Anime Conventions: A Great Place to Build Confidence as a Photographer

Potresti aver attraversato questo scenario. Vedi un soggetto interessante fare qualcosa di veramente unico, esiti e a volte perdi completamente l’inquadratura. Quando raccogli abbastanza coraggio, il tuo cuore batte forte, i palmi delle mani sudano e nella tua voce si sente un tremito mentre chiedi nervosamente se puoi fotografare qualcuno. Suona familiare? Può essere frustrante se perdi l’occasione e scatti la foto.

Se scatti foto da un po’, probabilmente hai avuto un momento in cui hai esitato a fotografare le persone. Ho imparato che nel tempo e con la pratica, sono in grado di mettermi a mio agio e ora sono in grado di gestire gli argomenti più facilmente. Ma per i nuovi fotografi, questo può essere un handicap se non sei abituato a parlare con le persone o semplicemente sei completamente timido.

Ci sono molti dibattiti sugli introversi che diventano fotografi e su come superare la timidezza. Sì, è possibile, ma ci vuole tempo e pratica per sviluppare le capacità e il coraggio di avvicinarsi e parlare con le persone quando si scattano le loro foto. La fiducia non arriva facilmente ad alcune persone, quindi ci vuole un po’ di pratica.

Uno dei posti migliori che ho trovato utile è stato a una conferenza di animazione.

Pro Negativi

Quando ho iniziato a fotografare, ho dovuto individuare esattamente il motivo per cui esitavo. All’inizio ho pensato che fosse la mia inesperienza nel mettere giù le persone. Non sapevo molto di fingere e di come far apparire le persone al meglio. Ho visto molti video online su pose e prendere appunti su persone e stili corporei diversi.

In quel periodo, mentre stavo assorbendo questa conoscenza, mi è stato chiesto di andare a una conferenza sugli anime, o “con” in breve. Mio cognato mi ha convinto che sarebbe stato un buon posto per esercitarmi con la fotografia e che avrei provato alcune delle cose che ho imparato sulla situazione.

Anime Expo 2018. Fotografato da Michael Ocampo e con licenza CC BY 2.0.

Se non sei mai stato a una convention di fumetti o anime, è un ottimo posto per scattare foto di diverse maschere (costumi di scena). I costumisti possono passare ore e persino mesi a disegnare i loro costumi. Alcuni di loro si dedicano alla loro professione e i risultati possono essere sorprendenti. Quello che ottieni sono delle belle foto di persone in costumi colorati e creativi. Puoi vedere i personaggi prendere vita da fumetti, film e videogiochi.

Il vantaggio per questi cosplayer è che la maggior parte di loro sa chi sono e sa come posare. Potrebbe essere necessario fornire una piccola guida, ma per la maggior parte sei a posto. Inoltre, cosplayer Vuole per fare le loro foto. È un’opportunità perfetta per chiedere alle persone senza essere rifiutati. È previsto praticamente da chiunque indossi il costume.

Sorprendentemente, alcuni cosplayer sono timidi e introversi. Ma questo non dovrebbe impedirti di chiedere di farsi fotografare. Di solito hanno un paio di asana pronte per te.

Mentre continuavo a fotografare gli attori cosplay che stavano già posando di fronte ad altri fotografi, mi sono reso conto che ero riluttante a chiedere al costumista se potevo fotografarli. Non avevo la sicurezza di andare da uno sconosciuto e chiedere se avevano qualche minuto per scattare una foto veloce. Ho perso più della metà delle opportunità che avevo per scattare qualche foto quel giorno.

A volte farei foto alle spalle di un altro fotografo (sì, è una pratica accettabile soprattutto se una folla di fotografi sta scattando foto purché tu non interferisca con lo scatto del fotografo principale). Certo, non ho ottenuto lo scatto perfetto, ma dovevo essere d’accordo con quello che avevo. Dopo aver guardato le mie foto rispetto a quelle scattate da mio cognato, mi sono subito pentito di non aver chiesto a più persone se potevo scattare le loro. Era ovvio che non mi fidavo di chiedere agli estranei di scattare foto.

