How the United Kingdom’s New Online Safety Bill Will Affect Photographers Worldwide

Il nuovo UK Online Security Act è un enorme cambiamento, che inaugura una nuova era digitale più sicura per gli utenti. I giganti della tecnologia e dei siti Web saranno ritenuti responsabili e non dovranno avere sede nel Regno Unito per affrontare le terribili conseguenze. Ciò influenzerà i fotografi e i siti Web di fotografia in tutto il mondo.

Il Regno Unito sta introducendo attraverso il Parlamento un nuovo disegno di legge che cambierebbe completamente il modo in cui Internet funziona, rendendolo più sicuro per tutti, in particolare i bambini e i più vulnerabili. Sembra che ciò influirà non solo sui siti ospitati nel Regno Unito, ma su tutti quelli che consentono la visualizzazione dei loro contenuti lì.

I governi di tutto il mondo stanno guardando per vedere come funziona e leggi simili probabilmente seguiranno in altri paesi. Le nuove leggi scritte nel disegno di legge attribuiranno ai proprietari di siti Web la responsabilità di mettere in atto controlli efficaci che limitino i contenuti dannosi, inclusi incitamento all’odio, pornografia e violenza, e limitino l’esposizione delle persone ad esso. Allo stesso tempo, è progettato per proteggere la libertà di espressione.

Il governo afferma che il disegno di legge ha cinque obiettivi politici:

  • Per aumentare la sicurezza degli utenti su Internet
  • Preservare e promuovere la libertà di espressione online
  • Migliorare la capacità delle forze dell’ordine di elaborare contenuti illegali online
  • Per migliorare la capacità degli utenti di rimanere al sicuro online
  • Migliorare la comprensione da parte della comunità del panorama dei danni

I fornitori di servizi hanno la responsabilità di proteggere il pubblico e possono essere multati fino al 10% delle loro entrate globali o fino a 18 milioni di sterline (circa 23,5 milioni di dollari) per non aver adempiuto al dovere di diligenza nei confronti dei propri utenti. Anche i dirigenti delle società saranno penalmente responsabili se le loro azioni non soddisfano i requisiti di legge.

Queste sanzioni sono un ottimo deterrente. Pertanto, ci si può aspettare che le principali società tecnologiche, rendendosi conto che altri governi seguiranno presto l’esempio, stiano già esaminando come conformarsi alle nuove normative quando verranno lanciate.

Questo, ovviamente, si rivolge principalmente ai grandi giocatori come Meta (Facebook, Instagram, Messenger, WhatsApp, ecc.), Alphabet (Google e suoi affiliati) e ByteDance (TikTok). Ma sembra che si applicherà anche a siti Web più piccoli, inclusi 500px, Only Fans, Twitter, Reddit, Gala, VSCO, Petapixel e Fstoppers. Potrebbe anche applicarsi al tuo blog e possibilmente anche a Squarespace o WordPress se ospitano il tuo sito.

Poiché Internet si evolve così rapidamente, il quadro normativo è stato progettato per adattarsi rapidamente a nuove minacce. È stato aggiunto continuamente sin dal suo inizio; Quando è stato coniato per la prima volta, TikTok non esisteva nemmeno. Finora, con il metaverso in rapida crescita, sono in corso discussioni per includerlo nel canone. Ho scritto al parlamentare per cui lavoro per fare pressioni per l’inclusione di alcuni deepfake che vengono utilizzati per minare la democrazia o danneggiare le persone, come l’uso dell’intelligenza artificiale per mettere i volti delle vittime sulla pornografia.

Se i proprietari di siti Web ospitano contenuti dannosi e non impostano controlli, come la verifica dell’età per accedere alla pornografia, commetteranno un reato penale e saranno soggetti ad azioni punitive. La legge vieta anche la presenza di breadcrumb che portano a contenuti dannosi o illegali.

Questo disegno di legge è anche un reato penale per le aziende per distruggere le prove e ostacolare l’autorità di regolamentazione del Regno Unito, Ofcom.

Mi rendo conto che in America questo scioccherà alcuni. Per molti, la libertà di espressione sembra significare la libertà di dire qualsiasi cosa. Dall’altra parte dell’Atlantico, c’è un approccio diverso e le leggi nel Regno Unito e in Europa sull’incitamento all’odio sono molto più severe. La protezione degli altri diritti umani e della sicurezza personale va oltre la libertà di espressione; Solo perché puoi dire qualcosa non significa che devi.

L’abuso verbale o la discriminazione nei confronti di coloro che si trovano in uno stato protetto (ad es. età, disabilità, cambio di genere, matrimonio e unione civile, gravidanza e maternità, razza, religione o convinzioni personali, genere e orientamento sessuale) è un reato penale nel Regno Unito e nei paesi europei . In base a questa nuova legge, invece che solo le persone che fanno commenti di odio commettendo un crimine, saranno responsabili quei siti che lo consentono nei post o nei commenti. La nuova legge va oltre. Anche i contenuti dannosi ma illegali, come la promozione del suicidio, l’autolesionismo o i disturbi alimentari, saranno criminalizzati.

