Backlighting in Photography: The Ultimate Guide

Che cos’è il controluce in fotografia? E come si scattano belle foto in controluce?

Questo è ciò di cui tratta questo articolo. Spiegherò tutto ciò che devi sapere sulla retroilluminazione, in modo che quando avrai finito di leggere capirai:

  • Che cos’è in realtà la retroilluminazione
  • Quando usare la retroilluminazione (e quando evitarla)
  • Come scattare foto della natura in controluce, selfie in controluce e persino splendide sagome in controluce

sembra buono? Immergiamoci!

Che cos’è il controluce in fotografia?

Il controluce si riferisce alla luce che proviene da dietro il soggetto. In altre parole, la retroilluminazione colpisce un file Di ritorno del soggetto e brilla direttamente nel mirino.

Retroilluminazione dello schema di retroilluminazione

Questo è in contrasto con il faro, che arriva sopra la spalla del fotografo e colpisce il soggetto Davanti a me:

schema di illuminazione anteriore

Poiché il controluce proviene da dietro il soggetto, in genere si ottengono immagini con uno sfondo luminoso e un soggetto scuro. Potresti anche ottenere un effetto silhouette, in cui il soggetto diventa nero indistinguibile, come nel caso di questi mulini a vento:

Si noti che la retroilluminazione può essere creata utilizzando l’illuminazione artificiale semplicemente posizionando la fonte di luce dietro il soggetto.

può retroilluminare anche Vengono creati in natura, ma solo quando il sole è ad angolo con il soggetto, motivo per cui la maggior parte dei fotografi usa il controluce alla fine della giornata, durante le ore d’oro. Mettono il soggetto in modo che la luce lo colpisca da dietro, e poi scattano al sole!

Ora, la retroilluminazione è una forma di illuminazione molto artistica. Non ti darà sempre una silhouette, ma creerà molto contrasto con lo sfondo del soggetto, quindi dovresti usarlo solo quando cerchi un look sexy. Nella prossima sezione, spiegherò quando dovrebbe essere utilizzata la retroilluminazione – e quando dovrebbe essere evitata – in modo più dettagliato:

Quando deve essere utilizzata la retroilluminazione?

Come ho sottolineato nella sezione precedente, la retroilluminazione è eccitante. Spesso crea sagome gialle e aloni attorno a un soggetto e/o uno sfondo brillantemente luminoso.

Pertanto, la retroilluminazione è ottima se si desidera creare effetti sorprendenti e accattivanti. Ecco alcune delle foto specifiche che puoi scattare con la retroilluminazione:

  • sagome di strada
  • silhouette
  • Uccelli (e sagome di uccelli sull’aereo)
  • Immagini con un bellissimo sfondo bokeh
  • Scene macro con bellissimo sfondo bokeh
  • Viste del tramonto e dell’alba
  • sagome di paesaggio

Ma mentre la retroilluminazione è piuttosto artistica, lo è anche Non Ideale se vuoi creare scatti in stile documentaristico di architettura, prodotti, fauna selvatica, ecc. In tali situazioni, la scelta dei fari o dell’illuminazione laterale è generalmente la decisione migliore, poiché risulterà in molti dettagli sull’argomento. Pertanto, la maggior parte dei fotografi utilizza il controluce con moderazione (come effetto speciale).

La retroilluminazione presenta anche un altro problema:

È difficile da gestire. esposizione di ogni soggetto E il Lo sfondo è difficile, persino impossibile. Per gestire i soggetti in controluce, devi avere una solida conoscenza delle impostazioni di esposizione della fotocamera; Altrimenti, ne uscirai frustrato.

Come creare bellissime foto in controluce

In questa sezione spiego come creare splendidi ritratti in controluce, paesaggi e altro ancora:

Retroilluminazione nelle foto

La retroilluminazione è una tecnologia per i ritratti collaudata, in grado di ottenere foto straordinarie.

Come funziona?