Fortunatamente, ho potuto partecipare a un’altra conferenza solo pochi mesi dopo. Ancora una volta, applicando ciò che ho imparato, continuavo a ripetermi che avevo bisogno di ottenere più scatti. Ho partecipato con l’obiettivo principale di ottenere il maggior numero di tiri possibile chiedendo alle persone un tiro veloce. Essendo più concentrato sul parlare con le persone, non ero troppo preoccupato per il background o dove si sarebbero trovati. Stavo cercando di farmi coraggio e piano piano ci stavo arrivando.

Ho trovato più facile per me chiedere a un cliente che non era impegnato a fotografare con altri fotografi e sembrava che stessero semplicemente uscendo. Ha anche reso più facile se hai conosciuto il personaggio o sei rimasto affascinato dal loro abbigliamento. Quando mi sono sentito più a mio agio, il mio istinto di fotografo ha preso piede e ha iniziato a scegliere sfondi migliori (che possono essere una sfida in questi eventi) e a offrire più indicazioni con le loro pose.

Mostra ai cosplayer alcune delle tue foto. È un ottimo modo per costruire una relazione.

Ho continuato a partecipare a queste conferenze non solo perché erano divertenti, ma era un modo eccellente per esercitarmi ad avvicinarmi e parlare con le persone, ovviamente facendo fotografia. Il grande stimolo per la fiducia è stato mostrare al mio cosplayer le mie foto e vedere la loro reazione allo scatto sul retro della fotocamera. Vorrei scambiare informazioni di contatto con loro e condividere con loro le foto modificate.

Alla fine, avrei conosciuto alcune persone e avrei preparato sessioni fotografiche con loro per i prossimi concorsi. (Nota a margine: la maggior parte dei fotografi e dei costumisti ha una comprensione reciproca del commercio di stampa o del TFP per il tempo dell’altro.) Più partecipi, più inizierai a conoscere e costruire un’amicizia con altri fotografi e cosplayer.

Uscita

Un ulteriore vantaggio di questi accordi è l’opportunità di testare la tua attrezzatura, lo stile di ripresa o l’illuminazione. Di solito non porto molta attrezzatura, quindi di solito decido cosa voglio esercitarmi quel giorno. Poiché la maggior parte delle convention di solito dura un paio di giorni, ti danno molte opportunità per provare cose diverse.

Mio cognato di solito tira fuori alcuni stativi e luci continue la sera e ha sperimentato diverse impostazioni e velocità della luce. Facendomi provare alcune delle sue luci, sono stato in grado di ottenere scatti più drammatici della serata che altri fotografi non sono stati in grado di catturare. Questo è in realtà il modo in cui mi sono preso cura del flash esterno.

I contro sono ottimi posti per esercitarsi con nuove attrezzature o tecniche diverse.

Stavamo chiedendo ad alcuni dei nostri costumisti all’inizio della giornata se avevano programmato di scattare foto più tardi quella sera e di stabilire il luogo e l’ora. Di solito indichiamo se stiamo provando una nuova impostazione della luce o chiediamo se hanno qualcosa di specifico che vorrebbero provare. È importante anche dare loro la possibilità di dirigere le loro situazioni. Se hanno un suggerimento durante le riprese, provalo.

Alcuni cosplayer sono appassionati del loro lavoro e amano mostrare le loro abilità ricreando una scena d’azione del loro personaggio. Preparati a provare cose nuove su loro richiesta. Va bene ammettere che non sei sicuro che lo scatto uscirà, ma sei disposto a provarci. Sarai più rispettato come fotografo se sei umile.

Se lo scatto esce davvero, potresti finire per essere l’eroe. Man mano che ti avventuri in stili diversi, alla fine migliorerai nel parlare con le persone e chiedere se puoi scattare loro foto. È incredibile sentirsi così rilassati e sicuri di sé dopo aver lavorato con solo due cosplayer.

