A Quick Guide to Wildlife Photography Lighting

Se vuoi fare bellissime fotografie di animali selvatici, allora tu Egli dovrebbe Impara a padroneggiare l’illuminazione.

Vedi, con un uso attento della luce, puoi catturare dettagli sorprendenti, puoi creare bellissime sagome, puoi produrre bellissimi ritratti dorati e molto altro ancora.

Ma se tu No Comprendi l’illuminazione della fotografia naturalistica, quindi le tue foto falliranno ancora e ancora. Dopotutto, una cattiva luce porta a brutte foto!

Fotografo animali selvatici da anni e in questo articolo spiego tutto ciò che devi sapere sull’illuminazione delle tue foto di animali selvatici, tra cui:

  • Il momento migliore della giornata per la fotografia naturalistica
  • Tipi di illuminazione da evitare come la peste
  • Come posizionarti in relazione al tuo soggetto per ottenere i migliori effetti

Sei pronto per diventare un esperto di illuminazione della fauna selvatica? Allora tuffiamoci!

1. Scatta durante le ore d’oro

Le ore d’oro si riferiscono a un’ora o due subito dopo l’alba e un’ora o due appena prima del tramonto.

E di sicuro lo sono Stupefacente per la fotografia naturalistica.

Durante le ore d’oro, il sole è basso nel cielo, il che significa che colpirà il tuo soggetto con splendidi raggi di luce.

E poiché il sole è molto basso nel cielo, assume un bellissimo colore dorato, che sta benissimo nelle foto di animali selvatici:

fotografia naturalistica
Le foche grigie laterali (Halichoerus grypus) si corteggiano all’alba.

Inoltre, molti animali sono attivi al mattino presto e nel tardo pomeriggio, il che significa che hanno maggiori probabilità di cogliere l’evento.

Tuttavia, l’illuminazione dell’ora d’oro comporta un problema:

Tende ad essere più debole della normale illuminazione di mezzogiorno, il che rende difficile fare fotografie di animali selvatici accurate, specialmente quando il soggetto è in movimento.

Ora, nei giorni in cui c’è poca o nessuna copertura nuvolosa, generalmente avrai tutta la luce necessaria per mantenere visibili i bersagli della fauna selvatica, anche se si muovono rapidamente.

Ma se il sole va dietro le nuvole, inizierai a soffrire (e farai più fatica quanto più basso è il sole nel cielo).

Quindi, mentre consiglio vivamente la fotografia naturalistica durante le ore d’oro, presta attenzione al tempo e assicurati di avere molta luce!

2. Evita di fotografare la fauna selvatica nel bel mezzo della giornata

L’illuminazione a metà giornata è molto brillante, ma dura e contrastante, e l’intenso angolo verso il basso crea ombre sgradevoli. Quindi, se vuoi scattare le migliori foto di animali selvatici, ti consiglio di evitare l’illuminazione di mezzogiorno quando possibile.

Nota che quando dico “illuminazione di mezzogiorno”, mi riferisco davvero all’ora tra Alba e tramonto ore d’oro, non solo a mezzogiorno. Quindi, l’illuminazione di mezzogiorno occupa in realtà la maggior parte della giornata e hai solo poche piccole finestre – le ore d’oro all’alba e le ore d’oro al tramonto – per ottenere foto fantastiche.

Fortunatamente, mentre l’illuminazione solare a metà giornata è dannosa per la fotografia naturalistica, lo sei anche tu Potresti Esci a metà giornata quando è nuvoloso. Le nuvole disperderanno i raggi aspri del sole e ti daranno un bellissimo effetto morbido.

Ma devi stare attento. Le nuvole pesanti ridurranno notevolmente la luminosità della luce, quindi spesso dovrai aumentare gli ISO per compensare la mancanza di luce (soprattutto al mattino e al pomeriggio).

3. Usa le luci laterali per creare texture e profondità

Sidelight indica la luce che proviene Accanto al il tuo argomento Con un’adeguata illuminazione laterale, metà del bersaglio si illumina mentre l’altra metà diventa scura e in ombra.

Grazie al contrasto chiaro e scuro, la fotografia naturalistica laterale tende ad apparire più drammatica, con un maggiore senso di forma, forma e consistenza. In effetti, la luce laterale spesso aggiunge una sensazione 3D che non puoi ottenere dai fari pieni.

Guarda il contrasto delle tende da sole su questo coniglio:

Illuminazione di fotografia naturalistica dal lato
Lepre marrone laterale (Lepus europaeus).

Riesci a vedere la profondità? struttura? Dramma? Tutto questo grazie alla potenza dell’illuminazione laterale!

Ora, mentre puoi prendere le luci laterali in qualsiasi momento prima o nel pomeriggio, la migliore illuminazione laterale si verifica durante le ore d’oro. Il sole è basso nel cielo e l’illuminazione è scarsa. Pertanto, le luci e le ombre su entrambi i lati del soggetto sono facili da catturare.

