Accenture Productions takes video to a new level with Adobe Creative Cloud

La domanda di contenuti digitali è cresciuta costantemente negli ultimi dieci anni, ma la pandemia ha accelerato questa tendenza poiché le aziende sono passate agli eventi virtuali e alla diffusione del digitale quasi dall’oggi al domani. Non è stato diverso in Accenture, dove i team hanno utilizzato gli spazi digitali per connettersi con i clienti e promuovere la leadership di pensiero in tutto il mondo.

Gran parte di questo lavoro digitale è gestito da Accenture Productions, il gruppo video e broadcast all’interno di Accenture. Negli ultimi sei anni, il carico di lavoro del team è aumentato con l’aumento della domanda di video, trasmissioni in diretta, eventi preregistrati e molto altro.

“Nell’ultimo anno, il nostro team ha gestito 250 trasmissioni in diretta o registrazioni al mese più altri 120 progetti di editing”, afferma Mark Yoder, responsabile della strategia dei contenuti e delle operazioni presso Accenture Productions. “La domanda è davvero cresciuta poiché il nostro personale è alla ricerca di nuovi modi per affrontare gli eventi virtuali. Non solo dobbiamo soddisfare i requisiti in evoluzione dei contenuti, ma anche mantenere i team globali allineati per completare i progetti il ​​più rapidamente possibile”.

Per soddisfare la domanda, Accenture Productions deve lavorare con tecnologie e soluzioni che supportino prontamente lo sviluppo e forniscano contenuti di grande impatto che soddisfino gli elevati standard di Accenture. Allo stesso tempo, gli strumenti devono promuovere una collaborazione senza interruzioni tra i team interni ed esterni per la massima efficienza. In qualità di Adobe Platinum Partner, i team di Accenture si affidano alle app Adobe Creative Cloud per i progetti creativi.

“Utilizziamo le app Adobe Creative Cloud ogni giorno, dagli eventi trasmessi in diretta allo storyboard iniziale”, afferma Shanae Paulus, direttore creativo di Accenture Productions. “Le app ci consentono di fornire contenuti ricchi e pertinenti alla velocità di cui i nostri clienti hanno bisogno”.

Immagine da Accenture Productions.

Avviare progetti con Adobe Stock

Tutti i membri del team di Accenture Productions, inclusi designer, grafica animata, editori e produttori, lavorano con le app Adobe Creative Cloud. Molti progetti iniziano con una moodboard creata prendendo ispirazione da Behance e quindi estraendo immagini e illustrazioni Adobe Stock. La moodboard aiuta ad allineare le aspettative con il cliente per il contenuto e il tono per qualsiasi video o produzione. I designer espandono quindi la moodboard creando storyboard in Adobe InDesign.

Gli artisti intervengono, creando materiale collaterale in Adobe Photoshop e Adobe Illustrator. Molti dei progetti iniziano con immagini estratte da Adobe Stock.

“Lavorare con Adobe Stock è un enorme risparmio di tempo quando devi destreggiarti tra una mezza dozzina di progetti”, afferma Paulus. “Troverò un’immagine Adobe Stock adatta alla mia idea e la userò come progetto di base. Mi fa risparmiare ore di lavoro in modo da poter concentrare il tempo su quei dettagli creativi importanti invece di costruire tutto da zero”.

Il produttore creativo di Accenture Productions Scott Fleming è d’accordo, aggiungendo che Adobe Stock presenta vantaggi distinti come gli strumenti di filtraggio”, afferma Fleming. “Posso filtrare aspetti come il colore o la profondità di campo. Se trovo un’immagine vicina, ma non del tutto corretta, posso usare la funzione Trova simile per approfondire rapidamente e trovare esattamente quello che voglio.

Recensioni di video online senza interruzioni

Le immagini dei designer vengono trasmesse a designer e animatori di grafica animata che creano video utilizzando Adobe Premiere Pro e Adobe After Effects. Una volta completato un montaggio preliminare, Accenture Productions utilizza l’estensione Frame.io in Adobe Premiere Pro per condividere il lavoro con clienti e parti interessate per la revisione.