È utile vedere alcuni selfie reali che illustrano il concetto di retroilluminazione rispetto all’illuminazione frontale. Questa prima foto è un selfie abbastanza standard:

parte anteriore della maternità
Nikon D750 | Nikon 70-200 f/2.8G ED VR II | 122 mm | 1/350 sec | f/4 | ISO 800

I soggetti sono illuminati frontalmente e l’immagine è sovraesposta in modo uniforme senza ombre dure. È una foto meravigliosa e soddisfa tutti gli standard normali di un servizio fotografico di maternità. Ma diamo un’occhiata a un’altra foto di questa coppia, questa in controluce:

Coppia maternità retroilluminata
Nikon D750 | Nikon 70-200 f/2.8G ED VR II | 180 mm | 1/3000 sec | Apertura f / 2,8 | ISO 400

I futuri papà sono avvolti nell’ombra (che sono stato in grado di migliorare in Lightroom, grazie al formato di file RAW) e i capelli della donna brillano di uno splendido alone dorato. Il ragazzo ha un contorno luminoso intorno alla testa e l’intera scena ha un’atmosfera leggermente mistica.

Ecco una foto testa e spalle di un giovane:

Quadro grande retroilluminato frontale
Nikon D750 | Nikon 70-200 f/2.8G ED VR II | 200 mm | 1/250 sec | Apertura f / 2,8 | ISO 100

La luce del sole proviene dalla parte anteriore, la sua faccia è illuminata in modo uniforme e lo sfondo è colorato e facile da vedere.

Ora confronta quell’immagine con la sua controparte retroilluminata:

immagine di sfondo degli anziani
Nikon D750 | Nikon 70-200 f/2.8G ED VR II | 200 mm | 1/180 sec | Apertura f / 2,8 | ISO 320

I suoi capelli sembravano improvvisamente in fiamme e le sue orecchie brillavano leggermente. Il lato destro dello sfondo è ricco e verde, mentre il lato sinistro, dove c’è il sole, è quasi del tutto volatile. Anche le spalle dell’uomo sono rigate d’oro e l’immagine ha un’energia che l’immagine illuminata non può eguagliare.

Quando illumini i tuoi soggetti da dietro, puoi ottenere immagini come questa, che combinano capelli luminosi, contorni lucenti e uno sfondo bellissimo. Questo tipo di foto richiede allenamento, ma con un po’ di tentativi ed errori puoi usare il controluce per ottenere risultati simili.

La chiave qui è scattare a fine giornata, quando il sole è più debole. Ed esponi in modo specifico tenendo presente lo sfondo, anche se ciò significa che il soggetto sarà sovraesposto. (Puoi alleggerire l’argomento in post-elaborazione.)

La retroilluminazione non è solo per le foto, però! Può essere utilizzato in una varietà di situazioni per foto creative e di ispirazione, inclusa la fotografia naturalistica:

Il controluce nella fotografia naturalistica

Le foto della natura in controluce possono sembrare Stupefacente:

E una volta che inizi a cercare la luce, noterai scatti come questo dappertutto. In effetti, uno dei modi migliori per imparare il controluce è uscire nella natura e sperimentare semplicemente posizionando i tuoi soggetti tra la fotocamera e il sole.

L’alba e il tramonto sono momenti fantastici per sperimentare la retroilluminazione. Cerca le situazioni in cui i tuoi obiettivi sono a breve distanza; Aiuta anche a farsi un’idea generale di dove sarà il sole all’alba e al tramonto. La misurazione con il controluce è complicata, quindi mi piace usare la priorità di apertura per controllare la profondità di campo e quindi richiedere la compensazione dell’esposizione per ottenere scatti chiari o scuri come voglio.

Una regola generale che mi piace usare in queste situazioni:

Rivela le luci, quindi mostra le ombre in Lightroom. Fondamentalmente, cerca di non rendere la tua immagine troppo luminosa perché potresti ritrovarti con ombre distinte che vengono tagliate (ad esempio aree bianche che non contengono informazioni che non possono essere oscurate).

