Every Landscape Photographer Should Know This

Questa tecnica di editing è qualcosa che ogni fotografo paesaggista dovrebbe imparare. Può essere particolarmente utile quando ti avvicini a un’immagine che presenta alcuni difetti tecnici.

I fotografi paesaggisti concentrano una grande quantità di energia sull’acquisizione di scene con il maggior numero possibile di dettagli tecnici: esposizioni multiple, messa a fuoco impilata per nitidezza o persino utilizzando teste di treppiede per panorami nitidi. La verità è che spesso non avrai il tempo o le circostanze che non consentiranno alcuna configurazione. Per questo tutorial useremo una foto che ho scattato che avrebbe beneficiato molto di poter usare un treppiede o anche provare a scattare una foto tra parentesi. Le raffiche di vento forti combinate con la vicinanza al suolo significavano che riuscivo a malapena a tenere la fotocamera abbastanza per ottenere un’immagine nitida. Il risultato è un’immagine con molte cose al suo interno, ma contiene una porzione di cielo completamente esplosiva che non può essere recuperata.

Tratteremo l’intero processo di modifica con questa immagine, ma questo tutorial non riguarda specificamente una tecnologia, uno strumento o una funzionalità nella tua suite di editing. Si tratta di qualcosa di più grande che ti ritroverai a utilizzare in tutte le tue modifiche.

Come avviare tutte le modifiche

Chiedere consigli su come avvicinarsi e iniziare con l’editing è probabilmente la domanda più comune che ricevo riguardo alla fotografia di paesaggio. C’è una miriade di strumenti e tecniche per il tuo processo di modifica, ma solo una piccola serie di idee per gestire le tue foto durante la modifica. Inizia ogni modifica chiedendoti: “Di cosa ha bisogno questa foto?” Questo è qualcosa che consiglio e mi ricordo costantemente, ma mi rendo anche conto che la risposta non è necessariamente ovvia. Più pratichi questa tecnica, migliore sarà la gestione delle immagini difficili in futuro.

Ironia della sorte, è molto più facile rispondere alle immagini problematiche rispetto a questa domanda, che è esattamente ciò che tratteremo in questa mod. Sopra c’è l’immagine grezza con alcune regolazioni del colore. Inizio ogni mod regolando prima queste impostazioni, ma tornerò a cambiarle se sono soddisfatto.

Una volta fatto, controllo per vedere esattamente quanto sono puliti i dati nell’immagine aumentando la mia esposizione di +3 e controllando i dettagli delle mie ombre e quindi riducendo la mia esposizione a -3 per vedere i miei dati di evidenziazione. Come accennato in precedenza, questa immagine è sovraesposta, che è la base per come gestire questa mod. Adeguiamoci a questa limitazione e usiamola a nostro vantaggio sapendo che dobbiamo adattarci attorno a quell’area sovraesposta dell’immagine.

Per prima cosa creerò un gradiente lineare (M sulla tastiera) che verrà applicato al cielo. Questo gradiente aggiungerà essiccazione al nostro cielo, ma può anche essere utilizzato in seguito per manipolare la temperatura del colore o altre impostazioni specifiche. Dehaze ha un bell’effetto sui gradienti nel cielo, ma lo aggiungo anche prima per vedere quanto devo correggere nell’area in cui mancano i dati. Nota che se riduco i punti salienti con questa selezione, le nostre macchie solari risalteranno, quindi dobbiamo essere più creativi.

Successivamente, creeremo un gradiente radiale (Shift + M) attorno alla regione del sole/gonfiore. Seleziona Inversa in modo da poter elaborare tutte le aree al di fuori del sole e regolare di conseguenza, in questo caso solo riducendo le alte luci. Noterai che questo riduce i punti salienti nell’intera immagine, che dobbiamo correggere.

Per risolvere questo problema, selezioneremo “Sottrai” nel nostro strumento maschera e definiremo un gradiente lineare. Trascineremo questo gradiente lineare come se volessimo applicarlo al mare. Ciò che farà è sottrarre quella parte dell’immagine dalla nostra maschera, il che si traduce in una maschera che influisce solo sulla parte del nostro cielo che stiamo cercando di modificare.

La nostra maschera finale verrà aggiunta per regolare il primo piano. Ciò si ottiene aggiungendo un altro gradiente lineare (M) all’intera metà inferiore dell’immagine. Ho aumentato leggermente l’esposizione con Albedo. Posso tornare a questa selezione per regolare anche Root e Visibility se ritengo che ne abbiano bisogno più avanti nella modifica.

Questo completa le mod locali e risolve il problema dell’area del cielo, ma tieni presente che potresti dover tornare indietro e regolarlo di nuovo dopo aver aggiunto le mod globali. L’editing è un ballo e, a volte, devi aggirare luoghi specifici dopo ogni modifica apportata.

Illumineremo l’intera immagine regolando il colore bianco e aggiungeremo più contrasto alle aree di ombreggiatura riducendo un po’ le alte luci. Schiocca molto le ombre per i dettagli nelle rocce. Si scurirà una volta aggiunto il contrasto all’immagine. Rimuovo un po’ di chiarezza per aiutare con la sensazione eterea e morbida della costa che mi piace. Infine, aggiungeremo un po’ di asciugatura all’intera immagine per ottenere un po’ di risalto.