Quindi vai avanti al mattino e/o alla sera e scatta delle fantastiche foto della fauna selvatica!

fotografia naturalistica
Sbattimento del cervo (Cervus elaphus) con luce dal lato.

4. Usa la retroilluminazione per creare immagini artistiche di animali selvatici

La retroilluminazione si riferisce alla luce che proviene dietro Soggetto (in modo che ti brilli in faccia tu sei il fotografo).

La maggior parte dei fotografi naturalisti evita il controluce perché scurisce il soggetto, crea riflessi sull’obiettivo e causa problemi di composizione.

Ma durante la retroilluminazione Potresti sembra brutto…

… Puoi anche utilizzare il controluce per creare splendide foto artistiche. Ad esempio, se scatti durante le ore d’oro, puoi catturare splendidi effetti di luce, in cui il controluce crea un’aura sorprendente:

Controluce per fotografie di animali selvatici
I capelli di questo pony formavano una striscia dorata quando illuminati dai bassi raggi del sole.

Nota che avrai bisogno che il sole sia molto basso nel cielo, quindi è meglio scattare subito dopo l’alba o subito prima del tramonto. Consiglio di lavorare su uno sfondo relativamente scuro (come l’erba nella foto sopra). E otterrai l’effetto più evidente se il tuo soggetto ha pelliccia o piume.

Avrai ancora importanti problemi di esposizione da affrontare; Consiglio di non sovraesporre deliberatamente in modo da mantenere i dettagli nelle alte luci, consiglio anche di fare diversi scatti di prova e di rivedere attentamente le foto fino a ottenere l’esposizione desiderata.

Illuminazione di fotografia naturalistica da dietro

5. Usa la retroilluminazione per creare sagome

Hai mai provato a prendere una sagoma di fauna selvatica? Questa tecnica non è molto difficile e i risultati sono incredibili.

silhouette illuminazione fotografia naturalistica
La sagoma di un cervo (Cervus elaphus) è una figura immediatamente riconoscibile contro un cielo al tramonto.

Come per gli effetti di luce artistici, puoi creare grandi sagome quando il sole è molto basso nel cielo, anche se invece di scattare su uno sfondo scuro, dovresti inclinarlo in modo che funzioni in modo opposto più luminoso parte della scena.

(Puoi anche scattare solo sagome distanza Il sole è andato. In effetti, questo è il mio momento preferito per fare sagome di animali selvatici perché spesso ci sono così tanti bei colori nel cielo.)

Tieni presente che puoi creare sagome utilizzando la retroilluminazione o la retroilluminazione, ma poiché gli sfondi più luminosi tendono a produrre sagome più drammatiche, ti consiglio di fare affidamento sulla retroilluminazione quando possibile.

Per ottenere i migliori risultati, sarà necessario ridurre significativamente l’esposizione del soggetto. Prova a misurare il cielo dietro la fauna selvatica, quindi usa l’esposizione risultante per scattare la tua foto.

Un consiglio per fotografare le sagome della fauna selvatica: a volte, può essere una buona idea mantenere alcuni dettagli all’ombra. In questo modo, non avrai più un solido muro di oscurità e potrai mantenere la connessione tra il soggetto e lo spettatore.

Se decidi di utilizzare un tale approccio, dovrai aumentare leggermente la luminosità della tua esposizione; Altrimenti, perderai tutti i dettagli dell’ombra e finirai con una macchia scura!

6. Usa la luce anteriore per le foto di animali selvatici

La luce laterale e il controluce creano effetti drammatici sorprendenti, è vero.

Ma a volte è meglio scattare ritratti di animali selvatici molto dettagliati e, se questo è il tuo obiettivo, l’illuminazione frontale è un’ottima opzione.

Il faro arriva davanti al tuo soggetto e lo illumina in modo uniforme, quindi puoi aspettarti ombre minime. E poiché la luce frontale è così uniforme, sarà più facile esporre i soggetti in una gamma di tonalità di colore.

Luce frontale per la fotografia naturalistica

Come al solito consiglio di scattare durante le ore d’oro per ottenere i migliori risultati!

Illuminazione per la fotografia naturalistica: ultime parole

Scattare bellissime foto di animali selvatici può sembrare impegnativo, ma in realtà è molto facile, una volta che sai come lavorare con la luce!

Comprendendo la qualità e la direzione dell’illuminazione naturale, puoi creare immagini 3D dettagliate e drammatiche che resisteranno alla prova del tempo.

Quindi porta la tua macchina fotografica e, se la luce è giusta, esci per una sessione.

Ora a te:

Qual è il tuo tipo preferito di illuminazione per la fotografia naturalistica? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto!

  • Generale

  • equipaggiare

  • Impostazioni

  • leggero

  • Dai

  • Guide avanzate

  • tecniche creative

  • post produzione

  • ispirazione

  • fonti

Leave a Comment