Sii pronto

Se decidi di partecipare a una conferenza sugli anime, ecco alcuni suggerimenti che ho trovato utili:

Sii rispettoso verso tutti; Fotografi e cosplayer allo stesso modo. Non essere quel fotografo che pensa di essere il proprietario delle riprese e si infastidisce con gli altri fotografi che scattano foto. Inoltre, sii rispettoso del tempo dei cosplayer. A meno che tu non abbia impostato una sessione fotografica in anticipo con il tuo costumista, non dovrebbero volerci più di qualche minuto per ottenere delle pose decenti. Se si tratta di un servizio fotografico programmato, assicurati di specificare quanto tempo ti occorre e cosa è disponibile per loro. Inoltre, tieni le mani a posto. Chiedi ai cosplayer di muovere i capelli o modificare il loro costume invece di farlo per loro. Se hanno un amico con loro, chiedi loro se possono aggiustare ciò che è necessario. Quasi ogni convenzione ha un codice di condotta rigoroso. Assicurati di essere a conoscenza del suo contenuto. Il cosplay non è approvazione. Lo dico solo perché alcuni costumi possono essere di natura rivelatrice o esplicita. Ancora una volta, sii rispettoso.

Chiedi se puoi scattare le loro foto. Una semplice frase “scusa, posso farti una foto” fa molto. Potresti essere in grado di ottenere degli scatti decenti da lontano con un obiettivo zoom o scattando una foto di qualcun altro, ma potrebbe non essere quello che desideri e potresti perdere il contatto visivo che potrebbe creare o interrompere lo scatto. Alcuni costumisti sanno come lavorare in una sessione e guardare diversi fotografi tra una posa e l’altra, il che dà a tutti la possibilità di scattare una foto, quindi preparati. I sostenitori spendono molto tempo e denaro per realizzare i loro costumi e vogliono mettersi in mostra, quindi si aspettano che le persone chiedano le loro foto.

Concentrati su alcuni dettagli. Alcuni costumi possono avere alcuni dettagli intricati. Dopo aver scattato alcune foto delle loro pose, chiedi se riesci a ottenere un primo piano di alcuni dettagli del loro costume. Ho scoperto che chiedere del loro costume e di come lo hanno realizzato o quanto tempo ci trascorrono è un ottimo modo per convincerli a parlare con loro. Parlano per la maggior parte e rompono il ghiaccio per la conversazione. Un altro modo per rompere il ghiaccio è chiedere chi è vestito. Posso nominare solo una piccola manciata di personaggi che vedo in questi eventi, quindi chiedo sempre di istruirmi.

Preparati a condividere le informazioni di contatto. Che tu utilizzi Instagram, YouTube, TikTok o un sito Web, preparati a condividere come possono vedere il tuo lavoro e connettersi con te. Come ho detto prima, la maggior parte dei costumisti si aspetta di ricevere una copia delle tue foto senza alcun compenso. Non deve essere a piena risoluzione, ma di solito è accettabile per i social media come 1400px. Di solito pubblico le mie modifiche su Instagram e anche una libreria sul mio sito web. Vorrei inviare loro un messaggio su come accedere alle immagini o inviarle direttamente. Non è una buona idea avere dei biglietti da visita pronti o stampare alcune schede con le maniglie dei social media o altre informazioni di contatto su di essi. Anche alcuni cosplayer lo fanno.

Alcuni costumi sono creazioni elaborate che richiedono settimane o addirittura mesi per essere costruite.

Perdi il 100 percento dei colpi che non fai

Dopo aver partecipato ad alcune di queste conferenze, ho notato che la mia fiducia aumenta al punto da poter avvicinare le persone per scattare una foto. Ora sono in grado di applicare la fiducia che ho appena acquisito alla mia fotografia di tutti i giorni. Anche se non faccio molte foto di strada, posso facilmente andare in giro e scattare alcuni scatti di ciò che mi circonda. Saresti sorpreso di quante persone non prestano attenzione a qualcuno con una macchina fotografica. Le persone ora potrebbero essere desensibilizzate con tutti quelli che vanno in giro con uno smartphone facendo selfie e foto di qualsiasi cosa e tutto ciò che li circonda.

Non fraintendermi. A volte esito ancora. Voglio solo ricordare a me stesso ciò che il leggendario giocatore di hockey Wayne Gretzky avrebbe detto: “Perdi il 100 percento dei tiri che non fai”. Questo è molto vero in fotografia. Che tu sia un fotografo di strada o un fotografo sportivo, dovresti sempre essere pronto a scattare la foto. Quando si presenta l’occasione, spara. Più scatti, più ti sentirai a tuo agio e sicuro di te.


Circa l’autoreMario Sobnet è un fotografo e scrittore con sede a Las Vegas, Nevada. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore. Puoi trovare altri suoi lavori sul suo sito Web e su Instagram.

Leave a Comment