Successivamente, aggiungeremo un po’ di contrasto all’immagine usando la curva tonale scegliendo Contrasto medio. Una volta fatto, tornerò per impostare alcune modifiche locali e globali per assicurarmi che il cielo sia ancora luminoso.

La mia ultima modifica è sempre la saturazione. Quasi tutti i cursori che manipoli regoleranno inavvertitamente il colore della tua immagine, sia che si tratti di contrasto, bianco o sfocatura: lo chiami. Quindi, salvo questo saldo per l’ultima volta. Inizio a rimuovere un po’ di saturazione blu dalle mie modifiche HSL. Successivamente, riduco la saturazione dell’intera immagine, adattandola ai miei gusti per l’immagine selezionata. Aggiungo anche la nitidezza prima dell’esportazione, di solito intorno a 70 a seconda dello stile dell’immagine e del motivo per cui sto esportando.

Il ritaglio di questa immagine finale dipende in qualche modo dal mezzo su cui è condivisa, come la stampa o i social media. Sopra, vedrai la nostra foto prima e dopo con un piccolo calendario di ritaglio e orizzonte. Questa modifica probabilmente ha richiesto meno di 10 minuti una volta che ho saputo di cosa aveva bisogno l’immagine, cosa che è accaduta in pratica.

Modifica un problema diverso

Diamo una rapida occhiata a un esempio diverso, ma non passerò attraverso l’intero processo di modifica, ma ripeterò semplicemente il processo per chiedere di cosa ha bisogno l’immagine e offrire una soluzione a questa domanda.

Questa immagine non è priva di dati, ma manca di luce su Venere, che non è rappresentativa di ciò che ho visto sul campo. Quindi, creiamo una pseudo-sorgente di luce e rendiamo viva questa foto.

Se vuoi un’analisi completa di questa tecnica, puoi trovarla qui e ti spiegherà tutto ciò che devi sapere. Di solito scurisco la mia immagine in generale e aggiungo la luce con un filtro radiale, ma in questo caso la nostra immagine è già scura, quindi tutto ciò che dobbiamo fare è aggiungere un filtro radiale. Ti consigliamo di ridurre l’immagine fino a ridurla approssimativamente a icona, puoi farlo tenendo premuto Maiusc e trascinando il cursore a sinistra o selezionando circa il 12% sul pannello di navigazione.

Successivamente, aggiungeremo un grande filtro radiale (Shift + M) volto a simulare una fonte di luce che entra nell’immagine. trascina il suo centro fuori dall’immagine; Puoi modificarlo in base alle tue preferenze. Successivamente, rendi la tua foto più luminosa di conseguenza. In questo caso, alzo i bianchi, mostro l’esposizione e regolo i valori di ombra e nero. Infine, asciugo con il phon per rendere l’aspetto più sfocato; Questo è completamente spiegato nel tutorial completo.

Noterai che la metà superiore dell’immagine è molto luminosa, quindi ripeteremo la stessa tecnica della modifica precedente rimuovendo parte di questo effetto utilizzando un gradiente lineare. Con la maschera selezionata, “sottrai” un gradiente lineare ma applica semplicemente l’area del gradiente e regola ciò che sembra buono sull’immagine.

Questa è la modifica finale rispetto all’immagine non modificata una volta che hai finito. Questa non è simile a una foto di portfolio, ma è stato un ottimo esempio di un’immagine che sono sicuro che molti di noi hanno scattato al lavoro e non sono riusciti a capire cosa fare una volta che ci siamo seduti per modificarla. Sapere che aveva bisogno di un po’ di luce e avere gli strumenti per farlo la rendeva facile da maneggiare.

Conclusione

Ho iniziato questo tutorial con l’intento di occuparmi di immagini imperfette e di modificarle. Quello che ho scoperto è che puoi trattare quasi tutte le mod in questo modo se ripeti questa pratica. All’inizio, probabilmente ti ritroverai a non sapere la risposta ad alcune delle tue foto, ma se ti eserciti costantemente e sviluppi una varietà di soluzioni, dovrebbe essere più facile per te sederti per apportare una regolazione graduale. A volte trovo ancora difficile sapere la risposta. Quello che di solito faccio è stare lontano dalla foto finché non mi raggiunge.

Sopra è un ottimo esempio di avere più dati di quelli di cui avevo bisogno ma non utilizzarli a causa del modo in cui volevo che appaia questa immagine. Ho racchiuso questa immagine tra parentesi e ho molti dati da utilizzare nelle ombre, ma mi è piaciuta molto la presentazione dell’esposizione di questa immagine. Pertanto, nella mia modifica, ho lavorato sulla luce e non mi sono preoccupato troppo delle parti sottoesposte dell’immagine. Volevo che il risultato fosse più scuro e ho fatto affidamento su quello per tutta la mia modifica.

È importante sapere che non tutte le foto che scatti saranno perfette. A volte scatterai foto utili che hanno fattori limitati, ma ciò non significa che non puoi farle funzionare. Siamo circondati da quelle che sembrano foto perfette: esposizioni perfette, ogni dettaglio a fuoco o condizioni irripetibili. Spero che questo sia un buon promemoria del fatto che, indipendentemente da dove ti trovi nel tuo viaggio, a volte le cose non saranno perfette. Il mio catalogo è pieno di foto imperfette e, a volte, il solo sapere di cosa hanno bisogno può dar loro vita in una modifica.

Leave a Comment