‘Abandoned America’ Photo Series Captures History of Forgotten Places

Attraverso un’entusiasmante ma spesso pericolosa esplorazione urbana attraverso gli Stati Uniti, il fotografo Matthew Christopher ha documentato centinaia di siti ora dimenticati ma preservati per sempre nel suo progetto Abandoned America.

La prima funzione porta all’interesse per i siti storici

Christopher, che ha una laurea in cinema e media, ha lottato per trovare il suo ingresso in un lavoro professionale. Alla fine trovò un posto e gli fu offerto un lavoro: una clinica psichiatrica privata. Da allora, è stato attratto da edifici con una storia complessa, compresi quelli che a volte hanno assistito per decenni alla sofferenza umana all’interno delle loro mura.

Oggi, Christopher ha visitato ogni tipo di sito abbandonato immaginabile, compresi quelli in altre parti del mondo: Chernobyl e Pripyat in Ucraina, Romania, India, Georgia e Grecia. Migliaia seguono il suo lavoro, che ora è classificato in dipartimenti come carceri, siti religiosi, scuole, ricerca, assistenza sanitaria e molti altri.

Interno della chiesa cattolica romana abbandonata di San Bonaventura a Filadelfia durante la demolizione
Parco divertimenti Six Flags a New Orleans, abbandonato dopo l’uragano Katrina poiché le riparazioni erano ritenute troppo costose
Un’ex città di miniere d’oro a Bodie, in California
Worcester State Hospital, Massachusetts

Christopher racconta, tornando alle radici della sua passione per l’esplorazione e la documentazione betapixel Spera di mostrare ad altri i luoghi abbandonati e incoraggiarli a guardarli rispettosamente e pensare alla loro conservazione.

“Abbiamo la tendenza a vedere solo alcuni luoghi come significativi e di significato storico o culturale, e se non raggiungono la soglia quasi impossibile che abbiamo fissato, vengono lasciati a marcire una volta che non ci sono più immediatamente utili”, lui dice.

I corridoi curvilinei del Taunton State Hospital, nel Massachusetts, erano una delle sue caratteristiche più belle e memorabili.
Orfanotrofio di Santa Teresa, luogo sconosciuto

“Perdiamo gran parte del nostro patrimonio architettonico ogni anno e con esso l’opportunità di esplorare aspetti sotto-documentati o sotto-riportati della nostra cultura e del nostro passato”.

Un’esperienza pericolosa ma gratificante

Visitare qualsiasi sito deserto è un compito pericoloso: i fotografi possono ritrovarsi a camminare su pavimenti in cattive condizioni o in piedi sotto soffitti deboli. Christopher sottolinea che questi edifici inutilizzati “possono anche contenere inquinanti ambientali come amianto, vernice al piombo, PCB e altre sostanze chimiche”.

La Tome School di Port Deposit, nel Maryland, è stata fondata come scuola di preparazione per ragazzi nel 1894 e un tempo era chiamata “la scuola superiore più ricca d’America”
Holmesburg Prison, Filadelfia, aperta nel 1896 per alleviare il sovraffollamento nella prigione Muyaminsing di Filadelfia e chiusa nel 1995

“Anche se cerco di fare attenzione quando fotografo questi luoghi, l’unica cosa davvero sicura è non andarci”, aggiunge. “Mentre cose come maschere respiratorie e elmetti aiutano a mitigare alcuni dei rischi, nulla è davvero in grado di proteggerti dalla caduta a terra”.

Harmony House Resort è stato costruito su un terreno sequestrato ai baroni prussiani durante la prima guerra mondiale e successivamente venduto alla Sweaters Association nel 1919.
La sala da ballo del Fallside Inn abbandonato alle Cascate del Niagara, che era uno dei punti salienti dell’edificio
Orfanotrofio di Santa Teresa, luogo sconosciuto

Quando Christopher visita un sito, è alla ricerca di modi per connettersi, almeno a un certo livello, con ciò che sta fotografando. Trova aspetti di un luogo che raccontino una storia sulle persone che c’erano prima o cosa rende il luogo “affascinante e importante” per creare un’immagine migliore. Allo stesso tempo, si assicura di essere un visitatore evasivo e di lasciare il posto com’era prima del suo arrivo.

“Cerco di onorare ciò che era e ciò che è ora”, spiega Christopher.

Il futuro dell'”America abbandonata”

Christopher è ora nel bel mezzo di un grande passo e ha lanciato parecchi progetti, che hanno tutti la precedenza sulla pianificazione dei suoi viaggi in luoghi deserti. Ma, anche se avesse un posto in mente, ci sarebbe voluta molta pianificazione per arrivarci prima di tutto. Se qualcuno chiama per andare da qualche parte, cerca di essere il più veloce possibile perché potrebbe sparire dopo poco tempo.

Serra presso la Benhurst State School di Spring City, Pennsylvania,
Il Poli Palace Theatre è stato inaugurato nel 1922 a Bridgeport, nel Connecticut
La Westport Generating Station di BG&E era un tempo la più grande centrale elettrica in cemento armato del mondo
L’Huber Breaker è stato costruito nel 1939 dalla Glen Alden Coal Company ad Ashley, in Pennsylvania, per sostituire il Maxwell #20.

Ha centinaia, se non migliaia, di posti nella sua lista dei desideri per il futuro, e continua a crescere.

“L’elenco è sempre più lungo di quanto il mio tempo e le mie finanze consentiranno, ma prima della pandemia avevo già iniziato a viaggiare all’estero per fotografare alcuni dei monumenti più impressionanti e storici del mondo e mi piacerebbe molto completarlo come così come rovine della cronaca in tutti gli Stati Uniti”.

Sebbene non viaggi in luoghi inesplorati, Christopher lavora sui libri. Ne ha già due e attualmente sta lavorando a un terzo. Condivide le sue conoscenze ed esperienze con il pubblico nel suo podcast “Abandoned America” ​​​​dove risponde alle domande comuni di coloro che sono interessati al suo lavoro e a Forgotten Buildings. Christopher ha anche una mostra, aperta al Canton Museum of Art di Canton, Ohio, dal 26 aprile al 24 luglio.

Altre opere di Christopher possono essere trovate sul suo sito Web e su Instagram.


Crediti immagine: foto di Matteo Cristoforo.

Leave a Comment