“Frame.io è ottimo per le recensioni perché i clienti possono disegnare e commentare direttamente il video”, afferma Paulus. “Non abbiamo bisogno di coordinare le riunioni per condividere video o ordinare le e-mail cercando di far corrispondere i commenti con i timestamp. Tutti i feedback vengono raccolti tramite Frame.io in Premiere Pro”.

“La possibilità di confrontare le versioni in Frame.io è un vero toccasana quando si lavora sui video”, aggiunge Fleming. “Significa che posso guardare due versioni del video fianco a fianco e assicurarmi che tutti i feedback siano passati all’ultima versione”.

Scopri come funziona Frame.io in Premiere Pro e After Effects.

Collegamento con collaboratori remoti

Mentre i designer e i concept artist realizzano il progetto, sfruttano anche le Creative Cloud Libraries per creare un hub centrale per le risorse approvate o complete. Indipendentemente da dove lavorano i creativi, possono trovare le ultime versioni di immagini, vettori e altri elementi nella Libreria. Ciò elimina il tempo e la potenziale confusione di inviare tramite e-mail l’ultima versione degli elementi ai collaboratori.

“Un designer a Chicago potrebbe creare un elemento in Adobe Illustrator, quindi caricarlo nella Creative Cloud Library dove è immediatamente disponibile per un artista di motion graphics a Dublino”, spiega Fleming. “Mantiene le risorse organizzate e semplifica la collaborazione, il che è perfetto per il nostro team globale”.

Sebbene i designer di Accenture abbiano appena iniziato a esplorare Adobe Substance, il potenziale per aggiungere elementi 3D alla pipeline entusiasma il team. L’uso del 3D consentirà ad Accenture Productions di espandersi nella realtà virtuale e negli eventi del metaverso in futuro.

Puntare sul Midwest

Sebbene Accenture sia un marchio multinazionale, abbraccia anche comunità e mercati locali per servire meglio i clienti e connettersi con il pubblico. Il team marketing + comunicazione di Accenture che copre la regione del Midwest degli Stati Uniti ha chiesto ad Accenture Productions di collaborare a una raccolta di video che celebrassero la presenza del marchio Accenture e gli stretti legami con la comunità per i dieci mercati più grandi, come Chicago, Minneapolis e Detroit.

Immagine da Accenture Productions.

“L’idea era che ciascuno dei video fosse una lettera d’amore di Accenture”, spiega Yoder. “Volevamo assicurarci di catturare le qualità uniche che rendono ogni città un posto così fantastico in cui lavorare e vivere. Ma volevamo anche modellare il progetto in una certa misura per aumentare l’efficienza”.

Il risultato è stato un modello standard che includeva ampie sezioni in cui copywriter e designer potevano remixare la narrazione e le immagini per catturare il cuore di ogni comunità. Adobe Stock è stato particolarmente utile per i designer che avevano bisogno di trovare un’ampia varietà di immagini e video iconici per ogni città.

“Adobe Stock ha metadati dettagliati, che ci hanno fatto risparmiare molto tempo durante la nostra ricerca”, afferma Fleming. “Potrei cercare parole chiave dalla sceneggiatura o frasi come ‘Detroit landmark'”. Era quasi come uno strumento di ricerca perché Adobe Stock mi mostrava persone e luoghi che catturavano davvero la comunità che stavamo cercando di mettere in evidenza”.

“I nostri leader ci dicono sempre che dobbiamo creare contenuti straordinari e raccontare storie”, afferma Paulus. “E per poterlo fare, dobbiamo fornire ai creatori gli strumenti giusti. Adobe Creative Cloud ci consente di stare al passo con i tempi e di concentrarci sulla narrazione creativa che connette il pubblico ovunque”.

Ulteriori informazioni sull’utilizzo di Adobe Creative Cloud.

Leave a Comment