell’otturatore elevata, puoi essere pronto quando l’auto decolla sulla strada.

Il bello della modalità torcia è che puoi impostare l’esatta durata dell’esposizione, quindi se sei nel campo da baseball con una foto ben esposta, non importa se devi tenere l’otturatore aperto un po’ più a lungo. Modalità torcia per catturare l’intero percorso della luce. È molto più facile scurire l’immagine tramite la post-elaborazione che correggere il percorso della luce che si interrompe troppo presto.

pittura leggera

La pittura fotografica è simile agli altri tipi di varie fotografie a lunga esposizione menzionate sopra. Questo è il processo di utilizzo di una torcia o di un’altra fonte di luce per scrivere, disegnare e manipolare una scena oscura. Come suggerisce il nome, consente ai fotografi di realizzare immagini che sono fondamentalmente dipinti creati con la luce. Senza la modalità bulb, i fotografi sono limitati a circa 30 secondi per eseguire tutti i loro “ritratti”, rendendo i pannelli fotovoltaici complessi quasi impossibili da ottenere in una singola esposizione. Tuttavia, la modalità lampada si apre al mondo oltre la velocità dell’otturatore di 30 secondi e consente ai pittori di luci di disegnare per minuti alla volta.

Ecco un consiglio sull’attrezzatura: quando arrivi per la prima volta alla modalità torcia, sembrerà che devi tenere premuto l’otturatore per il tempo di esposizione desiderato. Questo può rendere quasi impossibile qualcosa come il light painting senza un assistente. Tuttavia, è qui che torna utile uno scatto remoto, un misuratore di intervallo o un timer della torcia integrato. La maggior parte delle versioni dell’otturatore remoto si collega a una porta della fotocamera e avrà un “blocco” che ti consente di attivare l’otturatore e quindi mantenerlo attivo fino a quando non lo disattivi manualmente.

Le scale di intervallo sono simili agli scatti remoti e di solito hanno una modalità “lunga” che consente di specificare per quanto tempo si desidera che l’otturatore sia aperto. Dovresti anche controllare se la fotocamera ha una modalità “timer di esposizione” o una modalità “timer lampadina” (a cui a volte è possibile accedere nel menu delle impostazioni), che ti consentirà di impostare un tempo di esposizione personalizzato nella fotocamera stessa, eliminando la necessità di un dispositivo esterno.

Astrofotografia: scie stellari

Questo articolo graffierà solo la superficie dell’astrofotografia, ma la modalità bulb è spesso utilizzata in diversi tipi di astrofotografia. In un’unica app, le immagini delle tracce stellari vengono realizzate con un’esposizione compresa tra 10 minuti e ore. La rotazione della Terra fa apparire le stelle come strisce nel cielo per lunghi periodi di tempo e aggiunge un tocco unico al paesaggio.

La modalità torcia ti consente di esporre per lunghi periodi di tempo e questa è un’ottima opzione per riprendere le scie stellari.

Tieni presente che mentre è possibile creare fantastiche immagini di scia stellare utilizzando esposizioni molto lunghe (cioè 10 minuti o più), la maggior parte dei fotografi impila più foto a lunga esposizione per ottenere il loro prodotto finale. Questo perché le lunghe esposizioni riscaldano il sensore della fotocamera, il che si traduce in rumore termico e pixel caldi. Entrambi i manufatti sono difficili da rimuovere e i fotografi generalmente cercano di evitarli il più possibile. Ad esempio, invece di eseguire un’esposizione di 30 minuti, i fotografi potrebbero utilizzare la modalità lampada per eseguire un’esposizione di 30 minuti di seguito. Questo dà anche al fotografo più sicurezza (e meno rischi) nell’esporre correttamente la scena.

Astrofotografia: Stelle con Tracker

Proprio come le tracce stellari, questa app in modalità lampadina ha molti livelli. Una delle maggiori complicazioni dell’astrofotografia è la mancanza di luce generale. In parole povere, gli astrofotografi di solito devono aumentare gli ISO a valori elevati prima di poter produrre immagini di stelle ben esposte. Ciò si traduce in un rumore granuloso che rende le immagini meno desiderabili. Un modo per aggirare questo problema consiste nel posizionare la lampadina e utilizzare un’esposizione più lunga di quella normalmente ottenibile in modalità tradizionale.

Ad esempio, un’esposizione di due minuti consente a una maggiore quantità di luce di raggiungere il sensore, eliminando la necessità di un valore ISO elevato. La sfida con questo nella fotografia delle stelle è che, come accennato in precedenza, la rotazione della Terra crea scie stellari in esposizioni sufficientemente lunghe. Per utilizzare la modalità bulb per la fotografia delle stelle spot (al contrario della traccia stellare), gli inseguitori stellari vengono implementati per compensare la rotazione terrestre e produrre stelle puntiformi a esposizioni molto lunghe utilizzando la modalità bulb.

Notevole: Come per la fotografia del percorso stellare, il rumore termico e gli hot pixel sono ancora sfide che si presentano con la fotografia delle stelle con il tracker. Sebbene questo non funzioni per la fotografia delle scie stellari (le immagini dovrebbero essere il più sequenziali possibile), gli astrofotografi spesso si fermano tra uno scatto e l’altro quando utilizzano un tracker in modo che il sensore abbia il tempo di raffreddarsi e ridurre il rumore termico.

Lampadina diurna: filtri a densità neutra (ND).

La modalità torcia in genere non può essere utilizzata durante il giorno senza un filtro ND, un dispositivo che impedisce alla luce di raggiungere il sensore. Il giorno è generalmente luminoso per il tipo di fotografia a lunga esposizione abilitata dalla modalità torcia, quindi i filtri vengono utilizzati per bloccare la luce in eccesso e consentire lunghe esposizioni in ogni momento della giornata.

Con un filtro ND sufficientemente scuro, i fotografi possono ottenere tempi di esposizione di pochi minuti o più a metà giornata. Questo è spesso usato quando si fotografa l’acqua in movimento perché crea un effetto liscio come la seta.

È anche possibile utilizzare questa tecnica per sbarazzarsi di folle di persone perché se si muovono per pochi minuti, non appariranno nell’immagine finale. Ci sono molte possibilità astratte che si aprono quando si eseguono esposizioni molto lunghe durante il giorno.

Conclusione

Che tu stia cercando di fotografare qualcosa che cambia costantemente nella durata o di catturare cinque minuti di luce stellare in una singola foto, la modalità torcia è un ottimo modo per comprendere meglio la velocità dell’otturatore e i principi della fotografia avanzata.

Con alcune apparecchiature aggiuntive, la modalità torcia può essere utilizzata durante il giorno per creare paesaggi acquatici lisci come la seta, ma può anche essere utilizzata solo con una fotocamera e un treppiede per creare splendide foto di scie stellari.

Ci sono opportunità incredibilmente divertenti, sperimentali e uniche disponibili utilizzando Bulb On Camera.


Crediti immagine: Justin Hein fotografa, se non diversamente specificato

Leave a Comment