How Keeping a Diary Can Make You a Better Photographer

Uno dei migliori strumenti che puoi utilizzare per avanzare come fotografo è uno che chiunque può ottenere senza spendere un solo dollaro.

Le riprese si sono concluse presto oggi. Per una buona ragione. Non perché sia ​​andata male. Era solo uno di quei rari momenti in cui il mio cane trascorreva qualche ora meno solo di quanto pensasse quando uscivo di casa la mattina presto e mettevo giù il cibo e l’acqua.

Ora, la persona media potrebbe considerare questo regalo di tempo libero come un’opportunità perfetta per guardare un film o seguire i social media. Forse quelle attività erano ugualmente gratificanti. Ma, essendo un maniaco del lavoro nel senso migliore e nel senso peggiore della parola, ho scelto invece di tornare alla mia scrivania per finire un compito che avevo passato la notte prima.

Qual è il compito? È stato qualcosa di eccitante, come pianificare un grande servizio fotografico? No, è stato qualcosa di molto affascinante, come sistemare il mio portafoglio o organizzare fogli a goccia per un pacchetto promozionale? Ebbene no, nemmeno quello. Invece, il compito da svolgere era decisamente più banale.

Come fotografo e direttore della fotografia, devo essere ugualmente abile nell’illuminare le mie scene con flash e fonti di luce continua. Come fotografo di scena, sono sempre stato orgoglioso di ottenere l’aspetto finale delle mie foto nella fotocamera ogni volta che era possibile. Certo, puoi fare miracoli in Photoshop. Ma, se sei nella pubblicità come me, dove sei sempre circondato da un intero team di dirigenti dei clienti che giudicano letteralmente ogni foto che scatti nel momento in cui premi l’otturatore, l’idea di affidarsi alla post-produzione per ottenere il tuo “look” Non è utile In effetti, la maggior parte delle volte scatterai direttamente sul disco rigido di un cliente, quindi aspettare che un’immagine “finisca” il post può essere piuttosto impraticabile.

Questo vale anche per la cinematografia. Certo, puoi fare cose straordinarie con la tonalità del colore per dare vita a un’immagine. Ma, se stai cercando di ottenere un aspetto specifico che vada avanti in post-produzione e esca dall’altra parte, come quello che avevi in ​​mente, dovresti ottenere l’immagine originale il più vicino possibile al completamento prima che la materia ti sfugge di mano.

Questo è il motivo per cui dedico una quantità eccessiva del mio tempo libero a test di fotocamera e illuminazione. Voglio sapere esattamente cosa fa ogni funzione e voce di menu nella mia attrezzatura prima di iniziare a configurare, quindi so cosa non provare e cosa non dovrei provare prima di essere nell’occhio del cliente. Nel caso di ieri, stavo sottoponendo le mie schede LED RGBWW Aputure Nova P300c a una batteria di test. Per chi non lo sapesse, sono luci a pannello continuo RGB molto simili a qualcosa come l’Arri Skypanel ma a un prezzo inferiore. Possono variare dalla luce diurna standard e dalle temperature di colore del tungsteno a tutto il resto. Pertanto, puoi sparare in “normale” o puoi sparare completamente trance E metti colori audaci in ogni centimetro della tua scena. Hanno anche modelli di effetti, come luci della polizia o fuochi d’artificio, che puoi capovolgere con poche pressioni di pulsanti. Ne ho usato più di uno da quando l’ho avuto. Ma, per transizioni di saturazione meno drammatiche, hai anche la possibilità di utilizzare i tradizionali effetti gel che sono stati popolari sui set cinematografici per oltre un secolo. Cose come l’aggiunta di ¼ CTB per appianare la scena. Oppure aggiungi un tocco di viola o verde per correggere la luce che non ha il pigmento giusto.

L’elenco dei gel che si possono applicare a una fonte di luce è infinito. Questo punto è stato portato a casa ieri quando ho iniziato a creare un opuscolo di riferimento visivo per ogni gel incluso con il firmware P300c. Fortunatamente, poiché la luce ha gli effetti del gel integrato, è un processo abbastanza indolore passare dall’uno all’altro. Non dovrai più alzarti e indossare un gel fisico davanti alla tua luce. Ora, basta un semplice tocco sul quadrante per portare a termine il lavoro. Il mio obiettivo era creare un quadro di riferimento per l’effetto che ogni opzione sarebbe stata disponibile per me, in modo che la prossima volta che fossi in standby, la scelta del gel perfetto per il momento sarebbe stata più efficiente.

Sono una di quelle persone che ricordano ancora di andare dal barbiere da bambino e di aver visto quei poster sul muro con una foto delle varie acconciature popolari che un barbiere può fornire. Volevi una dissolvenza, una dissolvenza alta, una parte superiore piatta, una parte a destra o una parte a sinistra? Quei vecchi poster sul muro hanno chiaramente visto giorni migliori dopo quelli che sembravano decenni appesi alle pareti di finto legno del mio barbiere. Ma essere in grado di indicare semplicemente la mia pettinatura desiderata, piuttosto che dover descrivere quello che voglio, ha reso la mia vita da bambino così facilmente preoccupata per la sua reputazione al liceo.

