3 Must-Know Tips for Capturing Beautiful Seascapes

Nelle ultime sei settimane ho fotografato più tramonti di quanti ne possa contare lungo la costa. Come persona che spara principalmente a terra, ho avuto molto da imparare sulle riprese in mare e ho messo insieme alcune delle mie lezioni più importanti per il tuo prossimo sito marino.

Che tu sia un principiante del tuo hobby o un appassionato professionista, ci sono sempre cose da imparare e non sono mai stato così entusiasta di spingermi in nuove aree. Ho fotografato alcuni paesaggi marini nel corso degli anni, ma sono pochi e rari. Vivere nel mio SUV e la libertà di dormire sulla costa significava che ho seguito un corso accelerato di fotografia che era nuovo per me. Alcune lezioni erano dal vivo, mentre altre erano decisamente un po’ aperte, inclusa la caduta in acqua ma per fortuna mi sono immerso solo me stesso e non la mia attrezzatura.

In questa parte della serie, parlerò di aprire il tuo mondo a nuove riprese senza bagnarti troppo, di rispondere a quanto siano importanti le previsioni del tempo lungo la costa e infine di lezioni per prevedere le composizioni con parti mobili.

Entra in acqua!

Inizieremo con il suggerimento che ti darà il rapporto più alto tra le migliori foto con il minimo sforzo. Anche se ci sono molti punti che non troverai nemmeno vicino all’acqua, le volte che lo fai, vorrai essere in grado di entrare in acqua. Ho passato molto tempo senza riuscire a raggiungere comodamente l’acqua. In un pizzico, potresti rimboccarti i pantaloni e andare a piedi nudi, ma non lo consiglierei durante le visite costanti in acqua. A volte tutto ciò che incrocio non è sabbia fine. O in un posto come l’Islanda, l’acqua può essere insopportabilmente fredda e non puoi lasciare i piedi nell’acqua per molto tempo.

Anche le pantofole o i sandali non sono eccezionali, poiché finirai per perderli durante la marea e non risolvere il problema della temperatura. Gli stivali sono un ottimo punto di partenza, ma ho deciso di fare del mio meglio e ho fatto una corsa fino al petto. Anche se non vinco nessun concorso di moda, non ho paura di bagnarmi. Questo è stato fondamentale per me perché non ho la libertà di andare a casa o in hotel e asciugarmi. Poter scivolare su quello che indosso normalmente, entrare in acqua e poi risalire in macchina al tramonto. Asciugarsi completamente dopo che sono stati rimossi è stato un punto di svolta. Questo mi ha permesso di entrare in acqua ogni sera senza pensare o preoccuparmi troppo di bagnarmi.

Indipendentemente da ciò che scegli è il migliore per la tua situazione, poter entrare in acqua comodamente per lunghi periodi di tempo ti farà sentire come un fotografo diverso. Seriamente, lo paragonerei ad avere un teleobiettivo e aggiungere un obiettivo grandangolare al tuo kit. Entrare in acqua sbloccherà molte composizioni uniche. Ho passato molte volte a scappare dalle onde e dall’acqua altrove, causando troppo stress. La prima volta che fai una gita in acqua senza preoccuparti del freddo e dell’umidità cambierà il tuo divertimento e la prospettiva del paesaggio marino. Se ti trovi in ​​acqua, dovrai prestare molta attenzione a seconda delle condizioni dell’oceano.

Previsioni meteo e surf

Come fotografo paesaggista, ho l’opinione controversa che le previsioni del tempo abbiano poco peso quando si tratta di ottenere buoni risultati. C’è un tempo e un luogo per misurare condizioni come nebbia, nuvole che si ribaltano e cieli sereni per l’astrofotografia, ovviamente. Mi rendo anche conto che sono viziato dal poter rimanere in una zona finché non avrò le condizioni che desidero. La maggior parte delle persone (me compreso non molto tempo fa) deve cercare di pianificare le condizioni meteorologiche preferite, specialmente quando si pianificano viaggi nel fine settimana. Posso affermare con sicurezza che cercare di utilizzare le previsioni del tempo lungo la costa è spesso una perdita di tempo.

La foto sopra è stata scattata in una giornata molto miserabile di pioggia e nuvole. Ricordo di aver pagato i soldi per il parco e di aver pensato che fosse assolutamente impossibile vedere il tramonto quella sera, per non parlare di catturare qualcosa di utile. Mi sbagliavo decisamente e ho deciso di catturare alcuni dei colori naturali più intensi che abbia mai visto in fotografia. Questo è stato più di quattro anni fa.