Internet ha cambiato le nostre vite in meglio. Siamo connessi e responsabilizzati. Ma d’altra parte, le aziende tecnologiche non sono ritenute responsabili quando danni, abusi e comportamenti criminali causano rivolte sulle loro piattaforme. Invece, sono stati lasciati a fare i compiti. Non ci pensiamo due volte quando allacciamo le cinture di sicurezza per proteggerci durante la guida. Dati tutti i pericoli online, ha senso solo garantire una protezione di base simile all’era digitale. Se non interveniamo, rischiamo di sacrificare il lusso e l’innocenza di innumerevoli generazioni di bambini al potere di algoritmi non supervisionati.

– Nadine Doris, Segretaria Digitale

Pertanto, possiamo aspettarci che i siti del Regno Unito accessibili che consentono alle persone di pubblicare commenti misogini e razzisti, cosa che accade nelle sezioni dei commenti di alcuni siti di fotografia, subiscano la forza della legge.

Non c’è dubbio che alcuni dei peggiori criminali credono di non essere nel Regno Unito e che la loro nazione li proteggerà. In effetti, attualmente non esistono accordi di esecuzione reciproca tra gli Stati Uniti e il Regno Unito. Tuttavia, ci sono accordi di estradizione con la maggior parte degli altri paesi del mondo. Quindi, di fatto, i criminali negli Stati Uniti saranno imprigionati nel proprio paese per paura di essere estradati per essere processati nel Regno Unito se lo lasciano. Inoltre, poiché altri paesi adottano leggi simili, verrà esercitata una maggiore pressione sugli Stati Uniti affinché imponga restrizioni parallele per proteggere anche i propri cittadini.

Le grandi aziende esamineranno anche le sanzioni imposte a Putin e ai suoi sostenitori oligarchici sulla scia della guerra illegale in corso in Ucraina e delle atrocità commesse contro la popolazione locale. Queste sanzioni includevano la confisca e il congelamento dei beni. Si può presumere che sanzioni simili saranno imposte alle società tecnologiche che non si conformano. A lungo termine, ci si può aspettare che anche i paesi che ospitano criminali e consentono loro di pubblicare tali contenuti saranno puniti.

Le nuove misure reprimono anche i troll anonimi. Recentemente nel Regno Unito, un nano sconosciuto ha aggredito un presentatore televisivo su Twitter, è stato arrestato e ha dovuto pagare alla vittima una somma di sei cifre. Quel nano è stato scoperto, nonostante si nascondesse dietro un documento d’identità falso. Gli ultimi metodi di indagine penale significano che i troll codardi non possono più nascondersi dietro personaggi falsi e le azioni civili per diffamazione saranno ora supportate dal diritto penale.

Il disegno di legge spera di bilanciare queste restrizioni rafforzando i diritti delle persone e consentendo anche la libertà di espressione online. Farà in modo che le società di social media non rimuovano la libertà di espressione legale. Gli utenti del Regno Unito qui avranno il diritto di presentare ricorso se ritengono che un post sia stato ingiustamente rimosso. Le società di social media devono anche proteggere la stampa e il dibattito politico democratico che si svolge sulle loro piattaforme.

Ci sarà un’eccezione alla legge per i contenuti di notizie reali. Tuttavia, la maggior parte dei siti di fotografia probabilmente non rientrerà nella categoria delle notizie.

I fornitori di contenuti potrebbero dover utilizzare strumenti più efficaci per moderare i contenuti e gli algoritmi di apprendimento possono filtrare i contenuti offensivi. Richiede che gli host di contenuti facciano di più che fare affidamento sugli utenti per segnalare abusi. Tuttavia, questo non significa che i sostenitori delle comunità online debbano smettere di aiutare a curare i contenuti come speriamo tu faccia ora.

Quindi, in che modo ciò influisce sul singolo fotografo? Innanzitutto, la maggior parte dei fotografi sono persone gentili, gentili e oneste e sono contrari al tipo di comportamento che questa legge criminalizzerebbe, quindi sarebbe il benvenuto. Qui nel Regno Unito, dove risiedo, trarremmo vantaggio dall’avere un ambiente più sicuro in cui lavorare. Con un po’ di fortuna, questo avrà un effetto indiretto in altri paesi che sarà rafforzato quando altri adotteranno leggi simili. La vita diventerà più difficile per i troll che hanno trovato rifugio nei siti di fotografia, il che è positivo. Infine, speriamo che attaccare le persone dietro false identità diventi un ricordo del passato.

Leave a Comment