Questa tendenza a voler indicare solo ciò che voglio è continuata nella mia carriera creativa. L’arte potrebbe non essere così semplice come scegliere da che parte dividere i capelli, ma anche la facilità di comunicazione è importante. Soprattutto quando la persona con cui sto comunicando sono me stesso. Posso decidere in pre-produzione quale tipo di look scegliere, quindi accoppiarlo con riferimenti visivi specifici in modo da sapere non solo che voglio aggiungere il blu alla scena, ma so esattamente quale blu voglio aggiungere alla scena . Certo, potrebbe cambiare nel corso della giornata. Ma, pianificando l’uscita, aumenta l’efficienza del gruppo.

Allo stesso modo, avere questi riferimenti ti dà anche qualcosa di tangibile da condividere con il tuo cliente quando discuti dell’aspetto che intendi ottenere. Potresti provare a spiegare che lo faresti blu, ma non troppo blu, una specie di verde, ma non proprio verde, una specie di ibrido verde-rossastro con sfumature di viola. Oppure puoi trascinare e puntare su un’immagine di riferimento sul tablet. Una di queste cose è molto più facile dell’altra.

Naturalmente, c’è un terzo motivo per documentare la tua creatività. Come discusso, puoi utilizzare la documentazione per aiutarti a prepararti per le riprese. Puoi utilizzare la documentazione per aiutarti a comunicare con il tuo cliente. Ma, altrettanto importante, documentare la tua creatività ti consente di tornare in un secondo momento a un’impostazione specifica e ricrearla sulla base della matematica piuttosto che della semplice intuizione.

La prima persona che ho visto mentre faceva questo è stato il leggendario fotografo ritrattista di celebrità Frank Oakenfels. Avrei seguito un seminario che stava tenendo sull’illuminazione e, a un certo punto, avrei tirato fuori un libro ben collegato che stranamente ci ricorda le memorie di mia sorella in cui sono cresciuto, e ancora oggi mi è vietato guardare dentro. Mentre il diario di mia sorella è probabilmente una serie infinita di lamentele sul fratello invadente, il diario di Frank conteneva pagine scritte a mano, illustrate con disegni e vecchie Polaroid tra le pagine, che documentavano le impostazioni di illuminazione di alcune delle sue fotografie più famose. Indipendentemente dal valore di questi libri fisici originali nel mondo delle belle arti, il valore pratico era enorme. Frank ha potuto ricreare ogni sua immagine più iconica fino alla lettera semplicemente guardando i grafici scritti all’interno dei margini del diario. Essendo un artista nel cuore, Frank Frank potrebbe facilmente migliorare l’originale e scegliere di non seguire affatto le note. Ma può, se vuole. Col tempo, ho imparato che questo è qualcosa che fanno molti fotografi professionisti e cineasti, quindi l’ho impostato rapidamente come parte della mia pratica regolare al termine di ogni ripresa.

A parte le dichiarazioni dei redditi, la principale differenza tra un fotografo professionista e qualcuno che ha talento per la fotografia è la ripetizione. Chiunque abbia un talento per la fotografia ma senza una comprensione approfondita di ciò che sta facendo per ottenere quei risultati esatti può darti un ottimo scatto se tutti gli elementi sono allineati perfettamente. Ma un fotografo professionista sa esattamente come ricreare quello scatto anche quando gli elementi non sempre vanno a posto.

A volte, un’istantanea viene letteralmente ricreata. Diciamo, ad esempio, che stai girando un film e non scopri fino a quando il film non viene mostrato in sala di montaggio tre mesi dopo che l’attrice protagonista aveva una mosca gigante sulla fronte nella scena del climax. Beh, ovviamente dovrai girare di nuovo la scena. Ma è successo tre mesi fa. La ripresa deve corrispondere allo scatto originale. Ma come ti ricorderai dove hai messo le luci tre mesi fa?

O forse non devi ricreare letteralmente lo stesso scatto, ma devi ricreare la stessa sensazione. Tre mesi fa, istintivamente ho tirato fuori questo gel verde-bluastro per dare al tuo ombretto un colore molto definito. Ma un quarto d’anno dopo, non hai assolutamente idea di quale fosse.

Prendere appunti può essere fondamentale per coprire le tue tracce e proteggerti se devi tornare da qualche parte. Ma prendere appunti può essere più utile per istruirti per il lavoro futuro.

Dato che ieri mi sono seduto davanti alla fotocamera, facendo ripetutamente selfie con gel dopo gel, non stavo solo creando un foglio di riferimento fisico a cui potevo fare riferimento nella pianificazione di lavori futuri. Mi bruciava anche il cervello, un gel che preferivo agli altri. Ora ho le foto di riferimento nel mio diario come riferimento. Ma, esercitandomi uno dopo l’altro, mi dà un certo livello di memoria sensoriale che posso ricordare anche senza fare riferimento alle immagini stesse.

Essere un artista migliore non è una questione di quanti soldi puoi spendere per le attrezzature più recenti e migliori. Si tratta di scoprire come sfruttare al meglio le attrezzature che già possiedi e di massimizzare la tua creatività. L’adozione di misure deliberate per documentare questa creatività rende la pianificazione più facile, più facile da comunicare e più facile da ricordare gli strumenti necessari per creare il tuo prossimo capolavoro. Tutti e tre ti aiuteranno a migliorare il tuo gioco, gestire un gruppo più efficiente e ottenere clienti più felici.

Quindi, la prossima volta che fai qualcosa di cui sei particolarmente orgoglioso o che vuoi assicurarti che non si ripeta mai, prenditi un minuto per scriverlo. Questa conoscenza può tornare utile e portare la tua prossima immagine a un livello superiore.

Leave a Comment