How to Learn from Photography Books: 5 Tips to Improve Your Work

Recentemente mi sono reso conto di avere un problema: compro molti libri, soprattutto libri di fotografia. Non quei libri economici ma quelle stampe belle e costose che hanno finito per decorare la mia parete, il mio tavolino da caffè e, nel mio caso, probabilmente diversi tavolini da caffè.

“Compra libri, non attrezzatura” è probabilmente la risposta più comune che riceverai da altri fotografi quando cerchi su Google “come migliorare la tua fotografia”. È bello, ma Come dovresti effettivamente farlo? E quanto efficacemente devi farlo per migliorare davvero?

I libri di fotografia sono un tipo di like su Instagram. Non significa davvero che sei un grande fotografo solo perché ne hai molti. L’apprendimento è un processo attivo, quindi non aspettarti di migliorare solo perché i libri sono sotto il tuo cuscino.

In questo articolo e video, presenterò le mie scoperte, dopo molte ricerche su questo argomento, su come imparare dai libri di fotografia.

Suggerimento 1. Stabilisci un obiettivo

La nostra mente persegue naturalmente un obiettivo. Non ha solo bisogno di uno scopo che usa a suo grande vantaggio. Con l’obiettivo in mente, possiamo assorbire più informazioni consapevolmente ma anche inconsciamente più velocemente.

Ricordi quella volta in cui hai deciso quale macchina, telefono o razza di cane volevi acquistare e all’improvviso quelle macchine, cani o telefoni erano ovunque? Li hai visti molto più di prima, giusto?

Ora, è improbabile che improvvisamente ci saranno più auto del marchio o del colore che hai deciso di acquistare ma di cui sei diventato più consapevole. Non eri veramente interessato a lei prima, quindi la tua mente non ha prestato attenzione.

So come batte all’impazzata il tuo cuore di Alec Sud

Ci sono momenti in cui prendi un libro di fotografia, guardi le immagini e scorri le pagine senza un obiettivo, e va bene. Ma diciamo che hai un obiettivo in mente. Prendi un libro di fotografia e prima di aprirlo ti fermi per un minuto e ti concentri su ciò che vuoi imparare da questo libro.

Diciamo solo che ho questo libro di Marry Ellen Mark e voglio davvero imparare l’arte della fotografia ambientale. Quello su cui voglio concentrarmi è come posizionare il soggetto nell’ambiente e nella struttura. Cosa è incluso, cosa è escluso, è sottratto o esplicito, ecc. Guardando le immagini, posso identificare quegli elementi, metodi o tecniche e mi aiutano a capire meglio cosa sta succedendo una volta che comincio a vedere degli schemi nel loro lavoro.

il libro di tutto di Mary Ellen Mark

Suggerimento 2. Ispirazione – Ispirazione

Niente è più facile che acquistare un libro di fotografia su Parigi prima di andarci davvero. Ma cosa succede se non puoi viaggiare o non vivi a Parigi o New York? Anche se rimani solo nella tua città natale, ciò non significa che non puoi trarre ispirazione e diventare creativo.

Mi è piaciuto questo scatto del mio eroe Elliot Erwitt qualche tempo fa:

Tuttavia, è sempre stato lontano da Parigi dove vivo. Bene, scommetto proprio come me, puoi trovare posti simili dove provare a ripetere gli scatti che ti piacciono.

L’impostazione non è l’unica cosa da cui puoi trarre ispirazione: ci sono tutti i tipi di cose come angoli, combinazioni di colori o temi. Non abbiate paura di imitare i vostri eroi perché, forse, è così che hanno imparato la fotografia copiando altri fotografi o illustratori.

Suggerimento 3. Realizza quello che vuoi

Avere una varietà di libri di fotografia di una varietà di fotografi diversi significa che c’è una grande possibilità che ti piaccia. E Molte immagini di odio. Questo è utile perché puoi effettivamente trovare ciò che ti piace o non ti piace in una particolare foto.

Mi è successo di recente mentre stavo leggendo un libro di un grande fotografo e uno dei miei eroi, Joel Meyrowitz. Ho trovato questa foto che sembrava un’idea davvero divertente, ma non mi è piaciuta molto.

All’inizio ho pensato: “Chi sono io per non amare le foto di Joel”. Stavo solo pensandoci e riflettendoci, e confrontandolo con altre immagini del libro, quando l’ho scoperto all’improvviso. Quello che non mi è piaciuto di questo scatto era parte dell’inquadratura. Guardando le foto dei Mayerowitz, mi rendo conto che le sue cornici sono spesso così ben composte che posso guardare praticamente ovunque e trovare qualcosa di interessante.