Retroilluminazione delle turbine eoliche al tramonto
Nikon D750 | Nikon 70-200 f/2.8G ED VR II | 200 mm | 1 / 4000 | f/22 | ISO 100

Puoi anche cercare argomenti più casuali, come documenti divertenti:

ricordare:

Quando si scatta in natura, la principale fonte di luce è il sole, ma non è necessario utilizzarlo direttamente Luce del sole. Nella foto sopra, il sole di mezzogiorno ha fatto brillare queste foglie. Il sole non è nell’inquadratura, ma ha comunque illuminato le foglie da dietro e mi ha dato una divertente opportunità fotografica.

sfondo di ragno
Nikon D750 | Nikon 50mm f/1.8G | 50 mm | 1/250 sec | f/4 | ISO 1100

Ho usato una tecnica simile all’immagine qui sotto. Puoi vedere come il mio uso della retroilluminazione ha reso semitrasparente questo grande filo d’erba. Lo scatto non è stato casuale e sono stato in grado di catturarlo solo cercando nuovi modi per sparare a bersagli familiari. In questo caso, stavo solo riprendendo un semplice pezzo d’erba!

sfondo di erba
Nikon D7100 | Nikon 50mm f/1.8G | 50 mm | 1/500 sec | f/4,8 | ISO 100

La maggior parte delle persone passerà davanti a questa scena senza pensarci due volte, ma mostra solo come il controluce può dare nuova vita anche alle cose ordinarie.

sagoma di retroilluminazione

Un modo divertente per utilizzare la retroilluminazione è nascondere completamente il soggetto. Questa tecnica è nota come retroilluminazione della silhouette e può essere un modo divertente e creativo per mostrare persone, animali e altre cose.

Ora puoi creare sagome scattando direttamente alla fonte di luce, rendendo il tuo soggetto completamente più scuro. Per ottenere l’immagine qui sotto, ho puntato la fotocamera verso la fonte di luce principale, quindi ho aspettato che passasse qualcuno. La fontana in sé non emette luce, ma riflette ciò che viene dal sole ed era così luminosa da rendere il mio soggetto completamente più scuro. L’immagine racconta una storia, anche senza Mostra tutti i dettagli dell’argomento.

Ho usato una tecnica di controluce simile per scattare una foto di una giovane donna al mattino presto:

Alba
Nikon D200 | Nikon 50mm f/1.8G | 50 mm | 1/6000| f/4 | ISO 200

Sapevo dov’era il sole, quindi ho aspettato pazientemente che qualcuno entrasse nell’inquadratura. Posizionando il mio soggetto direttamente tra la fotocamera e la principale fonte di luce, sono stato in grado di catturare una silhouette. Il risultato finale è più interessante di una foto normale con un’esposizione adeguata, scattata in pieno giorno.

Le sagome non sono solo per le persone. È possibile utilizzare la retroilluminazione della silhouette per una varietà di soggetti; Basta un po’ di creatività e voglia di provare qualcosa di diverso.

Qui, ti consigliamo di utilizzare una sorta di modalità manuale (o completamente manuale o priorità diaframma con compensazione dell’esposizione). Ti darà un migliore controllo sull’immagine finale e non avrai bisogno della tua fotocamera per prendere decisioni sull’esposizione in condizioni di illuminazione difficili. Sovraesporre semplicemente lo sfondo e consentire al soggetto di diventare scuro:

fontana delle oche
Nikon D750 | Nikon 70-200 f/2.8G ED VR II | 200 mm | 1 / 4000 | Apertura f / 2,8 | ISO 100

Suggerimento per professionisti: se desideri foto particolarmente artistiche, prova a creare un effetto stella solare:

sfondo di bagliore del sole
Nikon D200 | Nikon 50mm f/1.8G | 50 mm | 1/400 sec | f/16 | ISO 200

Inizia posizionando un soggetto tra la fotocamera e il sole.

Quindi spostati finché il sole non esce da dietro il bordo del soggetto. Scatta con un’apertura ridotta, in genere da f/8 a f/11, e riposiziona la fotocamera fino a ottenere lo scatto giusto.

Questa tecnica richiede pratica, ma puoi metterla in funzione facilmente in meno di 15 minuti!

Retroilluminazione in fotografia: parole finali

Se non hai mai provato la retroilluminazione, ti incoraggio a fare un tentativo e vedere cosa succede.

Tutto ciò che serve è un po’ di pratica, un pizzico di pazienza e la volontà di provare qualcosa di diverso!

La retroilluminazione è una tecnologia divertente e creativa e potresti ritrovarti a usarla molto più di quanto ti aspettassi.

Ora a te:

Hai mai provato la retroilluminazione? Cosa ne pensi di questo? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto!

Leave a Comment