Blood Moon, Aurora, and Milky Way Captured in One Photo

Il fotografo Justin Anderson ha fotografato insieme un trio di splendidi elementi celesti. Durante l’eclissi lunare totale, è stato in grado di catturare la luna di sangue, l’aurora boreale e la Via Lattea insieme in un panorama mozzafiato.

Mentre Anderson ha catturato la sua prima macchina fotografica solo cinque anni fa, si è subito trovato attratto dagli ampi paesaggi e dalla bellezza del cielo. I suoi soggetti originali erano tempeste che rotolavano attraverso la prateria vicino a casa sua nel sud del Manitoba, in Canada, ma nel 2019 ha catturato un’enorme tempesta geomagnetica e si è ritrovato agganciato nel cielo notturno.

“Quando ho iniziato a farmi coinvolgere dalle community di Facebook, ho capito quanto può essere utile a qualcuno che non capisce questo fenomeno. Ho scoperto che le persone mi chiedevano costantemente se andavo in Islanda o in Alaska a scattare le mie foto, e nel nel frattempo sono stati portati per 10 minuti fuori dalla mia città natale”, ha detto Anderson betapixel.

“La gente voleva che fossi particolarmente vigile quando erano fuori, quindi con l’aiuto del mio amico Ryan Lucinquew, abbiamo deciso di creare Manitoba Aurora e Astronomy. Siamo una comunità piena di persone che la pensano allo stesso modo, con un obiettivo in mente: rendi il cielo notturno accessibile alla gente di Manitoba!”

Negli ultimi anni, la comunità dell’Aurora Boreale a Manitoba è cresciuta fino a raggiungere oltre 40.000 membri e Anderson è un cacciatore di aurora a tempo pieno. Anderson è anche ambasciatore di un progetto finanziato dalla NASA chiamato Aurorasaurus, che aiuta a studiare l’aurora boreale.

La fortuna favorisce i preparati

Una settimana prima dell’eclissi lunare, Anderson ha detto che stava parlando con i membri della sua comunità del suo desiderio di fotografare l’aurora boreale nella sua interezza. Dice che era davvero interessato a catturare sia i crepuscoli che le eclissi in una foto, e Bohr si è reso conto che era improbabile.

“Quando stavo progettando un sito, sono uscito a soli 15 minuti da casa mia”, dice. “Avevo in programma di fotografare la luna sopra un montacarichi in una piccola comunità. Non pensavo a una vista da nord perché le possibilità dell’aurora boreale erano così basse”.

La notte dell’eclissi, Anderson ha raggiunto la sua posizione privilegiata a nord-ovest dell’ascensore e ha installato le sue telecamere.

“La mia Canon 6D Mark II stava scattando con un obiettivo Sigma 120-400 mm f/4.5-5.6, quindi la mia Canon 6D stava scattando con un obiettivo Samyang 85 mm f/1.4. Ho semplicemente lasciato che scattassero scatti time-lapse mentre ero seduto e godersi lo spettacolo”, spiega.

“Mentre guardavo l’eclissi, ho guardato a nord, dato che il sole stava ancora tramontando e ho potuto vedere qualche debole danza all’orizzonte. Essendo uno stalker a tempo pieno, ho capito subito che l’aurora boreale era bassa all’orizzonte.

“Ho preso un Sony Alpha 7S II, obiettivo Samyang 24mm f/1.4 e l’ho posizionato rivolto a nord nella speranza di catturare un’inquadratura temporale del tramonto e la danza dell’aurora boreale”, spiega.

“Mentre il cielo continuava a scurirsi grazie ai tramonti e alle eclissi lunari, l’aurora boreale ha iniziato a rafforzarsi fino a raggiungere i 30-40 gradi sopra l’orizzonte. In quel momento sono corso in macchina e ho preso un obiettivo Canon 50mm f/1.8, che è l’obiettivo più economico che puoi ottenere da Canon, l’ho messo sulla mia Canon 6D e l’ho scattato da sinistra a destra, catturando quanta più aurora boreale potevo, poi vagando attraverso la Via Lattea e poi l’eclissi”, ricorda Anderson.

“Quando sono arrivato all’eclissi, ho modificato le impostazioni in modo che la luna non fosse esposta a una luce eccessiva, il che mi ha semplicemente dato un’immagine della luna simile all’HDR. A questo punto, l’aurora stava davvero iniziando a ballare con molto di viola e blu, quindi ho cambiato marcia e ho inserito un obiettivo grandangolare in modo da poter catturare il più possibile la vista”.

Mentre Anderson dice che sperava di catturare insieme i crepuscoli e le eclissi, l’evento che si sta effettivamente verificando lo ha comunque sorpreso. Non solo, è stato in grado di aggiungere al quadro la vastità della Via Lattea, che si è rivelata una volta al college.

Blood Moon, Aurora Boreale e Via Lattea in un'unica immagine

“Non mi aspettavo di catturare l’aurora boreale durante l’eclissi, è stata una felice coincidenza”, dice. “Tuttavia, quando ho deciso di fotografare il panorama, questo era esattamente ciò per cui mi battevo. Una foto che mostra la vista dal mio punto di vista con tutti e tre gli elementi”.

Fotografo daltonico Aurora

In uno sviluppo insolito, Anderson si è recentemente reso conto che per quanto ami l’aurora boreale, in realtà non l’ha mai vista come fa la maggior parte delle persone.

“Nel febbraio 2022, ho appreso di avere un daltonismo parziale. I coni verdi nei miei occhi raccolgono più rosso invece del verde, quindi il verde è più grigio per me”, spiega.

“Riesco ancora a vedere il verde, tuttavia, ed è come se qualcuno avesse desaturato il canale verde (a circa -40). Da quando ho iniziato a inseguire il crepuscolo, ho saputo di non poter vedere il verde nell’aurora boreale di persona . Anche se posso vedere viola, rosso, rosa e blu, il verde è sempre stato grigio nei miei occhi. Le immagini che produco spesso mi sembrano verde-grigiastre, mentre altri dicono che il verde è troppo saturo”.

Anderson dice che quando esce per inseguire il crepuscolo, spesso gli sembra una nuvola.

“Fortunatamente, io caccio l’aurora a tempo pieno, quindi ho allenato i miei occhi a distinguere l’aurora boreale da una nuvola, ma a volte può essere comunque difficile.”

Più di Anderson possono essere trovati su Facebook, Instagram e Twittere il suo sito web.


Crediti immagine: foto di Justin Anderson.

Leave a Comment