Quindi ho controllato il mio catalogo di Lightroom e ho confermato l’ovvio. Questo “rumore” visivo era qualcosa che non mi piaceva e il motivo per cui non potevo “tenere” molti scatti. Tuttavia, la mia guardia aveva una cosa in comune: escludeva il rumore visibile o ritagliava durante la post-elaborazione.

Non sto dicendo che questo mi renderà un fotografo professionista, ma pensare attivamente a ciò che ti piace o non ti piace di una foto ti aiuterà con la tua fotografia. Tutto quello che devi fare è chiederti: “Mi piace questa foto e perché? Cosa non mi piace di questa foto?” C’è un argomento simile?

Suggerimento 4. Ogni progetto fotografico è diverso

Quando guardi gli studi di fotografia, noterai che spesso sono diversi. Anche quando hai due libri di fotografia dello stesso fotografo, ciascuno esprimono un tema, un’idea o uno stile diverso per ogni progetto. Puoi vedere cosa ha visto il fotografo e come lo ha presentato, che penso dovrebbe essere il tuo obiettivo. Vuoi mostrare ciò che hai visto e perché è stata scattata la foto.

A differenza di Instagram o di altri social network, che sembrano favorire singole immagini “robuste” senza ulteriore contesto, i progetti fotografici devono accompagnarti attraverso l’argomento che l’artista sceglie di presentare. Perché il fotografo ha scelto quei soggetti, angolazioni e luoghi? È stato fotografato a colori o in bianco e nero? Grande formato o 35mm e perché? E la sequenza? Sono tutte domande che mi pongo ogni volta che faccio un corso di fotografia.

Gli eventi retrospettivi offrono qualcosa di leggermente diverso. Ti mostra l’evoluzione dell’artista e l’evoluzione del suo lavoro. Entrambi possono essere utili, ma tutto dipende da cosa stai cercando.

Suggerimento 5. Regole

Inizio col dirvi che nella fotografia non esistono regole formali. Puoi scattare foto in qualsiasi modo desideri per qualsiasi cosa tu voglia. Non è che ti permetteranno di firmare un pezzo di carta che utilizzerai la regola dei terzi quando acquisti una fotocamera. Ma… ci sono alcune idee che si sono trasformate nel tipo di consiglio che alla gente piace chiamare le regole.

Puoi scattare migliaia di foto e poi scegliere quelle che ti piacciono, non c’è niente di sbagliato in questo. Devi seguire le regole? No! Sono strumenti che possono essere utilizzati ma non devono esserlo.

Lasciate che vi faccia un esempio. Diciamo che dai un’occhiata a due tue foto, una sfocata e una nitida. Quindi una delle tue tecniche fotografiche potrebbe essere quella di mettere a fuoco correttamente il tuo soggetto e quindi potresti ottenere un risultato che ti piace. Tuttavia, ciò non significa che le foto sfocate siano cattive o altro. Il tuo stile artistico può solo portarti a scattare foto sfocate.

Ciò che queste tecniche mirano a insegnarti è La capacità di prendere decisioni da soli. Se non ti viene detto di mettere a fuoco, ti ritroverai con alcune immagini nitide e alcune sfocate senza sapere come hai ottenuto il risultato. Abbiamo tutti una definizione diversa di cosa sia una buona immagine. Quello che effettivamente prendi da questi metodi dipende da te.

Immagina di avere in mano un libro del tuo eroe fotografo, grande professore di fotografia, dice Henri Cartier-Bresson. Usi la regola dei terzi? O forse coerenza dinamica? Ti concentri sugli occhi del soggetto? Qual è l’effetto di ciò?

Come ho detto prima, l’apprendimento è un processo attivo e i libri sono davvero ottimi strumenti per aiutarci a raggiungere ciò che vogliamo. La prossima volta, prima di aprire un libro di fotografia, stabilisci un obiettivo. Una volta che ti rendi conto di cosa ti piace o non ti piace, ricerca le regole e le tecniche e lasciati ispirare.

Vi lascio con questo: comprate libri, non attrezzature.


Circa l’autore: Martin Kaninsky è un fotografo, recensore e YouTuber con sede a Praga, Repubblica Ceca. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. Kaninsky gestisce il canale Informazioni sulla fotografia. Puoi trovare altri suoi lavori sul suo sito Web, Instagram e sul canale YouTube.

Leave a Comment