I giorni in cui ha piovuto tutto il giorno mi hanno offerto alcune delle migliori condizioni che avrei potuto sperare, mentre le condizioni meteorologiche apparentemente perfette hanno fatto sì che non avessi mai tirato fuori la mia fotocamera dalla borsa. Uno dei maggiori colpevoli che vedrai lungo la costa è lo strato marino, che ha ucciso buona parte dei tramonti che hai cercato di catturare. Secondo la mia esperienza, i giorni in cui pioveva che pulivano molte particelle nell’atmosfera fornendo anche una copertura nuvolosa fornivano condizioni eccellenti fintanto che la pioggia era abbastanza limpida durante l’ora d’oro. Il mio ultimo consiglio è di essere lì, indipendentemente dalle circostanze.

Ci sono condizioni che dovresti sempre controllare se stai per essere vicino all’acqua, e questo è il periodo di alta marea e mareggiata. La marea indica quando il mare sarà sempre più alto rispetto alla terra su cui ti trovi. Il rigonfiamento indica l’altezza media di quelle onde. Il periodo di swell è il periodo di tempo tra le onde. Una cosa importante da sapere è che più a lungo si verifica il gonfiore, più forti saranno le onde. Quindi, gonfiare 5 piedi a intervalli di 8 secondi non equivale a gonfiare 5 piedi in 15 secondi. Per tenerne traccia, consiglio vivamente la popolare app Windy. Ti dice tutto ciò che potresti voler sapere quando si tratta di condizioni meteorologiche, surf e vento. Inoltre, dispone di dati predittivi e di modellazione provenienti da molte fonti. Magicseaweed è un’ottima app dedicata ai dati di marea, swell e surf. Ciò interferirà con Windy, ma è sempre una buona idea avere più app nel caso qualcosa vada storto con una di esse.

Anticipare le composizioni

A differenza di molte altre aree della fotografia di paesaggio, alcuni paesaggi marini richiedono di prevedere e immaginare come sarebbe l’immagine se tutto fosse perfettamente allineato. Questo è in contrasto con la pianificazione di qualcosa come una ripresa della Via Lattea o l’allineamento di determinati elementi perché puoi prevedere queste condizioni in modo molto accurato utilizzando la tecnologia moderna. Quando si tratta di onde e delle loro interazioni sulla costa, non si sa dove siano esattamente, se sono abbastanza interessanti o anche se funzioneranno nella formazione che stai cercando di catturare.

Potrei scrivere all’infinito sulle diverse composizioni che puoi trovare lungo la costa, ma per questo mi concentrerò soprattutto sulla pratica e sull’imparare a trovare scatti che non sono lì fino al momento giusto. Prendi il momento sopra, per esempio. Ci sono molti grandi elementi che cerchiamo come fotografi di paesaggi: colori atmosferici, raggi solari decenti, elementi in primo piano per aiutare lo spettatore attraverso l’immagine, splendidi riflessi colorati sulle superfici rocciose bagnate e persino un po’ di movimento nelle onde. Nonostante tutto ciò, gli manca gravemente l’emozione. Un momento di noia in una scena bellissima. Ma è quello che vedi mentre ispezioni la costa, solo qualche scoglio colpito dalle onde. Puoi facilmente passare quest’area senza pensarci due volte.

Tuttavia, se ti fermi e ti prendi qualche minuto per assorbire l’ambiente circostante, potresti notare che questa formula prende vita in tutte le onde giuste (adoro il gioco di parole). Quelle maree che si infrangono sulle rocce inferiori aggiungono un momento di turbolenza e, se il rigonfiamento diventa abbastanza grande, aggiunge molta potenza a quella parte vuota della gomma. Ora stai catturando un momento emozionante in una scena bellissima, il che rende la foto più interessante. È qualcosa che non accadrà mai più allo stesso modo, e questa è la cosa molto bella dei paesaggi marini. Cambiano costantemente, il che significa che puoi tornare dove li hai presi 100 volte e ottenere qualcosa di nuovo.

Ciò che questo significa per la prima, la decima o anche mille volte che guardi il paesaggio marino sta rallentando. Visita i siti quando la luce non è ottimale e guarda come reagisce la marea al tuo sito. Inizia a cercare siti per vedere quale potrebbe essere il loro potenziale piuttosto che quello che sono in un dato momento.

Ne parleremo di più nella seconda parte di questa serie, poiché ho visitato lo stesso sito per circa una settimana cercando di scattare la stessa foto che ho nella mia testa e non riesco a ottenere le condizioni di cui ho bisogno. Rallentare anche la velocità dell’otturatore in modo da poter catturare tutti questi bei momenti in modi più interessanti e coprire altri accessori o pratiche di cui avrai bisogno quando scatti lungo la costa.

Leave a Comment